Piano Assetto Territoriale (PAT) e Piano Interventi (PI)

Questa pagina è dedicata al PAT e PI. Potrete consultare gli articoli/comunicati stampa della Associazione e documenti vari. Più sotto troverete un volantino esplicativo riguardante il PAT redatto dalla nostra Associazione.

15 Giugno 2013 Volantino PAT SPRESIANO

30 Aprile 2013 Contributo PAT_LIBERI CITTADINI_LEGAMBIENTE_GAS

Marzo 2013 Questionario Cittadinanza PAT

06 Marzo 2013 Risposta invito fase concertazione PAT

28 Febbraio 2013 Invito Concertazione

14 Gennaio 2013 Lettera a sindaco PAT

1 Agosto 2012 Verbale di Deliberazione PAT

Giugno 2012 Rapporto Ambientale parte B

Giugno 2012  Documento Preliminare  parte A

11 luglio 2011  AFFIDAMENTO DEI SERVIZI PAT Spresiano

Cosa è il PAT (Piano di Assetto del Territorio).

Il 30 aprile 1974 , con Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 1138, il Comune di Spresiano si è dotato di Piano Regolatore Generale e, in seguito, con Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 1899 dell’ 11 aprile 1995 , è stata approvata la Variante Generale al P.R.G.

La Legge Regionale del Veneto 23 aprile 2004 , n. 11 “Norme per il governo del territorio”, impone di conformare a essa lo strumento urbanistico vigente, anche alla luce delle sostanziali trasformazioni socio-economiche avvenute sul territorio comunale.

La citata legge prevede due distinti momenti di pianificazione: il Piano di Assetto del Territorio (PAT) e il Piano degli Interventi (PI) . Il PAT, che richiede l’approvazione della Provincia ed è redatto in conformità a previsioni decennali, “delinea le scelte strategiche di assetto e di sviluppo per il governo del territorio comunale, individuando le specifiche vocazioni e le invarianti di natura geologica, geomorfologica, idrogeologica, paesaggistica, ambientale, storico-monumentale e architettonica, in conformità agli obiettivi ed indirizzi espressi nella pianificazione territoriale di livello superiore ed alle esigenze della comunità locale ”.

Il PI, che richiede la sola approvazione comunale, è lo strumento che “ in coerenza e in attuazione del PAT, individua e disciplina gli interventi di tutela e valorizzazione, di organizzazione e di trasformazione del territorio programmando in modo contestuale la realizzazione di tali interventi, il loro completamento, i servizi connessi e le infrastrutture per la mobilità ”.

Il Documento Preliminare è il primo passo del PAT; in esso sono fissati gli obiettivi generali che si intendono perseguire con il Piano e le scelte strategiche di assetto del territorio.

Di primaria importanza, dopo questa fase, “diventa il confronto e la concertazione con gli altri enti pubblici territoriali e Amministrazioni preposte alla cura degli interessi pubblici coinvolti, nonché attraverso il confronto con le associazioni economiche e sociali portatrici di rilevanti interessi sul territorio e di interessi diffusi , con i gestori di servizi pubblici e di uso pubblico, facendoli concorrere alla definizione degli obiettivi e delle scelte strategiche individuate dagli strumenti di pianificazione ” (Fase di Concertazione ).

L’articolo 2, della Legge Regionale 23.04.2004 n. 11, “stabilisce criteri, indirizzi, metodi e contenuti cui devono essere dotati gli strumenti di pianificazione per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:  – promozione e realizzazione di uno sviluppo sostenibile e durevole senza pregiudizio per la qualità della vita delle generazioni future, nel rispetto delle risorse naturali; – tutela delle identità storico-culturali e della qualità degli insediamenti attraverso le operazioni di riqualificazione e recupero edilizio ed ambientale degli aggregati esistenti ed in particolare dei centri storici; – tutela del paesaggio rurale; – utilizzo di nuove risorse territoriali solo in mancanza di alternative alla riorganizzazione e riqualificazione del tessuto insediativo esistente; – difesa dai rischi idrogeologici; – coordinamento con le politiche di sviluppo nazionali ed europee ”.

Le altre fasi operative relative al PAT (successive al Documento preliminare e alla Fase di concertazione ) sono: – costruzione del Quadro Conoscitivo; – elaborazione del Piano e del Rapporto Ambientale; – adozione del Piano e della proposta di Rapporto Ambientale; – deposito, pubblicazione, osservazioni, consultazione; – controdeduzioni e adozione del Rapporto Ambientale definitivo; – approvazione.

Il PAT è soggetto a Valutazione Ambientale Strategica (VAS ). Per valutazione ambientale strategica si intende quel procedimento che comporta “l’elaborazione di un rapporto di impatto ambientale, lo svolgimento di consultazioni, la valutazione del rapporto ambientale e dei risultati delle consultazioni nell’iter decisionale e la messa a disposizione delle informazioni” (art. 2 della direttiva 42/2001/CE), per “garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente e contribuire all’integrazione di considerazioni ambientali all’atto di elaborazione e dell’adozione di piani e programmi al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile ” (art. 1 della direttiva 42/2001/CE) e la disciplina della fase di monitoraggio per il controllo degli effetti ambientali indicativi dell’attuazione dei PAT.

Alla luce di quanto emerso, si evince chiaramente che l’introduzione della VAS rappresenta una grande novità nell’elaborazione dei Piani urbanistici; di sicuro rilievo per una migliore pianificazione futura del territorio, grazie alla maggiore trasparenza delle scelte e partecipazione attiva alla redazione del Piano.

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: