* Di’ la tua..

Questa e’ la pagina dei vostri commenti liberi. Per commentare le notizie nelle altre pagine (per esempio “News”) basta cliccare appena sotto il titolo della notizia su “Leave a comment” e lasciare che la vostra mente si sfoghi!

Buon divertimento.

Annunci
435 commenti

435 pensieri su “* Di’ la tua..

  1. genitorispresiano

    Beh, devo dire che negli ultimi tempi ci siamo un pò ricreduti sulle promesse fatte in campagna elettorale da questa Giunta. Le famose domande pre-elezioni sottoposte ai vari candidati ci avevano fatto sperare che la allora squadra del rinnovamento di Missiato si sarebbe dedicata con più tenacia alla soluzione dei noti problemi di viabilità ed inquinamento del nostro territorio, sopratutto nei pressi delle scuole. Una speranza vana, che purtroppo non si è discostata nei risultati da ciò che si era ottenuto dalla Giunta Belliato. Sono cambiati i modi, ma non la realtà dei fatti. La nostra Associazione continua, come sempre, a lavorare sodo per migliorare la vita in paese, incaricandosi di offrire spazi ed eventi che altrimenti non esisterebbero. Anche in questi casi le risposte dell’attuale amministrazione si rivelano lunghe, fumose, a volte intralcianti. Dobbiamo dare “purtroppo” ragione a chi ci diceva che stavamo inseguendo una chimera fidandoci ad occhi chiusi. Avevano ragione!

  2. Remigio

    Tangenziale, spunta il preliminare
    Spresiano, il 7 maggio il progetto della nuova arteria sarà discusso a S.Artemio

    .+- .SPRESIANO. Tangenziale: qualcosa si muove. Dopo un anno e mezzo di trattative, di conferme e di smentite, di accelerazioni e frenate, il 7 maggio prossimo nella sede della Provincia si riunirà la Conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto preliminare. È il primo passo concreto, il mattone necessario ad avviare la procedura per la realizzazione della tangenziale. E poi da quel giorno ci sarà un tracciato. Certo si potranno portare delle modifiche, ma la scelta sarà stata finalmente presa. Il progetto preliminare che verrà analizzato dalla Conferenza dei servizi prevede la realizzazione di una rotonda posizionata nella zona dell’Odissea all’intersezione con la Pontebbana; da lì poi si innesterebbe la strada a due corsie. Compiendo un arco verso nord, e costeggiando la Piavesella si concluderebbe ad ovest del centro di Spresiano, tra la rotonda della Coop e quella di via Gravoni. Della parte nord dunque ancora non si parla. Al momento mancano soldi, progetti e accordi tra Comuni. Intanto si procederà fino a via Montello. La Conferenza dei servizi come detto sarà chiamata ad approvare il progetto preliminare, poi si dovrà proseguire con la progettazione definitiva ed esecutiva, che entrerà nel merito di ogni metri quadrato di strada, e di ogni intersezione. I tempi non sono comunque brevi. Oltre agli altri due gradi di progettazione, con le necessarie varianti, bisognerà procedere anche agli espropri. E la costruzione durerà circa 14 mesi. È realistico affermare che, se andrà tutto liscio, prima del 2015 non sarà pronta. Per quanto riguarda il finanziamento invece la tangenziale di Spresiano rientrerà nelle opere complementari alla Pedemontana. La tangenziale andrebbe a risolvere i problemi di traffico e di smog del centro di Spresiano. Le auto e i camion, non solo quelli provenienti dalla futura superstrada, saranno costretti a by-passare il centro e ad imboccare la tangenziale.

    Per chi non fosse riuscito a leggerlo… tribuna di Treviso del 17/04/2012

  3. Convivium Primum Veris
    https://www.facebook.com/events/125555030902655/
    Carissimi,
    essendo giunta la primavera e non avendo potuto realizzare la prevista cena Sapori d’autunno,
    Legambiente Treviso organizza una cena dai sapori primaverili con lo scopo di rivederci, ricordare il nostro amico e presidente Rino Rasera e raccogliere fondi per il completamento del progetto “La casa delle donne” in Burkina Faso , che sarà dedicata proprio a Lui.
    E’ un incontro conviviale e un modo per aiutare chi e’ in difficoltà.
    Sarà inoltre un’occasione, per chi vorrà approfittare, di rinnovare o iscriversi all’associazione
    ( costo cena 12 euro, bambini fino a 10 anni 8 euro; per chi volesse anche tesserarsi la cena sarà gratuita… abbiamo bisogno di voi! l’ambiente ha bisogno di voi!)

    Per quanto riguarda la cena trovate tutte le informazioni qui sotto o nel volantino allegato .
    La cena sarà il 14 aprile alle ore 20.00 presso la casa degli Alpini a Treviso, in via De Coubertin (di fronte al liceo scientifico)

    Convivium Primo Veris
    – antipasti con crostini, uova e asparagi
    – pasta sfiziosa
    – affettati con polenta
    – formaggi con miele e marmellate
    – verdure crude e cotte di stagione
    – dolci vari

    Per prenotare telefonate a
    Enrico 3281971546
    Silvana 3406611234
    oppure scrivete a
    legambiente.treviso@tiscali.it
    silvana.car@libero.it
    liberitutti@teletu.it

    Approfittiamo per inviarvi cari auguri di serenità e pace

    Silvana Carchidi

    Vi aspettiamo numerosi!

  4. Remigio

    spresiano
    Scuole di via Montello e smog «Impossibile lo stop dei Tir»
    SPRESIANO. La Prefettura ha detto no, la provincia di Treviso idem. Chiudere ai camion via Montello è diventato ormai impossibile, e allora l’amministrazione comunale ha deciso di puntare sulla…

    .SPRESIANO. La Prefettura ha detto no, la provincia di Treviso idem. Chiudere ai camion via Montello è diventato ormai impossibile, e allora l’amministrazione comunale ha deciso di puntare sulla persuasione. A Spresiano il sindaco Riccardo Missiato ha preparato un protocollo d’intesa, su cui manca solo la firma, con le aziende di estrazione per cercare di limitare il traffico pesante in via Montello. Un documento c’è ma l’accordo ma va formalizzato nei prossimi giorni. E’ questo l’esito dell’incontro avuto ieri con il Comitato genitori che da anni si batte affinché la zona della scuola elementare di via Montello diventi più sicura e meno inquinata. I dati Arpav infatti non sono stati giudicati incoraggianti, nonostante a settembre non siano stati registrati sforamenti. «Per quanto riguarda le pm10 non c’è nulla da essere contenti – ha spiegato l’assessore Giovanni Pasin – e non abbiamo in mano molti strumenti per migliorarla. L’ordinanza di divieto di transito ai Tir la può fare sono la Provincia, ma secondo il Prefetto i dati di inquinamento non la giustificano. La soluzione vera è la tangenziale. Il protocollo d’intesa con i cavatori è per ora il massimo che si può ottenere». (f.cip.)

    dalla Tribuna di Treviso 25/03/2012

  5. Giovanni

    Associazione “Comitato Genitori e Liberi Cittadini di Spresiano”
    (https://genitorispresiano.wordpress.com/)

    COMUNICATO STAMPA DEL 17 MARZO 2012
    (Replica all’articolo del gazzettino di Treviso del 15 marzo 2012: “Spresiano. Davanti alle elementari PM10 sotto controllo”)

    Dopo aver letto il breve articolo apparso su “il gazzettino” di giovedì 15 marzo 2012 e dopo aver dato una veloce lettura ai dati delle rilevazioni effettuate dall’ARPAV, nel periodo 1 settembre – 3 ottobre 2011, davanti la scuola primaria di Spresiano apparse, qualche giorno fa, sul sito istituzionale all’indirizzo http://www.arpa.veneto.it/arpav/chi-e-arpav/file-e-allegati/dap-treviso/aria/dap-treviso-campagne-di-monitoraggio-qualita, mi è sembrato doveroso fare alcune precisazioni.
    L’ottimismo espresso dal sindaco Riccardo Missiato, purtroppo, non trova riscontro nei dati contenuti dalla relazione sopracitata.
    Il fatto che non vi siano stati superamenti del valore limite di polveri sottili (50 µg/m3) nel periodo di rilevamento non ci sorprende per nulla poiché, nel mese di settembre, il superamento di quella soglia (per una serie complessa di fattori) risulta essere un evento molto raro seppure nel 2011, a differenza dei precedenti anni, si è quasi riusciti in questa impresa: ci sono stati 14 giorni (2-3-4-7-8-9-10-11-12-22-23-27-29-30) con concentrazioni superiori ai 30 µg/m3 e ben 6 giorni (13-14-15-16-17-28) nei quali si è avuta una concentrazione superiore ai 40 µg/m3 (Fonte: ARPAV, Campagna di monitoraggio della qualità dell’aria, Comune di Spresiano, Scuole elementari di via Montello, periodo 01 Settembre – 03 Ottobre 2011). Anche a settembre 2008 non vi è stato alcun superamento del valore limite e per ben 19 giorni le concentrazioni di PM10 risultano essere state nettamente inferiori a quelle rilevate nel 2011, nell’analogo periodo, davanti alla scuola primaria di Spresiano.
    La situazione nel mese di settembre 2011 risulta, quindi, essere oggettivamente e nettamente peggiore rispetto a quella di settembre 2008, tant’è che l’ARPAV a pagina 5 della relazione scrive: “La concentrazione media del periodo risulta superiore presso il sito di traffico di Spresiano rispetto ai siti di Background di Treviso e Conegliano con concentrazioni giornaliere che superano mediamente del 19% quelle rilevate nello stesso periodo a Treviso e del 54% quelle rilevate a Conegliano.
    Non si sono osservati superamenti del Valore Limite giornaliero di 50 µg/m3 previsto dal D.Lgs.
    155/2010 da non superare per più di 35 volte l’anno.
    Sebbene non sia possibile fare un confronto diretto dei dati rilevati a Spresiano con i limiti di
    legge, si ricorda che presso la stazione di Treviso nell’anno 2011 è stato superato il valore limite
    della media annuale di 40 µg/m3 raggiungendo il valore pari a 43µg/m3 ed è stato superato per
    102 volte il valore limite giornaliero che secondo il DLgs 155/2010 non deve essere superato
    per più di 35 volte l’anno”.
    Nel 2008 la stessa ARPAV nella sua relazione a pag. 14 scriveva: “Il confronto tra i dati di PM10 rilevati a Spresiano e presso la stazione fissa di Conegliano ha evidenziato una buona correlazione descrivendo un analogo andamento temporale delle concentrazioni dell’inquinante presso i due siti monitorati. Si sottolinea tuttavia che le concentrazioni giornaliere rilevate a Spresiano sono risultate generalmente superiori rispetto a quelle rilevate nel medesimo periodo a Conegliano con valori mediamente maggiori del 28%.
    Tale fenomeno è dovuto alla particolarità del sito di campionamento; il sito di Spresiano, essendo di traffico, risulta influenzato, oltre che dal valore di background che caratterizza mediamente il territorio comunale, dalla presenza della vicina sorgente emissiva”.
    Per quanto sopra, possiamo ipotizzare quanto PM10 respirerebbero i bambini della scuola primaria e quella dell’infanzia di Spresiano ogni giorno, aggiungendo quel 19%, indicato dall’ARPAV nella sua relazione, ai valori rilevati a Treviso da ottobre 2011 a marzo 2012 …………Fatto questo, l’ottimismo dovrebbe sparire, dando spazio alla preoccupazione e alla consapevolezza che centinaia di bambini (migliaia nel corso degli anni) sono soggetti (o sono stati soggetti) a gravi problemi d’inquinamento ambientale che, come ben sappiamo, può provocare gravi danni alla loro salute, nella totale inerzia di chi ha la responsabilità della loro tutela. Responsabilità istituzionale che si cerca di celare, minimizzando il problema, rendendolo così piccolo da poter dare piccole soluzioni, non impopolari e poco impegnative.
    In conclusione, la recente relazione dell’ARPAV (1 settembre – 3 ottobre 2011) è stata eseguita in uno dei mesi meno indicativi dell’anno. L’associazione in titolo aveva più volte chiesto all’attuale amministrazione di richiedere all’ARPAV di effettuare il monitoraggio, davanti alla scuola primaria di Spresiano, per il mese di ottobre o novembre, al fine di poter fare una comparazione coerente con quella effettuata nel 2008. E’ emerso, comunque, un significativo peggioramento dell’inquinamento nel sito di Spresiano nel periodo settembre 2011 rispetto all’analogo periodo del 2008. E’ dimostrato oggettivamente dalla comparazione che l’ARPAV ha fatto con il sito di Conegliano: nel 2008 le concentrazioni giornaliere rilevate a Spresiano sono risultate generalmente superiori rispetto a quelle rilevate nel medesimo periodo a Conegliano con valori mediamente maggiori del 28%, mentre nel 2011 la percentuale è salita al 54% (il doppio). Come afferma l’ARPAV nel 2008: ” Tale fenomeno è dovuto alla particolarità del sito di campionamento; il sito di Spresiano, essendo di traffico, risulta influenzato, oltre che dal valore di background che caratterizza mediamente il territorio comunale, dalla presenza della vicina sorgente emissiva”. La vicina sorgente emissiva è il traffico veicolare.
    A tale aumento di concentrazioni di polveri sottili però, come afferma l’ARPAV: “La determinazione di IPA sui PM10, e in particolare di Benzo(a)Pirene, ha evidenziato la presenza di concentrazioni mediamente inferiori nel sito di traffico di Spresiano rispetto al sito di background di Treviso” e “ Le concentrazioni di alcuni dei COV determinati (benzene, toluene, etilbenzene e xileni) nel sito di traffico di Spresiano sono risultate inferiori rispetto a quelle rilevate nel medesimo periodo nella stazione di background di Treviso”, ciò può fare ipotizzare che l’asfalto fotocatalitico (unico e solo intervento fin qui compiuto), del resto proposto e perorato da quest’associazione all’amministrazione comunale che dopo un’attenta valutazione l’ha posto in opera, abbia avuto sì un’importante funzione nell’abbattimento di alcuni inquinanti contenuti nel PM10, ma non ha risolto un problema che sembra che, con il passar del tempo, assuma sempre maggiore rilevanza, incidendo in maniera sempre importante sulla salute non solo dei bambini delle scuole, ma anche di tutti i cittadini. È evidente la necessità di porre in essere il blocco dei mezzi pesanti davanti alle scuole, per mitigare questo fenomeno ormai “fuori controllo”.

    Il Presidente
    Giovanni GARGANO

  6. Mariangela

    In riferimento alla lettera di Paolo, desidero far notare per chi l’avesse scordato che quella forza politica alla quale si riferisce, per ben 16 anni e più, non ha governato da sola ma era in buona compagnia…Qualcuno ricorda un certo Galan? E che cosa ha fatto costui per la salvaguardia del nostro povero e martoriato territorio Veneto? Scusate lo sfogo ma non credo sia giusto mettere sotto accusa solo una parte della classe politica che ci ha governato fino ad ora ma ritengo giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Sono convinto che finchè chi ci governa metterà l’ interesse privato prima dell’interesse pubblico ( a chi serve la Pedemontana? ) sarà sempre più difficile preservare la nostra identità storica e culturale.

    • Paolo Tagliapietra

      Più sotto ho nuovamente risposto a Remigio sulla questione tangenziale.
      Premettendo che, come ho già scritto, a differenza di Mariangela non sono contrario alla Pedemontana, ribadisco che la mia critica alla Lega non tende a identificarla come unica responsabile di quanto accaduto e di quanto accadrà al nostro territorio, ma sottolinea l’incoerenza tra quanto dichiarato e quanto praticato.
      In realtà, ritengo che tutta o gran parte della classe politica sia corresponsabile dello scempio e che ciò derivi da una carenza di cultura e sensibilità dei singoli, e la stessa cosa avviene in tutte o quasi le regioni italiane e le realtà locali, siano esse governate dal centrodx o dal centrosx..
      Certo, la Regione Veneto è governata dal centrodestra e, quindi, la scelte regionali sono facilmente imputabili, ma ritengo che essere complici di quelle scelte per ignoranza, ignavia, dabbenaggine o calcolo politico a volte sia altrettanto grave.
      A cosa mi riferisco?
      Visto che ho fatto espresso riferimento a Veneto city, penso obbligatoriamente a questo
      http://mattinopadova.gelocal.it/regione/2011/12/17/news/veneto-city-spacca-il-gruppo-consiliare-del-pd-in-regione-1.2862135
      Le forze di opposizione potevano fare molto di più, cercando di raccogliere il consenso anche dei consiglieri di maggioranza contrari all’intervento, ma così non è avvenuto.
      E’ una situazione che ricorda molto da vicino quella di Spresiano, e in particolare quanto avvenuto nel 2005 quando la giunta Belliato si dichiarò contraria alla variante al Piano regolatore che avrebbe permesso la realizzazione della tangenziale, e i consiglieri di minoranza, tra i quali gli attuali Sindaco e Vice Sindaco di Spresiano, Missiato e De Nardi, non assunsero alcuna iniziativa.
      Dove arrivano le (evidenti) colpe di Belliato? E dove arrivano quelle (altrettanto evidenti) di Missiato e De Nardi?
      Io penso che l’atteggiamento migliore, per qualsiasi cittadino, sia quello di pretendere il massimo DALLA PROPRIA parte politica, ed essere pronto a criticarla anche ferocemente – come vede dai miei interventi, Mariangela, io non ho alcun problema nel farlo, e la lotta contro gli interessi privati, veri o presunti che siano, l’ho praticata in prima persona, andando a colpire proprio quegli ambienti che lei richiama nel suo intervento.
      http://mattinopadova.gelocal.it/regione/2011/03/01/news/lia-sartori-ispirava-le-nomine-a-galan-1.1267795
      Ora, parlando di interessi privati, stanno emergendo altre situazioni degne di attenzione
      http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/27-febbraio-2012/appalti-coop-rosse-si-muovono-ispettori-1903452563822.shtml
      e chi vorrà dimostrare di avere libertà e indipendenza di giudizio e onestà intellettuale potrà dimostrarlo direttamente.
      Paolo Tagliapietra

    • Silvana Carchidi

      per chi è interessato all’argomento…

      Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori ” a Treviso

      OGGETTO: serata operativa per la costituzione del coordinamento provinciale – TREVISO

      A seguito del 1° FORUM NAZIONALE “SALVIAMO IL PAESAGGIO DIFENDIAMO I TERRITORI” tenutosi a Cassinetta di Lugagnano, cui hanno aderito più di 600 organizzazioni, si sono tenuti a Maserada, Casier e Castelfranco incontri informativi e di coinvolgimento della popolazione su ciò che sta avvenendo in Veneto ed in particolare nella nostra provincia in termini di consumo indiscriminato del territorio, di devastazione del paesaggio e di mancato rispetto delle preesistenze storiche ed architettoniche. In particolare sono stati evidenziati progetti di trasformazione urbanistica, spacciati di interesse pubblico perché favoriscono nuova occupazione mentre consistono in operazioni di grande speculazione immobiliare collegati alle grandi infrastrutture stradali ed autostradali ed ai relativi svincoli e caselli: Motor City nel basso veronese, Veneto City e Città della moda lungo la riviera del Brenta, Tessera City a Venezia, Ikea a Casale sul Sile, e l’intervento a Barcon di Vedelago. Operazioni del genere, come altre prospettate anche lungo il tracciato della Pedemontana, in prossimità del casello di Meolo, etc., hanno prodotto oltre una cinquantina di conflitti territoriali e mobilitazioni descritti in una indagine dello IUAV, condotta dalla prof.ssa Laura Fregolent e riportati nell’”Atlante dei conflitti territoriali del Veneto”. In tutti gli incontri è emersa la necessità di creare un coordinamento provinciale di associazioni, comitati e cittadini che aderiscono al FORUM NAZIONALE “SALVIAMO IL PAESAGGIO DIFENDIAMO IL TERRITORIO”.

      Per chi ha aderito o vuole aderire al Forum, il giorno 23 marzo alle ore 21 presso L’Auditorium Stefanini sito in Borgo Cavalli a Treviso è previsto un incontro operativo per avviare il coordinamento provinciale e per programmare i futuri incontri, azioni ed eventi: seguirà programma della serata. Si prega di estendere l’invito e di comunicare la disponibilità a partecipare

      Il referente locale pro tempore Giuliano Carturan – e.mail: giucart@gmail.com cell: 328.4085526.

  7. luca

    guardate e ascoltate le parole del grand maestro del nostro paesaggio…
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1932493d-81ed-48e9-a26f-eda66f1ff93b.html

  8. Paolo Tagliapietra

    A breve risponderò a Remigio sulla questione tangenziale.
    Intanto, però, vorrei sollecitare tutti ad una riflessione su quello che da tanti, troppi anni, sta accadendo nel Veneto.
    Leggo con sempre maggiore angoscia il susseguirsi di iniziative urbanistiche ed edilizie che devastano il territorio.
    Non sto parlando della Pedemontana – anzi, è un’opera che, pur di fronte anche a degli svantaggi, mi vede tutto sommato nettamente favorevole, diversamente da quella che ritengo sia l’opinione prevalente dei frequentatori di questo blog – ma di altre situazioni, e cioè:
    1) L’autodromo del veronese tra Vigasio e Nogarole Rocca;
    2) Veneto city;
    3) L’intervento alle spalle della Laguna del Mort a Eraclea, zona naturalisticamente bellissima e che insiste su una delle uniche due spiagge selvagge rimaste nel litorale a nord di Venezia (l’altra è Vallevecchia a Caorle) – ed in questa vicenda ha fatto capolino, secondo quanto riportato dalla stampa, anche la contestazione di evasione fiscale verso i proprietari dell’area;
    4) Ecc.
    Si potrebbe dire che sono interventi relativamente distanti dalla nostra realtà, ma anche da noi non c’è da stare molto allegri.
    Oltre a ciò che già è stato realizzato (si pensi alle cattedrali nel deserto nell’area di Castrette di Villorba, delle quali una bloccata da anni di procedimenti giudiziari davanti alla giustizia amministrativa e un’altra recentemente coinvolta in una procedura concorsuale dell’impresa costruttrice), il prossimo grande pericolo è quello della distruzione del paesaggio agricolo e naturalistico della cosiddetta area Barcon a Vedelago.
    Invito tutti a tenersi informati sulla vicenda e, se necessario, a manifestare sostegno verso coloro i quali hanno già assunto iniziative, anche ad alto livello, per tentare di fermare lo scempio.
    E’ un problema di cultura, di economia, di ambiente e anche di identità storica delle persone che risiedono nel nostro territorio – ed è amaro, paradossale e fa gridare allo scandalo che tutte le scelte politiche che hanno determinato queste situazioni siano arrivate da quella forza politica che ha fatto della presunta difesa dell’identità veneta il proprio cavallo di battaglia.
    C’è un modo di vedere e valutare la realtà solo sotto l’aspetto “mercantile” e immediato che lascia sconcertati, un ripetersi di abusi del territorio che, se messi a confronto, sembrano connotati dal medesimo approccio, quasi fossero legati da un filo rosso – ma forse sarebbe meglio dire filo verde…
    Non lo dico per mera polemica politica, ma per sottolineare come questa contraddittorietà tra quanto proclamato a parole e ciò che invece viene realizzato nei fatti abbia un carattere quasi comico, ma c’è ben poco da ridere – si sa, il comico è il tragico visto di spalle…
    Con amarezza
    Paolo Tagliapietra

  9. Remigio

    dal GAZZETTINO di Sabato 4 Febbraio 2012,
    SPRESIANO – Tangenziale di Spresiano e cava Borgo Busco: questioni ancora aperte a Spresiano. Nel sito genitorispresiano.wordpress.com è comparso nei giorni scorsi un commento inserito da un genitore e avvocato spresianese, Paolo Tagliapietra, che critica l’operato dell’amministrazione. «Per la tangenziale di Spresiano, l’unica possibilità è quella di riportare il tratto nord della tangenziale interamente all’interno del territorio del Comune e, per fare questo, sarebbe necessario impedire l’ampliamento della cava Borgo Busco, – scrive l’avvocato. -Il Comune ha promosso un giudizio contro l’ampliamento che, però, è ancora ben lungi dall’arrivare a sentenza». L’avvocato aggiunge: «Sono convinto che, una volta fatta una scelta, si debba cercare di arrivare alla fine nel minor tempo possibile, ma il Comune non è dello stesso avviso, dato che non ha mai presentato istanza di prelievo che consentirebbe di anticipare l’udienza di discussione del ricorso.
    Sul punto, replica il sindaco, Riccardo Missiato: «Non c’è alcun nesso tra il tracciato della tangenziale ed il ricorso contro l’ampliamento della cava. Anche per tale motivo non c’è alcun motivo oggi di affrontare maggiori spese e di accelerare i tempi di una decisione che riguarda escavazioni che sono lontane dal divenire reali».

    • Paolo Tagliapietra

      La risposta del Sindaco mi amareggia molto e conferma quanto supponevo.
      1) “Non c’è alcun nesso tra il tracciato della tangenziale ed il ricorso contro l’ampliamento della cava”.
      L’affermazione è vera solo formalmente. Nel ricorso, infatti, non si fa cenno alla tangenziale, ma nella realtà si tratta di questioni interconnesse. Il codice del processo amministrativo non proibisce in alcun modo di presentare un’istanza di prelievo basata su motivi “collegati” a quelli contenuti nel ricorso
      2) “Non c’è alcun motivo oggi di affrontare maggiori spese”
      Quali spese? A differenza del ricorso per la sospensiva dell’atto impugnato, per il quale codice prevede che, in caso di reiezione, vi sia una un’apposita condanna alle spese in sede di sentenza di merito, per l’istanza di prelievo IL CODICE NON PREVEDE ALCUNA SPESA. Male che vada, quindi, qualora il Presidente del T.A.R. ritenesse l’istanza non meritevole di accoglimento, non succederebbe assolutamente nulla, e il processo continuerebbe il suo (lento) corso. Può darsi, allora, che il sindaco si riferisca alle spese che il comune dovrebbe pagare al proprio avvocato per la presentazione dell’istanza, ma ben difficilmente potrebbero superare la somma di €. 200,00-300,00. Se si pensa che il comune ha già stanziato/pagato €. 3.000,00 all’avv. Zanchi per il ricorso, come si può pensare che alcune centinaia di euri siano una cifra tale da impedire di cercare di arrivare a una soluzione rapida della vicenda, considerata la posta in gioco?
      3) “Non c’è alcun motivo oggi … di accelerare i tempi di una decisione che riguarda escavazioni che sono lontane dal divenire reali”
      Questa frase è inspiegabile. I motivi per accelerare la decisione ci sono, ci sono eccome, dato che l’annullamento dell’ampliamento renderebbe nuovamente libero il passaggio del tracciato della tangenziale. Se tra le opere complementari alla Pedemontana venisse in qualche modo ricompresa anche la tangenziale di Spresiano e, di conseguenza, si rendessero disponibili i fondi, il Sindaco cosa direbbe? “No, non vogliamo i soldi perché tanto non sappiamo dove far passare la tangenziale, dato che Nervesa non vuole la parte nord e non riteniamo che ci siano i motivi per accelerare la decisione sull’ampliamento della cava Borgo Busco”? Ma stiamo scherzando?
      In attesa che vengano date risposte più convincenti, io continuo a ritenere che il comune di Spresiano non abbia un solo buon motivo per comportarsi così, e che ne abbia invece 700.000,00 di cattivi – e l’accordo con Mosole, nella parte in cui si rinuncia espressamente alla sospensiva (che magari non sarebbe stata concessa, ma avrebbe potuto portare a una pronuncia in forma semplificata – e rapida! – nel merito), dal mio punto di vista ne è una conferma.
      A meno di repliche, chiudo qui la questione e ringrazio per lo spazio concessomi.
      Paolo Tagliapietra

  10. Paolo Tagliapietra

    Rispondo a Remigio e torno sull’argomento tangenziale.
    In generale, qualsiasi amministrazione provinciale si guarda bene dall’impegnare denaro nella realizzazione di opere viarie per le quali non c’è accordo tra i comuni interessati.
    Nel nostro caso, il cosiddetto “tracciato nord”, presentato dal sindaco di Spresiano nell’oramai famosa riunione pubblica, andava a terminare nel territorio di Nervesa, comune già gravato da un pesante flusso veicolare – ed infatti il sindaco Berton, oltre a manifestare stupore per quello che, evidentemente, era un progetto non concordato, ha espresso immediatamente e pubblicamente la propria contrarietà.
    Se a questo aggiungi che il sindaco di Nervesa è un esponente dello stesso partito del presidente della provincia, è ovvio che quest’ultimo cercherà non solo di non contrariare il sindaco, ma anche di dirottare il denaro verso progetti diversi e comuni amici.
    E’ una logica che non mi piace, ma non possiamo fare finta che non sia così.
    Quale la soluzione?
    A mio modo di vedere, l’unica possibilità (tralasciando l’ipotesi dell’autostrada aperta) è quella di “riportare” il tratto nord della tangenziale interamente all’interno del comune di Spresiano e, per fare questo, sarebbe necessario impedire l’ampliamento della cava Borgo Busco.
    Come saprai, il comune di Spresiano ha promosso un giudizio contro l’ampliamento (inizialmente come ricorso straordinario al Capo dello Stato e poi trasposto al T.A.R. di Venezia) che, però, è ancora ben lungi dall’arrivare a sentenza.
    A parte il fatto che, dopo aver letto gli atti, lo ritengo infondato (ma sarei ben felice di sbagliarmi), io sono convinto che, una volta fatta una scelta, si debba cercare di arrivare alla fine nel minor tempo possibile – ma il comune di Spresiano evidentemente non è dello stesso avviso, dato che non ha mai presentato “istanza di prelievo”.
    Cos’è l’istanza di prelievo? Detta per sommi capi (riporto la definizione data da Wikipedia), è “un’azione tipica del processo amministrativo, il cui scopo è sollecitare il giudice affinché anticipi l’udienza di discussione del ricorso”.
    Puoi controllare lo stato del procedimento su internet seguendo queste istruzioni: 1) Digita l’indirizzo http://www.giustizia-amministrativa.it 2) Nel menù di sinistra, clicca su T.A.R. 3) Nella pagina che si apre, clicca su Venezia; 4) Poi clicca su ricerca ricorsi 5) Infine inserisci anno 2010, n. 1546 e conferma.
    Nella pagina che si aprirà, noterai che a fianco della dicitura “istanza di fissazione” non c’è nulla, mentre a fianco di “istanza di prelevo” c’è un NO.
    A questo punto io mi faccio delle domande:
    1) Perché il comune di Spresiano non manifesta alcuna fretta nel cercare di arrivare il prima possibile a sentenza?
    2) Se si fosse proceduto subito a depositare istanza di prelievo e si fosse arrivati a sentenza favorevole in tempi brevi, recuperando la possibilità di far passare la tangenziale interamente nel comune di Spresiano, l’opera non avrebbe avuto maggiori possibilità di essere inserita nel piano triennale della provincia?
    3) Nella lista degli atti depositati, a cosa si riferisce la voce “Comunicazione” del comune di Spresiano dell’8/9/2010 (se, come penso, si tratta della rinuncia alla sospensiva, i tempi non collimano con quelli della convenzione con Mosole, sottoscritta mesi dopo)?
    E’ una vicenda sulla quale deve essere fatta chiarezza.
    Paolo Tagliapietra

    • genitorispresiano

      Ringrazio Paolo per il suo contributo di pensiero e per le informazioni utili riguardante la “famosa” tangenziale risolutrice, per molti, delle problematiche della viabilità e dell’inquinamento che non soffoca solo la scuola primaria e quella dell’infanzia ma l’intera Spresiano. Le domande che si pone lo scrivente mi sembrano legittime e meritevoli di approfondimento. Spero che qualche altro cittadino ci aiuti a capire meglio come si stà evolvendo la questione “tangenziale”, visto che ad oggi risulta essere solo una chimera. Inviterei Paolo ad esprimere un’opinione riguardo l’utilità e la fattiblità del blocco del traffico pesante sulla via Montello (strada dove sono ubicate le due scuole sopracitate), per attenuare l’inquinamento acustico ed atmosferico che, per quanto riguarda quest’ultimo, ha raggiunto livelli eccezionali (basta aggiungere il 12% ai valori di PM10 registrati a Treviso, facilmente visionabili sul sito dell’ARPAV: http://www.arpa.veneto.it/bollettini/htm/rete_pm10_details.asp?grafico=14)
      Gianni Gargano

  11. Comunicato adesione Appello su Pedemontana
    http://sdallagata.wordpress.com/2012/01/15/comunicato-adesione-appello-su-pedemontana/

    I Circoli Legambiente di Treviso e di Trevignano aderiscono all’appello promosso dal “Comitato Difesa Salute Territorio Valle Agno Malo” e chiedono il rispetto della sentenza del TAR del Lazio che dichiara illegittima la nomina del commissario governativo nominato alla grande opera impropriamente chiamata Superstrada Pedemontana Veneta.

    Legambiente ribadisce la propria contrarietà a sistemi di appalto che negano la partecipazione democratica dei rappresentanti dei territori, per cui in nome di presunte urgenze si saltano le procedure ordinarie.

    Emerge con nettezza come le procedure d’urgenza, con una progettazione fatta sulla carta senza un necessario approfondimento delle criticità presenti nel territorio e possibili conflitti con il tracciato abbiano portato a scelte operative che appaiono fuori dalla logica del comune buonsenso: un Modello di Viabilità vecchia e obsoleta, un’autostrada rigida con pochi accessi, lontana dai centri di traffico e con continue interferenze ambientali.

    In che modo giustificare l’attraversamento di zone soggette a tutela paesaggistico ambientale come l’area di Villa Agostini Tiretta a Giavera, o la colpevole indifferenza alla tutela della salute?

    Emblematica è la scelta di posizionare all’interno di una zona comprendente una cava e due discariche esaurite (tra i Comuni di Spresiano e Villorba) il Casello/Barriera per l’Autostrada A27, con la conseguenza di dover esporre la popolazione alle polveri e quant’altro verrà liberato dalle operazioni di scavo.

    Si tratta inoltre di un’opera che oltre a devastare in modo irreversibile un territorio fortemente antropizzato e con un’alta polverizzazione costruttiva, non risolve neanche il problema della viabilità locale che oggi si presenta lento e fortemente inquinante.

    Il caso del Montebellunese (la cui logica si ripropone modularmente su tutto il tracciato del Vicentino e Trevigiano) è dimostrativo di un’opera fortemente invasiva e lontana dalla risoluzione dei problemi viari locali e in un territorio di pregio ambientale, ancora pressoché intatto e caratterizzato dalla presenza di grandi aziende agricole e da colture specializzate.

    Tagliare e deturpare questo corridoio compreso tra i centri urbani dei Comuni di Montebelluna sud e Trevignano nord significa privare il territorio degli ultimi resti della propria coscienza storica, condannando l’area al conseguente degrado di una periferia urbana.

    Perché pagare enormi sacrifici in termini di inquinamenti acustici, atmosferici, spreco di territorio (autostrada e circonvallazione corrono parallele e pochi distanti) per una servitù di passaggio che collega Lisbona a Kiev?

    Invitiamo le comunità locali a mettersi al più presto in gioco in modo da far rivedere integralmente questo progetto e a chiedere invece una strada al servizio nel nostro territorio.

    I Circoli di Legambiente di Treviso e Trevignano

    Il testo dell’appello

    http://difesasaluteterritorio.blogspot.com/2012/01/comunicato.html

  12. luca

    Le immagini tremende della tragedia in Liguria sono sicuramente di una situazione ambientale fragile molto diversa dal nostro territorio.
    A Spresiano però non vedo mai fare pulizia di canali e tombini. Propongno atteverso questo spazion virtuale di sensibilizzare l’Amministrazione comunale a programmare questi interventi….come si dice, meglio prevenire

  13. Mariangela

    Bè ragazzi, che emozione stamattina vedere tutte quelle giacchine arancioni arrivare in fila indiana davanti alla scuola,e ancora di più essere stati accolti in pompa magna da tutto il plesso, Sindaco compreso.
    E che bello vedere i bambini così felici di fare una passeggiata tutti insieme e vedere che piano piano il serpente si allungava sempre più.Cantavano, ridevano, salutavano…e in tanti guardavano con curiosità e un pizzico di allegria questa cordata colorata snodarsi lenta per il paese. E la cosa ancora più bella è che…… domani si riparteeeee. Buon Pedibus a tutti

    • safia

      vero è stata una bella cosa . ed è stato anche bello quando sono andati con i mantellini blu. Buon proseguimento !

  14. mauro

    L’omertà e’ un brutta cosa e non e’ un buon segno….

  15. Remigio

    Però… non male, il Muraro conferma tutto quello che è un raccontatore…..
    Leggo in facebook che un assessore replica all’articolo della tribuna ma in 3/4 giorni non mi sembra che sia uscito un’articolo chiarificatore da parte della nostra Amm. Comunale strano…..di Piave-lucciole domeniche ecologiche si è sempre letto qualcosa ma una smentita a quel articolo il nulla. “Chi tace non dice niente…..”Neppure le opposizione hanno chiesto informazioni, auspicherei una richiesta da parte loro di un nuovo Consiglio Comunale a riguardo.
    Conunque sono sempre tre le “strade” che l’A.M. può intraprendere “finanziare interamente l’opera, fare installare gli impianti di depurazione dell’aria alla materna e alle elementari, o bloccare con la delibera comunale “già pronta” a detta di Sindaco e Vice Sindaco il traffico a mezzi ero 0-1-2-3 che costerebbe il famigerato “muro contro muro” non auspicato dal sindaco,ma che romperebbe le scatole agli “amici” del “raccontatore”.
    un genitore prossimo all’indignazione

    • giovanni pasin

      prefazione:in questo blog leggo molte opinioni in merito a vari argomenti, a volte non concordo totalmente su quanto scritto, ma sento che ci sia tutela e ricerca della verità, si cerchi di portare equilibrio e analisi. se ciò non fosse il blog non avrebbe seguito perché tendenzioso. Un mio parere personale, vivendo in un paese ancora a contatto di cittadino basterebbe chiedere informazioni direttamente alle persone e si avrebbero risposte rapide.
      Risposta: ciao Remigio, ho piacere di risponderti perché per quanto ti conosca ti considero persona disponibile ad impegnarti nella società oltre che equilibrato nei giudizi; capisco che non ottenendo risposte puoi arrivare all’indignazione, sono simile in questo.ti rispondo è vero ad oggi non c’è ancora la smentita. la smentita per cancellare qualsiasi dubbio deve essere congiunta provincia comune, e i tempi sono più lunghi. Concordo senza che tu me lo faccia notare, che non c’è logica nella “lungaggine”…ma questa è la realtà e i fatti…dovrei indignarmi anch’io. ti giro la domanda perché il gazzettino e il corriere del veneto non hanno inserito nessun articolo?eppure la notizia della bocciatura della tangenziale è un’ottimo pezzo da vendere, anche da inserire ad antenna tre. ti assicuro come già da te evidenziato e da me scritto su fb che non passa settimana sul nostro impegno. lo stesso vale per il traffico limitato. ci sono dei protocolli, delle lettere e dei tempi amministrativi da rispettare. ti confermo, se ci fossero delle perplessità, che ad oggi la tangenziale resta una priorità e non è stata bocciata.credo che con la nostra amministrazione ci sia stato un cambio nel modo di porsi difronte ai problemi e alle esigenze. A volte riusciamo in poco tempo a dare risposta alla nostra azione, a volte per tempi tecnico-amministrativi e di interposizione con altri enti il tempo è lungo, alcune volte volte vogliamo essere sicuri della nostra idea e non vogliamo scrivere ciò che ci piacerebbe ma che in pratica non possiamo fare.io sono molto critico con certi giornalisti che scrivono mezze verità solo per lo scoop, e quando gli invii un comunicato stampa ti scrivono solo le parti che vogliono, distorcendo la risposta. credimi si fa meglio a evitare di rispondere. Chiudo ripetendomi, se la notizia fosse fondata oltre ad articoli su tutti i giornali ci sarebbe stata l’indignazione delle opposizioni e della gente comune.ti anticipo, se non sei al corrente, che in queste settimane radio bar sta spargendo la voce che ci siamo aumentati lo stipendio (falsità inaudita che se credi ti spiego) e che i carabinieri andranno via senza che l’amministrazione stia facendo nulla per trattenerli. Invidio quei comuni che hanno un addetto stampa.ciao e alla prossima

  16. Muraro come il Mago Silvan
    http://sdallagata.wordpress.com/2011/10/14/muraro-come-il-mago-silvan/
    Come volevasi dimostrare, e come avevamo denunciato in campagna elettorale, sulla Tangenziale di Spresiano da parte del Presidente della Provincia di Treviso sono state fatte promesse da marinaio, o meglio promesse da politicanti.
    Ecco ciò che il presidente Muraro dichiarava durante la campagna elettorale:
    “ Il tracciato è in linea di massima deciso, ora bisogna passare alla progettazione (…) Per il finanziamento serviranno 5/6 milioni di euro che verranno ricavati nel piano triennale.”
    Strano ma, come in un gioco di prestigio del mago Silvan, questi soldi promessi sono spariti . Nello schema di piano di opere pubbliche per il prossimo triennio, di recente licenziato dalla Giunta Provinciale, non vi è infatti traccia dell’opera pubblica annunciata.
    Che fine ha fatto la promessa di ricavare dal Piano triennale i fondi per la sua costruzione?
    Non nè possibilie che la colpa sia sempre di altri: Roma ( il federalismo fiscale puro e semplice aumento di tasse in provincia ), gli avversari politici ( infatti sono 4 mesi che PDL e Lega litigano tra di loro), i comitati (gli unici che spesso cercano di dare un concreto contributo per la salvaguardia dell’ambiente).
    È vergognoso che si prendano in giro le Amministrazioni e anche i cittadini promettendo di tutto e di più, ben sapendo di non essere in grado di ottemperare alle promesse fatte.
    Per quanto riguarda la “sua” squadra …beh onestamente se dovessimo classificarla in un ipotetico campionato di calcio, ormai la giunta LEGA e PDL lotta ormai per la retrocessione in serie B .
    E alla fin fine resta ben chiaro quale sia la capacità di fare squadra tanto sbandierata da Muraro e dalla sua maggioranza: “parole, son soltanto parole” cantava Mina…
    Luigi Amendola – Capogruppo SEL Provincia Treviso

    Stefano Dall’Agata – Resp. Comunicazione Fed. SEL Treviso

    • genitorispresiano

      La Provincia ha cancellato la tangenziale di Spresiano
      13 ottobre 2011 — pagina 22 sezione: Nazionale
      Durante l’amministrazione Belliato la tangenziale era arrivata ad ottenere un’approvazione definitiva. Poi fu la Regione, stesso ente che l’aveva approvata, ad ampliare al discarica Borgo Busco, invadendo il sedime della tangenziale. Da quel momento tutto è ripartito da zero. Al momento il tracciato sud prevede un arco stradale che si snoderà dalla rotonda di via Montello a Spresiano verso sud fino ad incontrare la Pontebbana nei pressi dell’Odissea. I problemi invece sorgono per la parte nord. Missiato ha proposto alla Provincia di rispolverare il progetto di Pontebbana bis. SPRESIANO Con eccessivo ottimismo qualcuno si era spinto ad annunciarne la costruzione in tempi brevi, poi con un po’ più di realismo si era cominciato a parlare di 2012/2013. Alla fine dal piano opere pubbliche della Provincia emerge la verità: almeno fino al 2015 la tangenziale di Spresiano non verrà realizzata. Almeno che il Comune non trovi le risorse per finanziarla “in toto”, ma è la stesso esecutivo ad affermare che ciò non è assolutamente possibile. Per l’amministrazione è stata un’autentica doccia fredda, anche perché i rapporti tra l’ufficio tecnico del comune di Spresiano e quello del Sant’Artemio non si sono mai interrotti. E il fatto, dai più, era stato interpretato come un segnale che la nuova strada era veramente una priorità, anche per la Provincia. «Appena l’ho saputo ho parlato con Muraro e con Contarin – spiega il sindaco di Spresiano Riccardo Missato – mi è stato detto che non è inserita nel piano perchè nel documento indicano solo le opere che vengono finanziate esclusivamente dalla Provincia). E allora da chi viene finanziata? «Al momento non lo so». In sostanza, da qualsiasi parte la si voglia guardare, i soldi per realizzare la tangenziale di Spresiano non ci sono. Non risulta un solo documento che dimostri il contrario, «ma mi hanno assicurato che resta un priorità. Se entro breve non ci saranno azioni concrete, allora interverremo», prosegue Missiato. L’amministrazione comunale per il momento non vuole ancora andare al muro contro muro con la Provincia, anche se i risultati della diplomazia fino ad ora non sono stati certo molti. Sulla decisione della giunta Muraro ha certamente influito la spaccatura tra Comuni sul tracciato. Solo su metà di esso c’è un accordo di massima, perché per pochi metri il tracciato finisce nel territorio comunale di Arcade. Tra l’altro il sindaco Domenico Presti ha più volte ribadito di essere disposto a non ostacolare la progettazione della tangenziale, solo se tracciato sud e nord verranno realizzati insieme. Ma la parte nord è fortemente osteggiata dal sindaco di Nervesa Fiorenzo Berton che di dare parte del territorio comunale alla nuova strada non ne vuole nemmeno sentir parlare. A ciò va poi aggiunga una progettazione ferma ancora allo stadio preliminare. Lo stesso Muraro a febbraio aveva assicurato che i sei milioni necessari alla costruzione della parte sud sarebbero stati ricavati dal piano triennale delle opere pubbliche. Qualche intervento però è stato sacrificato. Ma che fosse la tangenziale di Spresiano, Missiato proprio non se l’aspettava.

    • Mariangela

      Vediamo se adesso l’amministrazione comunale avrà il coraggio di prendere decisioni drastiche, io nutro qualche dubbio!
      Mariangela

      • genitorispresiano

        Beh, a questo punto noi dell’associazione gradiremmo che coloro che godono di competenza, coerenza e buon senso cominciassero a darsi da fare, magari spiegando ai cittadini,proprio su questo blog, come veramente stanno le cose e come hanno intenzione di proseguire.

        Vedremo….

    • Mauro

      Grande Dall’Allagata….. Come al solito usa questo blog x pubblicizzare il suo movimento politico…. Complimenti vivissimi….A già dimenticavo lei e’ quello che a domande precise non risponde…. Spero che pochi ci caschino visto che già in molti sono caduti nella trappola di credere che l’attuale Amministrazione Comunale prometteva di risolvere il problema inquinamento davanti alle nostre scuole e che adesso invece cade dalle nuvole….Si sono presentati ad un incontro sulla viabilità di Spresiano con una cartina disegnata da un pennarello tracciando un ipotetica “tangenziale” che esisteva solo nei loro sogni…..chi deve sapere come sono i progetti del territorio se non chi ci Amministra????
      Mi chiedo ma ci fanno o ci sono???
      Ancora complimenti ai nostri Politici….

      • giovanni pasin

        mi intrometto. l’amministrazione non può rispondere in un blog.l’amministrazione risponde in comune, in consiglio comunale oppure se lo ritiene e se gli viene richiesto tramite il sindaco o gli assessori delegati in una riunione. se io rispondo nel blog lo faccio a titolo personale, seppur con le stesse idee della giunta e/o dei consiglieri.saluti.

  17. Mariangela


    Speriamo che anche a Spresiano il pedibus diventi una realtà! Un grazie sincero a Manuela per l’impegno profuso! VIVA IL PEDIBUS

    • genitorispresiano

      Siamo sicuri che il Pedibus a Spresiano, non solo nascera’, ma sara’ un successone. Cio’ grazie a tutti coloro che ci credono ed hanno speso tempo ed energie. Grazie alla Manuela che ha agito in prima persona, ed a tutti coloro che la hanno aiutata e coadiuvata. Grazie anche al Comune che ha permesso tutto cio’. A presto, allora.

    • Dopo quello che ho letto volevo fare solo delle considerazioni personali…
      E’ da 4 anni che porto i miei bambini a scuola a piedi visto che abito a 300 metri e credo che l’idea del Pedibus sia bella ma ci sono secondo me delle contraddizioni. State combattendo per l’inquinamento di fronte alle scuole e portare i bambini a piedi non mi sembra una gran buona idea visto quello che vanno a respirare. Le strade a Spresiano non sono così sicure in fatto di viabilità pedonale e questo può essere un problema anche per l’adulto che si mette a disposizione e si assume la responsabilità del Pedibus. Non ultimo il servizio non mi sembra tanto garantito, perché è vero che i bimbi vanno a scuola a piedi ma con cosa tornano se il ritorno del Pedibus non è previsto? I genitori dovranno andare a prendere i loro figli a scuola in macchina e la situazione di traffico davanti alles scuole in quel momento sarà disastrosa. Attendo gli sviluppi sperando di ricredermi sulle mie opinioni. In bocca al lupo

      • Mariangela

        Ciao Ivan, allora partiamo dall’inizio: è vero che l’ aria non è certo salubre e non solo vicino alle scuole ma intanto incominciamo a lasciare a casa qualche macchina e piano piano cominciamo a condividere una nuova filosofia di vita, si comincia sempre da piccole cose che poi messe tutte insieme producono grandi risultati. Per quanto riguarda la sicurezza stradale sono i vigili a certificare la sicurezza di un percorso e se questo non è idoneo la linea pedibus non parte. Per tutto il resto ti invito martedì sera alla serata che si terrà presso le Scuole Medie avrai tutte le delucidazioni del caso e per rispondere a tutte le perplessità che i genitori esprimeranno. Desidero farti presente che in tanti comuni il pedibus è già una realtà consolidata. A Spresiano lo diventerà sicuramente perchè siamo convinti che tante famiglie aderiranno al progetto, ci farebbe molto piacere se fra queste ci fossi anche tu.
        Mariangela

  18. Teresa Maria Campione

    vorrei dire a tutti i politici che la loro deve essere una missione e che per quanto mi riguarda si dovrebbero accontentare di uno stipendio di impiegato statale e rinunciare di conseguenza a tutti i privilegi di cui si avvalgono. Teresa Maria Campiona

  19. elena concetta terranova

    Sono una cittadina di un comune della Sicilia, Niscemi (CL). Nel nostro paese, abitato da circa 30mila abitanti, è stato deciso di impiantare una base MUOS ( Mobile User Objective System), cioè un sistema di comunicazione satellitari ad altissima frequenza. Altre basi americane, e in specifico tre, di questo tipo sono site in luoghi desertici, o comunque non abitati né da animali né tanto meno da persone. Il luogo dove è stato deciso di impiantare questo ”MOSTRO”, così denominato da noi cittadini, distruggerebbe tutta la flora del nostro territorio, nonché quella di tutto il comprensorio. Infatti Niscemi possiede delle ricchezze floristiche in assoluto più belle e antiche della Sicilia, in quanto si trovano querce antichissime e di grande diametro. Non si può distruggere tutto questo, è ora che ci vengano in aiuto associazioni ambientaliste per far fronte a questa ”STRAGE” di qualunque forma di vita umana. Vi prego pertanto di analizzare questa situazione. Grazie in anticipo

    • genitorispresiano

      Cara Concetta,

      grazie per aver scritto in questo blog e perdona la risposta tardiva dettata da assenza per…ferie.
      Leggo che mi parli di installazioni miitari emettenti microonde ovvero onde elettromagnetiche in generale. Questo tipo di emissioni e’ soggetto a limitazioni imposte per legge. Inoltre ogni progetto deve obbligatoriamente comprendere uno studio di impatto ambientale. Come succede nel nostro caso (inquinamento atmosferico/acustico) ti consiglio di metterti in contatto con la vostra agenzia regionale (la nostra e’ l’Arpav) ed iniziare a sentire cosa ne pensano loro. Buona cosa sarebbe contattare qualche dottore universitario esperto del settore, organizzare incontri per la cittadinanza in collaborazione con il Comune per esempio. Fare informazione insomma. Ultima spiaggia sono le azioni legali e l’interessamento delle commissioni competenti a Bruxelles.
      Create un bel gruppo, diffondete le informazioni alla cittadinanza, sfruttate internet ed i social network.
      In bocca al lupo.

  20. luca

    Sensibilizziamo l’amministrazione comunale di Spresiano ad un utilizzo pù consapevole delle piste ciclabili esistenti (quella realizzata in via Croda Granda è sempre occupata da auto in sosta, camion di fornitori ecc.) e a realizzarne di nuove.

    • genitorispresiano

      Cosa avresti in mente Luca?

      • luca

        Beh prima di tutto fare un controllo del territorio sanzionando coloro che occupano la sede ciclabile con auto, camion ecc.. Quindi intanto partire da quelle che ci sono valorizzandole e segnalandole adeguatamente. Per questo si potrebbe segnalare con foto tutte le situazioni “irregolari” che possono anche comprendere ostacoli fisici artificiali e/o naturali.
        Sarebbe opportuno che venisse fatto un censimento dei percorsi esistenti verificando se sono o no adeguati alle esigenze dei cittadini e se sono a norma. Poi introdurre nuovi percorsi ciclabili di collegamento dai principali servizi (ad es. percorso casa-scuola, casa-minicipio, poste ecc.)

  21. Ciao gente, mi chiamo Angela, sono al mio primo intervento in questo blog, e vorrei riaccendere le attenzioni sull’ecologia, un tema a me personalmente molto a cuore.

    È un concetto del secolo XXI, l’era del riscaldamento globale, nella quale la questione ambientale non è più confinata alle ruote degli ecologisti, per occupare le tavole di architetti e gente “comune” di varie classi sociali, senza distinzione di razza, religione e interesse politico, un concetto di primaria importanza e non solo nei paesi europei e negli Stati Uniti, ma anche nei paesi in via di sviluppo, come è il caso del Brasile ad esempio…

    Risparmio Energetico, Riduzione Gas Serra, Bioedilizia…

    Si tratta di un imperativo del tempo in cui viviamo, la necessità di sviluppare una coscienza ambientale in grado di cambiare abitudini che hanno un impatto sulla conservazione dell’ambiente.

    p.s scusate per gli errore che probabilmente troverete nei mie testi, cerco di fare il possibile per scrivere in modo corretto sia grammaticalmente che ortograficamente, non sono di madre lingua italiana e quindi quando trovate i miei errore, cercate di scusarmi… (Accetto comunque segnalazioni e consigli)

    Grazie, spero che abbiate gradito il mio intervento!

    Angela

  22. MAURO

    Vi volevo chiedere se avete per caso ricevuto i dati o notizie sulla rivelazione effettuata con le centraline fisse per misurare la concentrazione del pm10 dopo la stesura del manto stradale fotocatalitico.
    Un saluto,Mauro.

    • genitorispresiano

      Sappiamo che gli esiti delle rilevazioni effettuate dalla ditta in prossimità della scuola primaria, sono stati già da qualche mese recapitati al Comune di Spresiano. Abbiamo da tempo richiesto di conoscere o, almeno, prendere visione dei risultati. Ad oggi siamo ancora in attesa di ricevere riscontro. Sarà nostra cura, una volta ricevuti, di rendere pubblici i dati attraverso questo blog.
      Salutoni
      Gianni

  23. Mauro

    E’ da molto che non leggevo ne scrivevo qui e, a parte qualche discussione su altri argomenti ,ho visto che il tema “inquinamento e blocco traffico pesante” non è piu’ stato toccato.
    Vorrei porvi 2 semplici domande se posso e mi è concesso.
    Per la problematica sopra citata,avete qualche novità?
    Dopo gli interventi “dovuti” dell’attuale Amministrazione le cose sembrano aver preso le vie del silenzio….come mai? Siamo di nuovo punto e a capo?

    • genitorispresiano

      Mauro le tue domande sono più che legittime e, anzi, mi danno l’occasione di comunicare a tutti coloro che, come te, sono interessati e seguono da tempo le ben note problematiche, lo stato dei lavori.
      Nella pagina iniziale del blog (Chi siamo) troverai l’ultima nostra lettera sull’argomento indirizzata al Sindaco, al Presidente della Provincia, al Prefetto e alla Procura di Treviso, con la quale si reiterano una serie di richieste e, tra queste, il blocco del traffico pesante lungo via Montello (SP 57). La lettera è stata recapitata al Comune di Spresiano l’11 aprile scorso e nei giorni successivi sono giunti via posta ai rimanenti indirizzi.
      Ad oggi non abbiamo ricevuto alcun riscontro.
      Noi riteniamo gli interventi fin qui effettuati (messa in sicurezza della strada adiacente l’asilo, messa in posa dell’asfalto fotocatalitico e il limite di velocità a 30 km/h davanti la scuola primaria) importanti, ma insufficienti se continuano a transitare, con una certa frequenza e a poca distanza dalle scuole, mezzi pesanti che sappiamo portano quei gravi problemi di inquinamento acustico ed atmosferico (oggettivamente dimostrati) che tanto danneggiano la salute dei giovani alunni delle scuole e non solo. Il problema della sicurezza derivato dall’ingombro dei grossi mezzi su una strada tanto stretta, rappresenta anch’esso di urgente soluzione.
      E’ evidente che non ci fermiamo qui.
      Tra breve chiederemo un incontro col Prefetto di Treviso, nello stesso tempo seguiremo la strada che non avremmo mai voluto intraprendere: quella legale.
      Saluti
      Il Presidente
      Giovanni GARGANO

      • mauro

        Ringrazio per la completa risposta anche se purtroppo devo constatare che nulla e’ cambiato. Anche questa Amministrazione e per primo il nostro sindaco,che in campagna elettorale andava a sventolare il problema citato come risolvibile se veniva eletto,non fà ne farà nulla per risolverlo, tante belle e inutili parole sprecate al vento.
        Ricordo che in campagna elettorale c’era qualcuno che voleva risolvere il problema spostando le scuole da un’altra parte pero’ a tanti questa soluzione sembrava una follia. Ho visto invece l’avete messa come alternativa alla soluzione nella lettera che avete spedito….io personalmente credo sia l’UNICA SOLUZIONE ADOTTABILE ormai.
        Un saluto.

      • genitorispresiano

        Mauro se leggi con più attenzione la parte finale della lettera : “- di voler prevedere una nuova collocazione della scuola primaria di Spresiano e l’istituzione di un asilo comunale in luoghi salubri e sicuri, per tutelare la salute psico-fisica degli alunni, qualora non vi sia possibilità di accoglimento delle predette richieste.”, risulta essere evidente la provocazione anche se, in un Paese come il nostro, è più facile costruire una nuova infrastruttura (forse perchè c’è un bel giro di denaro pubblico da gestire?) che impedire il transito dei mezzi pesanti davanti alle scuole e nel centro abitato (forse perchè si và contro certi interessi?).
        Ti assicuro che andremo avanti.
        Saluti
        Giovanni GARGANO

  24. genitorispresiano

    Segnalo la seguente lettura:

    Giocare ai giardinetti. Un diritto da tutelare
    A piedi nudi nel verde, quando gli spazi urbani aiutano a crescere.

    Anna Oliveiro Ferraris e Albertina Oliveiro, madre e figlia docenti universitarie, l’una di psicologia l’altra di filosofia, entrambe impegnate, andando oltre l’ambito dell’insegnamento, sul fronte della tutela e della promozione di quegli ambienti urbani destinati alla vita comune e all’aria aperta. In due parole, spazi verdi, oasi cittadine sempre più rare, cancellate dal cemento e sostituite dalla sedentarietà. Il mito da sfatare è quello per cui i bambini di oggi sarebbero internauti tecnologicamente avanzati, ormai disinteressati al gioco libero e ai giardinetti. La domanda a cui rispondono le due autrici è dunque: “è proprio vero che le attività ludiche negli spazi verdi sono sorpassate?”.

    Il responso è un perentorio “No”, illustrato per filo e per segno nel saggio “militante” A piedi nudi nel verde (Giunti editore, 256 pag, 10 euro), dal sottotitolo “Giocare per imparare a vivere”. Un vademecum indirizzato a genitori, amministratori, insegnanti, urbanisti, pediatri e politici, quel corpo sociale che dovrebbe assumersi la responsabilità di favorire la diffusione di spazi pubblici e attività necessarie per la crescita dei più piccoli, dal punto di vista esperienziale, emotivo e psicologico, ma anche di una coscienza – almeno un po’ – ambientalista. Dissertando di diritti, testimonianze, studi di specialisti, case histories e rapporti sull’infanzia, il volume evidenzia la centralità della questione sullo sviluppo di ogni singola persona. E, di riflesso, sulla società tutta.

  25. La Pedemontana e la discarica di Lovadina
    Pubblicato il 20 giugno 2011 da Stefano Dall’Agata
    La Superstrada Pedemontana è un’opera che nasce male, scavalcando le reali esigenze di mobilità del territorio trevigiano e vicentino, in funzione di interessi esterni ad esso, con un sistema di appalto che tende a socializzare le perdite e privatizzare gli utili, e con una progettazione fatta sulla carta senza un necessario approfondimento delle criticità presenti nel territorio e possibili conflitti con il tracciato.
    Nello scorso mandato al Consiglio Provinciale abbiamo più volte posto la questione dell’attraversamento dell’area su cui insiste una discarica, nel territorio del Comune di Spresiano in località Lovadina, senza avere risposte soddisfacenti.
    Ritenendo che la questione non possa essere sottovalutata il Consigliere Luigi Amendola del Gruppo Sinistra Ecologia Libertà ha presentato l’interrogazione allegata.
    Stefano Dall’Agata
    Resp. Comunicazione Sinistra Ecologia Libertà
    Federazione di Treviso

    Treviso, 20 giugno 2011
    Alla C.A. attenzione
    del Presidente del Consiglio Provinciale
    Interrogazione a risposta scritta
    Considerato che il tracciato della Superstrada Pedemontana prevede l’attraversamento dell’area di una discarica sita nel Comune di Spresiano in località Lovadina, e che motivi strutturali alla stabilità della costruenda arteria richiedono una bonifica anche parziale del sito.
    Si chiede se all’Ente Provincia vi sia documentazione rispetto alla qualità dei rifiuti che sono stati sepolti in detta discarica, se siano state fatte verifiche (carotaggi) di quali inquinanti siano presenti. Si chiede inoltre se sia a conoscenza delle quantità di materiale che dovranno essere rimosse e spostate, e se e quali rischi per la salute dei cittadini residenti possano esservi a causa della movimentazione dei materiali, con annessa sollevazione di polveri.
    Il Consigliere
    Luigi Amendola

  26. Fabrizio

    Un video sconcertante su youtube, testimonia ancora una volta quanto la televisione italiana sia più interessata a far sapere agli utenti quale collare comprare al proprio chiwawa piuttosto che informare su questo incidente gia’ a livello 4 in attesa del peggioramento dell’inondazione!


    Fabrizio

  27. alessandra r.

    Mi sono dispiaciuta per alcuni toni poco edificanti negli ultimi post: questo blog mi è simpatico, se non erro è l’unica piazza virtuale in Spresiano ed è buona cosa che inneschi confronti dialettici. Tutto ciò è arricchente proprio grazie alle personalissime opinioni spesso opposte, comunque legittime…purchè smuovano energia positiva.
    Una replica al post di Paola sugli errori grammaticali: l’ho percepita come una battuta irritante; mi pare superfluo puntualizzare che scrivere a video, magari la sera dopo una giornata intensa e stressante, porta tutti a inevitabili errori di battitura per stanchezza della vista e quant’altro. Non inaspriamo inutilmente i toni….detta con simpatia, Paola, non volermene.
    Invece tanti sono gli spunti per altre osservazioni:
    Si ha sempre paura di cadere nella politica: ma l’essere umano è un animale politico fin dai tempi delle caverne, semmai il punto sta nella buona politica che è un altissimo ideale della nostra esistenza, come sosteneva Platone. Declassare la politica, come oggi si fa, equivale a indurre i giovani e gli onesti ad allontanarsi dalla politica stessa. In fin dei conti, i nostri politicanti hanno preso terreno perché gli onesti gliel’hanno ceduto.
    Rispondo anche ad Andrea (non so chi sei) che mi ha interpellata: non comprendo in che senso contesti la modalità dello sciopero dato che lo sciopero per sua natura conosce un’unica modalità: l’astensione dal lavoro e, di conseguenza, la mancanza dei servizi ad esso connessi. È pur vero che non tutte le professioni possono servirsi dello sciopero. Ogni categoria ha i suoi pro e i suoi contro: i dipendenti non si assumono rischi, ma pagano le tasse (consentimelo) fino all’ultimo centesimo, in cambio di uno stipendio quasi da fame. Diversamente, questi altri hanno un’autonomia che comporta grossi rischi da un lato, ma anche benefici e gratificazioni dall’altro. Non mi interessa entrare in questo dibattito, mi interessa, invece, sottolineare che siamo tanti e siamo vari e che ciò che conta è essere cittadini onesti e lavoratori coscienziosi. E’ la singola persona che fa tanta differenza. Io sono una dipendente e, cosa ancor peggiore, dipendente di pubblica amministrazione! Appartengo alla quella categoria di privilegiati-raccomandati-sfaccendati che il ministro Brunetta ha particolarmente demonizzato. Non voglio qui fare un’apologia del mio mestiere o del mio personale modo di esercitarlo. Ti dico solo che oggi è tanto dura anche per noi – perlomeno nei piccoli enti ancor più se in Settentrione – nonostante le apparenze e tanti luoghi comuni e semmai, davanti ad una birra fresca, posso chiarirti meglio il mio punto di vista. Voglio però anche dire che oggi più che mai alcuni datori di lavoro si avvalgono della normativa vigente per “usare e gettare” i lavoratori: ho visto con i miei occhi contratti settimanali rinnovati di lunedì in lunedì a padri di famiglia monoreddito, conosco giovani da tempo in attesa di un impiego o di un’attività retribuita – non stupiamoci poi se stiamo già assistendo ad una fuga di giovani cervelli – ho vissuto da vicino la preoccupazione di uomini di mezza età disoccupati o non pagati per il lavoro già prestato…..per non parlare della falsa “pari opportunità” delle donne, forse le più penalizzate. Conosco altresì imprenditori e lavoratori autonomi onesti e lungimiranti che si stanno accollando ulteriori rischi per non affondare con i loro collaboratori……ed altri che, purtroppo, stanno affondando. Voglio dire: non generalizziamo, non schieriamoci gli uni contro gli altri. Siamo un po’ tutti sulla stessa barca, chi più chi meno, perlomeno in un “comununcolo” come Spresiano, ma non solo: siamo intersecati in un sistema e se una parte del sistema si ammala, prima o poi il sistema stesso salta . Un’ultima cosa: so, in quanto “statale”, di essere una privilegiata visti i tempi che corrono. Ma non è triste ed inquietante arrivare a considerare privilegiato colui che ha uno stipendio e un lavoro? Non dovrebbe essere un diritto garantito a tutti o, almeno, al maggior numero possibile di persone? Ci stiamo abituando al precariato e all’insicurezza del posto di lavoro e, quando questo investe settori delicatissimi e fondamentali come la scuola, la sanità ed il sociale……allora io, come cittadina e come mamma, comincio ad essere molto preoccupata.
    (mi scuso per la prolissità!)
    alessandra r.

    • genitorispresiano

      Accidenti Alessandra, ti sei liberata?

      Concordo pienamente con il pensiero che hai espresso, nei contenuti e nelle modalita’.
      Come ha anche sottolineato Andrea, a Spresiano come in molti altri posti, non c’e’ confronto tra le persone, limitandosi a pochi sterili colloqui.
      Spesso inevitabilmente, ma erroneamente, il pensiero si incanala sul binario del pensiero politico e le posizioni si irrigidiscono.
      Personalmente e’ da molto tempo che considero la politica di oggi la cosa piu’ lontana che ci sia dalla vita reale del cittadino, e sopratutto aborro la presa di posizione di chi ragiona in base ad ideologie vecchie di 50 anni e piu’.
      Andrea faceva notare che l’ultimo commento nel blog era stato a fine maggio; questo dimostra ancora l’inerzia delle persone (cioe’ noi) al confronto, seppure tramite tastiera.
      Noi dell’associazione ce la mettiamo tutta nel dare spazio a chi vuole esprimere le proprie opinioni ma non possiamo obbligare le persone a scrivere, tantomeno non condividiamo posizioni che non mirano al dialogo ed alla obiettivita’, ma al contrasto che non giova a nessuno.
      Ad Andrea , come anche a tutti gli altri spresianesi, chiedo di continuare a frequentare il blog considerando che questo spazio e’ veramente neutrale e risponde ai canoni della sola educazione.
      Nessuno pero’ si deve offendere se un commento sara’ criticato duramente, perche’ questa si chiama democrazia.

      Grazie a tutti, Fabrizio

  28. Raffaella

    Andrea,
    le dico tranquillamente e senza timore che non condivido le scelte dei nostri politici riguardo la scuola. Non voglio fare politica, non mi interessa, ma se questa si ripercuote negativamente sui miei figli, allora non sto zitta e mi arrabbio, indipendentemente da chi si trova al governo. Quindi se le ho dato l’impressione di fare “subdola politica”, non era certo mia intenzione, anzi voglio che il messaggio sia chiaro.
    Ovviamente non condivido la sua posizione riguardo alle classi da 30 bambini. Non serve essere insegnanti per capire che i tempi di oggi non sono quelli di una volta; mentre per quanto riguarda il volontariato, questo è sicuramente un principio bellissimo, ma sinceramente lo lascerei fuori dalla scuola, ognuno deve fare il proprio mestiere, e comunque il settore burocratico di cui lei si lamenta, è una questione che parte dall’alto, a cui sia le insegnanti, che i dirigenti devono adeguarsi.

    Raffaella

    • Andrea

      Guardi che non ho mai detto che che sono d’accordo sulle classi da 30 bambini ho solo detto che hai miei tempi era così. Non capisco quale sia il problema del volontariato,perché non si può avere degli aiuti esterni?

  29. Andrea

    Questo blog ho cominciato a guardarlo per curiosita’ , e sinceramente dopo il vostro incontro sui tagli, ma noto che tutto quello che uno scrive non viene pubblicato(capisco i problemi di tempo). Ho risposto ad Alessandra R. ancora venerdi ma oggi che e’ domenica non lo vedo ancora…. ma come piazza virtuale ha i tempi un po’ lunghini mi sembra?
    Ditemi, anche tramite mail, se quello che scrivo vi puo’ infastidire. Non dovrebbe essere cosi se e’ un posto dove uno puo’ dire quello che pensa no?
    La persona che fa da moderatore da le risposte dopo essere autorizzato dall’assemblea o aspetta che ci sia la risposta giusta da inserire cosi da non creare polemiche?

    • Andrea, sinceramente non mi devo giustificare oltre sulle modalita’ e tempi delle mie risposte. Ripeto, e spero di non doverlo piu’ fare, che tutto quello che faccio e’ per mia decisione e sempre sacrificando il mio tempo.
      Non mi voglio nemeno giustificare adducendo il motivo per qui non ho risposto prima, chi mi conosce e i soci della nostra associazione ne sono perfettamente al corrente.

      Se vuoi una piazza virtuale piu’ svelta, fatti un blog e gestiscilo. Te ne accorgerai.

      Tu puoi scrivere cio’ che ti pare, come ti ho gia’ detto, se risponde ai canoni dell’educazione verra’ pubblicato.

      Parlavi del moderatore; lo scopo di un blog e’ quello di fare interagire i visitatori con i loro commenti. Cio’ significa che non posso e non devo essere solo io a rispondere ai vostri messaggi, altrimenti sarebbe uno scambio di vedute “sterile” tra solo due persone.

      Per il tuo ultimo appunto: io godo della completa fiducia dei membri della mia associazione, di cui ricopro anche la carica di segretario. Ho sempre risposto direttamente ai commenti. Nel caso volessi esporre il mio personale pensiero lo farei, come in questo caso, firmandomi come Fabrizio invece che come associazione.

      Andrea, ti prego di indirizzare i tuoi commenti allo scambio di opinioni con tutti perche’ questo e’ lo scopo, universalmente riconosciuto, di un blog.

      Fabrizio

      • Andrea

        Mi sembra siate un po’ troppo sul piede di guerra in questo blog o almeno un po troppo permalosi specialmente lei Fabrizio.Mi scusi mi da dei consigli di aprire un blog? Dovrebbe un attimino fare attenzione a certe risposte o devo capire che chi non la pensa come lei qui non e’ gradito???Con me non deve assolutamente giustificarsi ci mancherebbe mi bastava capire i tempi e metodi di pubblicazione.
        Guardi che i miei commenti ad ora sono sempre stati indirizzati ad uno scambio di opinioni o solo perche’ ho chiesto qualche informazione sul funzionamento del blog ho commesso un errore?
        Mi scusi ma sono un po’ deluso.

      • Andrea, mi ricordi tanto qualcun’altro…..

        A queste provocazioni, ormai, non rispondo piu’.

        Ripeto, se vuoi avere delle conferme su cio’ che pensi, fatti un blog e risponditi.

        Se, invece, vuoi discutere e sopratutto ascoltare chi la pensa diversamente da te, allora continua pure a scrivere, sarai il benvenuto.

        Fabrizio

      • andrea

        Posso capire a cosa si riferisce con “mi ricordi tanto qualcun altro” non riesco a capire l’allusione o a cosa si riferisce me lo puo’ gentilmente spiegare per favore.
        Io sto’ discutendo e dicendo la mia se e’ vietato le ho detto di dirmelo tranquillamente,la polemica la sta creando lei mi sembra dicendo e rivolgendomi illazioni che proprio non capisco.

      • Gatto con gli Stivali

        E’ tanto che non passavo su questo blog, ma guardate che non sono io a scrivere quelle cose, visto che si fanno allusioni. Comunque le spine sul fianco fanno male, non è vero?

      • genitorispresiano

        Non ti preoccupare, sappiamo che non sei tu.

      • genitorispresiano

        Signor Andrea,
        sono un assiduo frequentatore di questo blog e le posso solo dire che i toni assunti sui diversi argomenti di utilità sociale trattati, non sono mai stati da “piede di guerra” come Lei ha dichiarato. Lei afferma, inoltre, che in questo blog vi sono persone permalose e fa riferimento, in particolare, al Signor Fabrizio. Le devo dire con molta franchezza che, dalla lettura degli ultimi interventi, una persona permalosa l’ho individuata e, certamente, non si tratta dell’ultima persona citata. Le devo confessare che il suo modo di porsi ha ricordato anche me un paio di persone che Lei, probabilmente, conosce già. Non mi permetto di citarne i nomi perchè non sarebbe simpatico e nemmeno legale. Il Signor Fabrizio Le ha consigliato di aprirsi un proprio blog/sito, probabilmente Lei lo ha fatto già da qualche tempo. Mi farebbe piacere visitarlo ed inviare un mio commento.
        Saluti
        Gianni

      • Andrea

        Signor Gianni, non ho il tempo mi creda di mettermi a creare blog anche perché non avrei interesse e pensavo di aver trovato un sito dove scrivere le proprie opinioni.. Se mi sono permesso di scrivere era perché dopo l’incontro che ho assistito ho voluto dire la mia.
        Lei come il signor Fabrizio continuate a fare allusioni su di me e su eventuali altre persone che dovrei conoscere ma vi state sbagliando.
        Non possiedo alcuna tessera di partito ( viste le allusioni almeno credo sia riferito a quello)sono solo un genitore come voi. Ma se esprimere opinioni diverse e’ vietato, mi scusi ma allora che razza di piazza virtuale e’?
        L’ ho chiesto più volte, se i miei commenti sono fastidiosi o vi creano qualche imbarazzo ditemelo tranquillamente e non scriverò più senza alcun problema.
        Mi sembra comunque che grazie ai miei commenti almeno abbia preso un po’ di vita questo Blog l’ultimo scambio opinioni era datato 31 maggio.

  30. raffaella

    A proposito dell’incontro sui tagli alla scuola…
    Ciò che hanno detto le insegnanti riguardo la riforma purtroppo è tutto vero: si sono limitate a
    raccontare la loro esperienza di insegnanti, esternando le attuali difficoltà nel fare scuola sulla base concreta e reale di ciò che quotidianamente vivono in quanto docenti. E’ difficile, ve lo assicuro, trovare un insegnante che tragga benefici dalla riforma e che ne condivida i tagli; è sicuramente più facile trovare politici che la difendono da dietro una scrivania, lontano dalle classi, senza aver mai aver insegnato!
    La realtà peggiore e che mi fa star male, è che alla fine chi paga le conseguenze sono solo I
    NOSTRI FIGLI, che si vedono sottrarre ore di lezione (ed è un dato di fatto oggettivo), si vedono
    aumentare il numero di bambini per classe (ed è un dato di fatto oggettivo), ore di laboratorio negli istituti tecnici (ed è un dato di fatto oggettivo), la compresenza degli insegnanti per poter svolgere lavori più mirati (ed è un dato di fatto oggettivo), e mi fermo qua…
    Difronte a questo panorama, come mamma non posso che arrabbiarmi, e sperare che le cose
    cambino, ma perchè ciò avvenga ho bisogno prima di tutto di essere informata e questo lo posso
    fare, credetemi, soltanto e unicamente ascoltando coloro che lavorano nella scuola.
    E’ vero, quest’anno sono stati indetti molti scioperi, ma anche manifestazioni di sabato pomeriggio.
    E comunque chiediamoci perchè le insegnanti hanno con più frequenza scioperato, rinunciando
    come si sa ogni volta a un giorno di stipendio… forse perchè lo sciopero è l’unico strumento che
    hanno a disposizione per manifestare il loro dissenso nella speranza magari di sensibilizzare
    l’opinione pubblica.
    Se non vogliamo stare dalla parte delle insegnanti, almeno stiamo dalla parte dei bambini.
    Raffaella

    • Andrea

      Raffaella,posso capire tutte le belle parole che lei a scritto anche se alcune non le condivido,purtroppo ho notato che si usa la scuola per fare della subdola politica.
      Sono d’accordo che ci rimetta in un caso o nell’altro sono i nostri figli pero’ voglio dire quando ai miei tempi ho fatto le elementari ho avuto una maestra sola e non 4/5, alle medie in classe eravamo in 29, alle superiori in 30 e sono diventato grande lo stesso,certo non trovo giusto che sia ancora cosi, ma adesso mi sembra sia un po esagerato.
      La compresenza delle insegnanti? Mi scusi perche’ dobbiamo pagare 2 insegnati per una stessa ora ,per svolgere lavori piu’ mirati? Ricordo che un genitore si era proposto di aiutare l’insegnante nell’ora di informatica a titolo gratuito ma gli e’ stato detto che non si poteva fare con la motivazione che all’interno della scuola non si puo’ fare queste cose. Credo che ci possa essere della collaborazione anche con persone cosi, che si rendono disponibili a titolo gratuito invece di “blindare” la scuola con tutta questa burocrazia inutile e inproduttiva.

      • Paola

        E si vede che ha avuto una sola maestra e anche poco preparata: “a scritto” va con l’hacca!
        Paola

      • andrea

        Si mi scusi Paola per la “a scritto ” senza acca ,io avro’ avuto una sola maestra pero’ l’educazione almeno me l’HA insegnata .

      • Andrea

        Anche” inproduttiva” va con la emme ma sa a volte con la tastiera e facile sbagliare non siamo tutti perfetti come lei.

  31. luca

    il Gruppo di Acquisto Solidale (G.a.s.) di Spresiano desidera ringraziare l’Associazione Comitato Genitori e Liberi cittadini di Spresiano per la serata-dibattito svoltasi la sera del 8 giugno scorso presso il Centro Sociale di Lovadina dedicata al tema dei Referendum.
    Un grazie per la collaborazione, l’impegno e la totale adesione alla proposta, vi aspettiamo
    alle prossime iniziative!

    • genitorispresiano

      L’Associazione Comitato Genitori e Liberi Cittadini di Spresiano è stata onorata di collaborare con il G.A.S. di Spresiano per l’incontro informativo dell’8 giugno (perfettamente organizzato) sui referendum sull’acqua e sul nucleare che, visto anche l’esito positivo degli stessi e la massiccia affluenza alle urne a Spresiano, ha dimostrato di essere stato di sicura utilità. Auspico, in qualità di Presidente di questa giovane Associazione (Comitato Genitori e Liberi Cittadini di Spresiano), un futuro e fattivo rapporto di continua collaborazione con il Vostro Gruppo, costituito da persone sensibili a ciò che a tutti Noi stà a cuore: un futuro sano per le nostre giovani generazioni.
      Abbiamo tanto lavoro da fare e, sicuramente, una parte la faremo insieme.
      Un caro saluto.
      Giovanni GARGANO

  32. andrea

    Posso capire gentilmente come funziona questo blog? Perche’ ho risposto a Mariangela e prima avevo scritto altre 2 cosette e non le vedo a video, è un errore mio o sto sbagliando qualcosa?

    • Caro Andrea, certo che posso spiegare.

      Questo blog funziona esattamente come tutti gli altri blog.

      Ogni commento postato deve essere prima letto ed approvato dal “moderatore” per essere pubblicato, altrimenti questa sezione sarebbe piena di tantissima spazzatura come accade, per esempio, nella tua casella Spam.

      Come tutti i soci della nostra associazione, anch’io, purtroppo, devo lavorare per vivere e quando alla sera torno a casa amo passare un po’ di tempo con la mia famiglia.

      A dire la verita’ un po’ di quel tempo lo rubo ai miei affetti, come fanno tutti quelli della nostra associazione per intima scelta. Il mio tempo rubato e’ utilizzato anche per curare questo blog.

      E’ facile leggere tutte le notizie ed i commenti, novita’ ed appuntamenti ma non si pensa mai che dietro ad ogni lettera, immagine, link pero’, ci son io ed il mio tempo.

      Come tutti gli altri soci lo faccio perche’ ci credo e perche’ mi piace, ma lo faccio…………….a mie spese.

      Non la prenda sul personale, ho voluto risponderLe anche a beneficio di chiunque altro potesse nutrire gli stessi interogativi.

      Buona serata, Fabrizio

  33. andrea

    Salve,
    sono un genitore e volevo esprimere alcune osservazioni sull’incontro di ieri sera se mi permettete.
    Se dall’anno prossimo ci pensa il governo a tagliare sulla scuola e sull’istruzione quest’anno ci hanno pensato le insegnanti mi pare,con tutti gli scioperi fatti…le ore d’istruzione che i nostri figli hanno perso ???
    Perche’ non far sciopero il sabato pomeriggio magari in centro a Treviso bloccandolo, creando disagi sicuramente maggiori che farlo di venerdi e crearne solamente ai genitori e facendo perdere ore di scuola ai bambini?
    U’altra piccola osservazione , non era meglio invitare anche l’altra parte in causa? Mi spiego, credo sia poco producente sapere le cose da una campana solo se ci fosse stato anche qualcuno che era d’accordo sui tagli ci sarebbe stato un confronto piu’ giusto e forse si poteva capire qualcosa in piu’ non credete?

    • Mariangela

      Ciao Andrea,

      sono Mariangela, una delle promotrici della serata e rappresentante di classe.

      Per cio’ che riguarda la tua osservazione sulle ore “perse” con gli scioperi credo sia piu’ opportuno ottenere una risposta da una docente (che non tardera’ a scrivere).

      La seconda. L’altra parte dici?

      Ti ricordo che la serata era aperta a tutti, largamente pubblicizzata come testimonia la vasta affluenza (che ci fa enorme piacere..).

      Se “l’altra parte” non si e’ scomodata a venire significa che non ne aveva interesse oppure non considera utile ascoltare i cittadini/genitori.

      La Gelmini era stata invitata ma non si e’ fatta vedere……..

      Continua a seguirci, Mariangela

      • Elena

        Rispetto agli scioperi ci sarebbe da aprire una parentesi sui sindacati… Noi (insegnanti) abbiamo proposto più volte forme di lotta alternative, ma ci siamo sempre sentite rispondere che per loro lo strumento di dissenso più valido rimane lo sciopero. Per quanto riguarda il giorno… non siamo noi a sceglierlo e in più non sarebbe uno sciopero se non fosse in orario di lavoro. Per quanto riguarda la riforma non essendoci un impianto pedagogico dietro ai tagli è difficile trovare qualche persona con argomentazioni sufficienti per rispondere alla sua richiesta. Tempo fa se ne è parlato anche coi docenti dell’Università di Padova e non ne hanno tratto granchè.
        Elena

      • Andrea

        Mi scusi ma lei la sta mettendo in modo ironico mentre io invece parlo seriamente,se per lei questa e’ la motivazione…credo che la Gelmini abbia altro da fare che venire ad un incontro con dei genitori di un paesetto di provincia come Spresiano.
        Avete pensato di invitare solo chi poteva essere contro la riforma e non chi pro e non mi venga a dire che era aperta a tutti e non si sono presentati perche’ in maniera ufficiale avete invitato solamente una parte.
        All’incontro ho notato una cosa in particolare e poco piacevole sinceramente,se qualcuno diceva qualcosa fuori “riga” veniva immediatamente quasi “tacciato” ,cosa poco carina e lo si vedeva nettamente.
        Ma si rende conto della risposta che m’ha dato?
        Guardi che non le ho chiesto io di darmi una risposta da parte delle insegnati anche se,essendo lei rappresentante di classe, sappia benissimo quale sia.

    • luca

      buon giorno,
      ero anch’io l’altra sera all’incontro e ho potuto seguire solo
      l’ultima parte a causa di impegni familiari.
      Ancora una volta, ahimè, ho avuto la netta percezione che i risultati
      di questa (finta) riforma della scuola abbia dato e darà nel futuro
      conseguenze negative per le famiglie e sopprattuto per gli alunni.
      Il disegno è chiaro, impoverire sempre di più la scuola pubblica
      a favore della scuola privata consentendo solo a chi avrà larghe disponibilità
      economiche di accedere a livelli di istruzione, mentre per gli altri…
      Vi saluto con una riflessione dello scrittore Erri De Luca:
      http://www.iger.org/2010/10/20/erri-de-luca-il-giorno-prima-della-felicit/

      • MARIANGELA

        Caro Signor Andrea, forse Le è sfuggito qualcosa. La serata era rivolta a tutti i genitori, insegnanti, personale ATA, assessori all’istruzione, dirigente didattica ecc. ecc. il tema era rivolto ai tagli all’istruzione e cosa questi comportano nel percorso formativo dei nostri ragazzi, e mi sembra che ci sia ben poca ironia in tutto ciò, Forse non Le sono chiare le competenze del rappresentante di classe, esso/a fa da portavoce alle richieste dei genitori non degli insegnanti. Se ritiene che ci siano state delle ingiuste affermazioni è liberissimo di organizzare una serata i informativa Lei stesso, siamo in democrazia.Se vuole solo polemizzare….faccia pure
        Mariangela

      • andrea

        Signora Mariangela, non mi sono perso proprio nulla e la polemica non e’ il mio scopo e le assicuro che se rilegge attentamente la mia mail non sono stato di certo io a fare ironia.
        Ci puo’ essere qualcuno che la pensa diversamente?
        Vista la risposta che m’ha dato credo sia meglio lasciar stare il nostro dialogo perche’ capisco che non arriveremo a nessun risultato finale.
        Per quanto riguarda il signor Fabrizio la mia e’ stata una semplice domanda tutto qua non sono un grande frequentatore di Blog mi scusi.

    • alessandra r.

      Non c’ero l’altra sera e me ne dispiace, pertanto mi esprimo solo in relazione al commento del genitore sullo sciopero: l’atto dello sciopero è un atto civile prima che sindacale e va rispettato. Per portarci a godere del diritto allo sciopero molti lavoratori nel passato hanno dato la vita. Non dimentichiamolo. Diamo per scontati troppi diritti e privilegi e non ci accorgiamo che piano piano stiamo tornando indietro. Non dimentichiamo, inoltre, che scioperare è un sacrificio, economico innanzitutto e, di questi tempi, non certo indolore….è una lotta per affermare principi importanti. Sarebbe ridicolo uno sciopero al di fuori dell’orario di lavoro: non sarebbe sciopero! E’ vero: è un disguido per tutti noi genitori quando le maestre scioperano…. ma quella giornata di scuola persa può essere un’occasione per insegnare ai nostri figli che ogni cosa va conquistata…….una lezione di vita preziosa sulla solidarietà e sul sacrificio in nome di valori e conquiste importanti.

      • genitorispresiano

        Andrea, ci mancherebbe, non si deve scusare.

        Questo blog e’ una piazza virtuale dove chiunque, nei limiti dell’educazione, puo’ esprimersi come vuole.

        Solo il dialogo e lo sforzo alla comprensione da parte di tutti possono portare al risultato che, credo, tutti anelano e cioe’ il bene per i nostri figli.

        Spero di poter leggere ancora i tuoi commenti, buon week end e……….mi raccomando, tutti a votare!

      • andrea

        Sull’argomento sciopero ci sarebbe molto da dire Alessandra,io non so se lei sia un insegnante o comunque una dipendente di qualche Azienda,non sto qui a sindacare sul diritto di sciopero ma sulle modalità che è molto diverso.
        Una cosa lei forse non tiene in considerazione, i piccoli imprenditori artigiani, agenti di Commercio, imprenditori in generale, cosa devono dire??? Che diritti hanno solo quello di pagare il 60% di tasse??? E venire indicato da alcuni “ladro” solo perchè è imprenditore e quindi non “paga le tasse”?
        La parola “sciopero” nel loro vocabolario non esiste, esiste invece solo “lavorare e correre (a cercare lavoro)” per assicurare uno stipendio,alla loro famiglia e a quella dei loro Dipendenti.
        Per non parlare delle immense responsabilità civili e penali a cui possono andare in contro se dovesse accadere qualcosa all’interno della loro Azienda, ad esempio, un Dipendente,magari distratto, dovesse farsi male(cosa di cui ho un brutto ricordo personale).
        Quindi credo non abbiamo proprio tutti gli stessi diritti e doveri non le pare?

  34. Se l’europa vuole uscire dll’inquinamento del co2 dei veicoli pesanti per trasporto industriali e commerciale deve montare agli autoveicoli il meccanismo SAVES FUEL funziona a ruota libera unidirezionale e bidirezionale brevetto europeo di Fiorilla Giuseppe titolare della cabe srl che trasforma l’energia inerziale in energia meccanica pulita inesauribile che fa muovere l’autoarticolato tir, bus, treni, tram, con un consumo di carburante di 25km per litro con un risparmio del 90% e quindi un inquinamento in meno del del co2 del 90%. Tale meccanismo e stato accolto dalla Commissione Europea col sito WEB “energia inerziale la Commisione Europea pensa Ecologico” Se volete visitare il Mio sito WEB eneriga pulita gepaf

  35. genitorispresiano

    Buon divertimento

  36. luca


    la canzone “simbolo” sul bene acqua, ascoltate le parole, fanno pensare e riflettere ora che stiamo per andare a voare per il referendum il 12 e 13 giugno 2011

  37. genitorispresiano

    Fabrizio

    • insegnante di fisica

      Sul sito del Dip. delle Politiche Comunitarie del Governo Italiano esiste un documento (Energia:temi e sfide per l’Europa e per l’Italia-http://www.politichecomunitarie.it/comunicazione/15403/ue-ed-energie-rinnovabili-la-posizione-italiana), abbastanza nascosto, che potrebbe essere utile per approfondire la questione energetica tutta italiana e che riporta i risultati di uno studio molto rigoroso, effettuato durante l’ultimo governo Prodi (settembre 2007), riguardante il massimo dell’energia che si potrebbe ottenere da fonti rinnovabili in Italia per il 2020 come richesto dalla comunità europea. Dai risultati (punti 86 e 93 del documento) si nota come, confrontando il consumo energetico attuale (circa 200 Mtep*) con quello effettivo massimo che si potrà ottenere dalle rinnovabili per quella data (circa 20 Mtep e facendo finta che i consumi energetici non aumentino), considerando anche il livello di ipercrescita delle rinnovabili che c’è stato fino a questo momento (dati TERNA), il contributo che le rinnovabili potranno dare al fabbisogno energetico nazionale per quella data non arriverà nemmeno al 10% e questo non perchè si vogliono ostacolare le rinnovabili (c’era Pecoraro Scanio)ma per semplici leggi della fisica . Essendo io, con molta fatica, ancora di sinistra sento che sia molto grave che quella parte politica che nel 2007 governava anche il futuro energetico italiano e che ha redatto quel documento (tenendolo nascosto), adesso sia soltanto intento ad ostacolare l’utilizzo delle fonti energetiche classiche compreso il nucleare che per forza di cose sono le uniche che possono dare il grosso dell’energia che ci serve per poter anche e solamente campare per almeno i prossimi 100 anni.
      i numero purtroppo son numeri (quelli veri)

      • genitorispresiano

        Ciao,

        leggero’ questo documento e faro’ i debiti controlli. Non sono un esperto come te (insegnante di fisica), al massimo sono un patito dell’attivita’ fisica.
        A me comunque risulta che nel 2006 (se non ricordo male, estate con i massimi consumi storici), il picco e’ stato di 53Mtep. Il potenziale energetico italiano totale era allora di 107Mtep.

        Ricordo inoltre che le attuali tecnologie delle energie rinnovabili stanno vivendo una velocissima evoluzione, che porta anche maggiore efficienza.

        Sono dell’opinione, infine, che prima di cercare nuove fonti di energia, oppure “rispolverarne di vecchissime”, sarebbe meglio ottimizzare le reti, i consumi e le nostre abitudini.

        Grazie ancora

  38. Ivan

    Volevo solo postarvi questo evento che mi ha inviato un conoscente:

    Buongiono,

    Vi segnalo che il 19 maggio ore 20,45 a Villorba nella sala Parrocchiale
    (adiacente la Chiesa) verra’ trattato l’argomento “stili di vita” ,(provocazioni, testimonianze,e consigli per il nostro benessere e un’alimentazione equilibrata)
    saranno ospiti oltre ad alcuni professionisti (Prof. Riva Claudio sociologo universita’ di PD, DR Fenato A. Pediatra) anche il noto Maestro di Karate Ofelio Michielan e la Sig.ra Duodo Nicoletta ideatrice e Presidentessa del Pedibus a TV,e il Presidente di Marca Solidale Ceolin Adriano, proprio per riappropriarci di uno stile di vita piu’ sano e consono per i ns figli e per le ns famiglie.

    Con l’occasione la Banca della Marca vuole testimoniare che essere differenti e vivere il territorio non si ferma ai soli prodotti bancari ma guarda anche al benessere psico fisico dei clienti.

    Essendo una manifestazione a ingresso libero Vi aspettiamo numerosi pregandovi di informare anche i genitori delle classi dei vs figli, la serata sara’ piacevolmente inframezzata dagli interventi comici dei Papu

    PS=Vi preannunciamo che in autunno, sara’ replicata a Tv con la partecipazione del mondo dell’agricoltura con la presentazione di prodotti di stagione a km zero di domenica mattina e sara’ presenta un servizio di baby sitteraggio.

    Vi saluto cordialmente.

    Biscaro Enzo

  39. luca

    http://www.referendumacqua.it/il-referendum.html

    per non dimenticare un appuntamento importante

  40. genitorispresiano

    Una bugia dopo l’altra che, come perle di una collana, vengono tenute insieme dall’ignoranza piu’ sordida, quella accoppiata all’arroganza e dall’assuefazione all’onnipotenza. Aprite gli occhi.

    • Mauro

      Perché continuate a pubblicare video divertenti e video reali attaccando il Governo in carica ??? Mentre una barzelletta la CENSURATE perché era sui Comunisti????
      Continuate ad attaccare una parte politica dimostrando che non siete proprio per niente liberi contrariamente a come vi siete definiti più volte.
      Vorrei capire se chi pubblica queste cose ha l’autorizzazzione dell’assemblea o e’una cosa voluta individualmente, perché credo sia pericoloso parlare a nome di tutti quando non credo che tutti i genitori di Spresiano la pensino così.

      • genitorispresiano

        No, no, guarda che il video di Berlusconi e’ vero anche se sembra uno scherzo! Le ha dette per davvero tutte quelle cavolate, ed in meno di 5 minuti!

      • mauro

        Infatti ho scritto anche “reali” se leggi bene….comunque una risposta non l’hai data e continui a non darla .
        Ti parlo al singolare perche’ non credo assolutamente che quello che posti sia deciso da tutta l’Assemblea e questo non credo sia corretto visto che non credo ,ripeto ,sia l’idea di tutti i membri dell’Associazione o perlomeno dei genitori di Spresiano.
        Ma perche’ non usi il tuo nome personale quando inserisci materiale e non usi il nome di tutti??

      • genitorispresiano

        Per tua informazione questo blog ha ricevuto 14.000 visite da inizio anno, con punte di 650 visite al giorno. Nessuno si e’ mai lamentato, tranne te.

        Non ho intenzione di risponderti piu’, se hai lamentele parla con il nostro Presidente, che tu conosci bene.

      • mauro

        BELLISSIMA RISPOSTA,BRAVO. QUESTO DIMOSTRA CHE NON SAI RISPONDERMI O MEGLIO ,NON TI COMODA….

  41. genitorispresiano

  42. Fabrizio

  43. Fabrizio

    Ci sono rumori che servono a depistare e silenzi che servono per occultare. Forse è giunto il momento di rompere il silenzio atomico che ci sta avvolgendo, in una progressione concitata ma inesorabile. Forse è l’ora di iniziare a discernere quello che veramente si cela nel frastuono apparente delle notizie rapsodiche ed epilettiche che ci arrivano (o meglio, che ci fanno arrivare) da Fukushima. E soprattutto da quelle che dietro la favoletta mediatica dell’“agire maldestro”, e degli “errori umani”, non ci fanno arrivare.
    Forse dobbiamo combattere con più forza l’ennesimo nefasto effetto collaterale della guerra. Che è quello di modificare l’agenda del mondo, di distrarre i giornali e le tv, di nascondere con il rombare mortale dei Tomahawk nel deserto africano la pestilenza della contaminazione nel mondo. Esaminate il racconto di Fukushima: nulla di quello che ci hanno detto è vero. Incidente lieve. Eroi indomiti. Azienda di samurai che fa filosofico esercizio di contrizione. Noccioli che fondono solo a metà, fughe di vapore radioattivo, ma controllate.

    Tutte balle: gli eroi sono martiri o kamikaze. Le fughe non sono controllate ma letali. Il presidente della Tepco sta male solo perché non sa cosa dire. Le raccomandazioni di tenere chiuse porte e finestre di fronte alla nube sono state criminali e omicide. Il plutonio approda sui tetti di un altro continente. Il premier giapponese, Naoto Kan ha recitato alla perfezione il copione taroccato dell’indignazione. Il livello sette, quello della catastrofe massima, era inscritto come un destino fin dal primo giorno, nelle crepe degli involucri fessurati.

    Adesso il mondo dovrebbe commissariare gli apprendisti stregoni, che agiscono con logiche imperscrutabili. Adesso l’Onu dovrebbe intervenire contro un delitto che prolunga i suoi effetti per una era geologica. Invece nel frastuono si cela il silenzio. E il rumore delle bombe ci distrae dall’essenziale.

    • Mauro

      Fabrizio,condivido fino all’ultima parola ciò che hai scritto…gli interessi economici sul nucleare vanno sopra qualsiasi cosa. Non capisco come la stupidita’ di chi ci governa sia talmente grande da non capire che la strada verso l”energia nucleare sia ASSOLUTAMENTE da non prendere.
      Perfino sul referendum ci vogliono prendere in giro….se sei contrario devi scrivere SI se sei favorevole NO…figuriamoci un anziano o chi non s’informa che confusione può fare . Sicuramente tanti voteranno NO convinti di dire no al nucleare…ed invece faranno il loro gioco.

      • genitorispresiano

        E il compito di tutti noi e’ quello di fare informazione, dare a tutti gli strumenti per poter agire secondo coscienza.

  44. Sono Fiorilla Giuseppe titolare della cabe srl ho brevettato un meccanismo a ruota libera unidirezionale e bidirezionale che trasforma l’energia inerziale in energia meccanica pulita, che fa muovere l’autoveicolo sia urbani come autobus, che da trasorto come tir, con un consumo di carburante di km 25 per litro ed un risparmio del 90% e abbassando l’inquinamento del co2 del 20% tale meccanismo e stato accolto dalla Commissione Europea col sito WEB “energia inerziale per autoveicoli la Commissione Europea Penso Ecologico” se volete visitare il Mio sito WEB “energia pulita gepaf”

    • genitorispresiano

      Ciao Giuseppe,

      pubblichiamo volentieri il tuo post nella speranza che il “green business” diventi sempre di piu’la fetta piu’
      grossa nel settori dei trasporti/energia.

      In bocca al lupo

  45. genitorispresiano

  46. genitorispresiano

    Vanguard tra “le navi dei veleni”
    Il nostro mare è una discarica di rifiuti nucleari? I filmmaker di Current indagano sulle imbarcazioni Righel e Jolly Rosso affondate a largo delle coste calabresi.

    Vedi qui il video

    Navi cariche di veleni e sospetti giacciono sui fondali del nostro mare e di molti altri Paesi in via di sviluppo. La quattordicesima inchiesta Vanguard in onda mercoledì 10 giugno alle ore 23.00 su Current (canale 130 di SKY) indaga sul traffico illecito di rifiuti tossici via mare e sui misteriosi naufragi di navi cariche di materiali radioattivi avvenuti a largo delle coste italiane.
    In particolare, i filmmaker della community Current.it hanno concentrato la loro inchiesta Vanguard su due tra i casi italiani più clamorosi dei primi anni Novanta: le imbarcazioni Righel e Jolly Rosso affondano a largo delle coste calabresi. La prima battente bandiera liberiana, s’inabissa nel 1987 a 20 miglia dalla costa di Capo Spartivento. Il capitano di corvetta Natale De Grazia ne tracciò con sicurezza la posizione, ma poi morì in circostanze misteriose proprio mentre stava indagando. ll 14 dicembre 1990 la Rosso si spiaggia sulla costa di Amantea. L’ipotesi degli inquirenti è che alla nave della compagnia Messina, l’affondamento non riuscì a causa delle tremende condizioni del mare. L’equipaggio si salva, la nave arriva a terra e da quel momento inizia una attività frenetica attorno alla Rosso che pone seri dubbi su quello che è accaduto realmente. Sulla vicenda viene pubblicato un dossier del settimanale l’Espresso, legambiente e wwf.

    La compagnia Messina presenta nell’ottobre 2004 un memoriale in cui spiega tutto quello che secondo gli armatori è accaduto realmente. Nonostante i molti dubbi dei cittadini di Amantea, nel febbraio 2009 il pm della procura di Paola, Francesco Greco, chiede l’archiviazione della vicenda. Il Gip, Salvatore Carpino, il 13 maggio scorso dispone l’archiviazione del procedimento a carico dell’armatore Messina. Per la prima volta in assoluto, Current mostra i documenti in video.
    Su questa storia però rimane l’ombra di molte morti. Le vittime del cancro nelle zone vicine agli affondamenti, ma anche morti inspiegabili. Quella del capitano Natale De Grazia che lo scrittore Carlo Lucarelli, nel suo noir di ecomafia “Navi a Perdere”, lo definisce ‘l’uomo che cerca’. C’è dell’altro ancora: un collegamento tra l’affondamento della Righel e il traffico internazionale di rifiuti radioattivi. Cosa lega i nostri mari alle coste della Somalia, il Mediterraneo con le guerre lontane, le navi con le scorie? Cosa aveveano scoperto i reporter Ilaria Alpi e Miriam Hrovatin sui traffici di armi e rifiuti? Current ha chiesto il parere a Maurizio Torrealta, giornalista a capo del nucleo investigativo di Rainews24 e tra i primi a occuparsi dell’inchiesta sulla morte delle colleghi Ilaria Alpi e di Miran Hrovatin.

  47. genitorispresiano

  48. Paola

    Riporto di seguito l’articolo della Tribuna. Speriamo che proposte oneste e di buon senso come questa possano avere un seguito.
    Paola
    __________________________________________________________________

    Puppato rilancia il progetto dell’A27 aperta

    20 marzo 2011 — pagina 32 sezione: Provincia

    SANTA LUCIA. Dopo il doppio stop della Soprintendenza al progetto del nuovo casello dell’A27 e a quello della viabilità di collegamento con le provinciali 34 e 92 Laura Puppato, capogruppo del Pd in Regione, rilancia il progetto dell’A27 aperta. «Le nostre autostrade si sono dimostrate un palese fallimento, perché sono utilizzate in minima parte rispetto alla loro capacità – afferma Puppato – il «no» della Soprintendenza ci consente di rilanciare con maggior forza il progetto di una A27 aperta, che non significa gratuita, ma con accessi frequenti e realizzando il pagamento del pedaggio attraverso una serie di barriere». Per il capogruppo del Pd questo sistema offrirebbe una valida alternativa alla viabilità esistente. «In questo modo l’A27 diventerebbe un catalizzatore – continua Puppato – -un’arteria che attrae flussi di traffico dalle strade comunali e provinciali». Un progetto che, secondo il capogruppo del Pd in Regione, permetterebbe di dare vita a un sistema europeo che renda l’autostrada permeabile al territorio consentendo un contenimento dei costi. «I 30 milioni di euro previsti per la realizzazione di un casello di cui nessuno ha saputo dimostrare con dati l’utilità – continua Puppato – potrebbero essere investiti in accordo con Autostrade per l’Italia evitando di spendere soldi per le tangenziali e per 5 km di nuove strade nell’area del Piave». Per Laura Puppato lo stop della Soprintendenza deve invitare a una seria riflessione sul territorio «che deve essere difeso e non a uso e consumo bulimico di chi se ne vuole servire per il consenso». Puppato torna a ribadire l’inutilità di un casello in quel punto. «Sto attendendo da due mesi i dati sui flussi di traffico che ho chiesto con un’interrogazione regionale, se si realizza un’opera senza fare un’analisi dei flussi allora non si può essere buoni amministratori, nessuna azienda né famiglia avrebbe fatto investimenti senza valutare i dati e le possibili alternative. I cittadini devono sapere quale ragionevolezza sta dietro quest’opera, io ho chiesto i dati prima di tutto da cittadino».

    • genitorispresiano

      Ciao Paola,

      ti ringrazio per la tua segnalazione.

      Dopo l’incontro organizzato dalla nostra associazione il 18 di febbraio, in cui il Dott. Giacomini ha esposto gli aspetti positivi del rendere la A27 di “aperta”, questo argomento ci e’ particolarmente caro.

      Soluzione che, se applicata, sgraverebbe Spresiano dalla forca caudina dell’aumento di traffico causato dalla Pedemontana.

      Prossimamente apriremo una sezione dedicata a questa soluzione nel nostro blog, e quindi se dovessi incontrare altre notizie a riguardo, fammele pervenire in modo da pubblicarle.

      Grazie ancora

  49. genitorispresiano

    L’IRSN Institut de Radioprotection et de Sûreté Nucléaire ha pubblicato il video che vedete in alto: la simulazione delle emissioni radioattive dal 12 marzo al 20 marzo dalla centrale nucleare di Fukoshima Daiichi.

    L’IRSN precisa che non ha informazioni dirette sulla composizione e l’entità delle radiazioni. L’interpretazione delle misure di dose in loco e i probabili scenari di degradazione dei tre reattori dal 12 marzo fanno presumere che questi rilasci dovrebbero continuare fino al 20 marzo. Gli elementi radioattivi emessi nei vari episodi di rigetto sono gas rari (elementi radioattivi chimicamente non reattivi, restano in atmosfera senza essere depositati al suolo) e di elementi volatili, principalmente da iodio radioattivo, compreso lo iodio-131 che ha una emivita di 8 giorni, cesio radioattivo, cesio 137. Le proporzioni dei vari elementi radioattivi tengono conto delle conoscenze di carattere generale su reattori nucleari.

    Per costruire lo scenario delle condizioni meteo si sono basati sulle previsioni fornite da Météo France . La simulazione vede il pennacchio di cesio 137. In caso di incidente, i valori di dose per cui sono raccomandate azioni di protezione sono di 10 mSv per il ricovero in luogo e 50 mSv per l’evacuazione. Sotto i 10 mSv, il rischio per la salute è considerata talmente bassa da non rendere le azioni di salvaguardia necessarie. Per confronto, la dose media annuale ricevuta in Francia a causa della radioattività naturale e l’esposizione medica è di 3,7 mSv.

  50. genitorispresiano

    Qual è la situazione del Giappone in queste ultime ore? Quali sono i rischi reali per la popolazione locale? E per il resto del mondo? E ancora, esiste un “nucleare sicuro”? Per fare chiarezza su questi e altri quesiti abbiamo intervistato il fisico nucleare Massimo De Santi.

    Servizio di Roberto Pietrucci

    Montaggio di Simone Bucci

    Clicca sul link seguente:

    http://www.libera.tv/videos/1139/giappone-a-un-passo-dalla-catastrofe-mondiale.html

  51. Fabrizio

    Fukushima: massimo allarme, il nocciolo è quasi fuso

    Il gestore della centrale nucleare giapponese di Fukushima Daiichi ha dichiarato che non è escluso che l’impianto venga seppellito nel cemento, anche se la priorità resta il raffreddamento dei reattori. Intanto si parla di parziale fusione del nocciolo e viene innalzato a 5 il livello di gravità dell’incidente, pari a quello di Three Mile Island negli Stati Uniti nel 1979.

  52. Fabrizio

    Le scorie nucleari in quale regione le metto? Lo svela Roberto Rossi in “Bidone nucleare”

    Le scorie nucleari in quale regione le metto? Lo svela Roberto Rossi in “Bidone nucleare”
    pubblicato: domenica 23 gennaio 2011

    Ieri è andata in onda su RaiNews24 L’Inchiesta trasmissione molto ben documentata sulle scorie nucleari. L’occasione per parlarne è stata la presentazione di Bidone nucleare libro di Roberto Rossi (BUR Biblioteca Univ. Rizzoli euro 11) che svela in quali regioni saranno stoccate le scorie: Basilicata, Puglia, Toscana, Lazio ed Emilia Romagna. A ciò si aggiunga che noi abbiamo ancora il problema di sistemare le scorie delle vecchie centrali, per cui paghiamo ancora.

    In studio conduce Maurizio Torrealta, ospiti sono Luca Iezzi, autore di libro pro-nucleare (con qualche riserva): Nucleare? Si, grazie; lo stesso Roberto Rossi, il Generale Carlo Jean; Giuseppe Onufrio direttore di Greenpeace e al telefono Vito De Filippo governatore della Regione Basilicata. Una prima annotazione è d’obbligo: Jean non smentisce la listadelle 5 regioni data da Rossi. Anzi aggiunge che per una serie di complicazioni con i permessi probabilmente non sarà possibile consegnarle in Siberia. Ergo…

    Ma il presidente della Regione Basilicata non incassa il fatto che la scorciatoia per risolvere il problema delle scorie sia depositarle in Italia, sopratutto in Basilicata che consegna all’Italia 100mila barili di petrolio al giorno. Rossi, comunque, ne approfitta per chiedere proprio al Gen. Jean se, nonostante Sogin si ostini a nascondere i siti prescelti per il deposito delle scorie, possa o meno confermare se saranno le 5 regioni da lui indicate quelle che poi ospiteranno realmente i rifiuti nucleari. Alla fine (guardate il secondo video) dopo un giro panoramico per la penisola, conferma. L’unico rammarico è che queste trasmissioni non vadano in onda né su RaiUno né su Canale 5.

  53. genitorispresiano

  54. I “pomi” e la Tangenziale

    “Far finta de pomi” è una formula dialettale per indicare il comportamento di chi si comporta come fosse nato ieri e non conoscesse nulla del mondo.

    È la metafora che mi viene in mente a leggere le dichiarazioni della minoranza PDL in Consiglio Comunale a Spresiano rispetto alla questione della Tangenziale tra la Statale Pontebbana e la Provinciale che unisce Spresiano ad Arcade; inoltre mi paiono eccessive e strumentali solo al confronto partitico le critiche al Sindaco Missiato.
    Mi spiego: se Missiato ha colpa, è di aver creduto alle parole del Presidente Muraro, che sulla stampa del 15-02-11 diceva “a breve faremo gli studi di fattibilità. I 6 milioni necessari verranno ricavati nel piano triennale”. Dichiarazioni evidentemente elettoralistiche di un Presidente sostenuto anche dal PDL, che nell’Amministrazione Provinciale ha deleghe importanti. Mi chiedo al proposito se i Consiglieri PDL di Spresiano abbiano mai sollecitato ai loro referenti politici una qualche presa di posizione in favore di Spresiano, perché in 5 anni di presenza in Provincia non me ne sono mai accorto.

    Per quanto riguarda Muraro, la cittadinanza è deliziata dai suoi manifesti in cui millanta la capacità di fare squadra, ma se su una proposta di Tangenziale che proviene dalla Provincia i Sindaci leghisti di Nervesa e Arcade non sono d’accordo tra loro e neppure con lui, viene da pensare che le squadre non sono per forza di Serie A, esistono anche le Terze Categorie.

    Stefano Dall’Agata

    Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà Provincia di Treviso

    • genitorispresiano

      Concordo con buona parte della tua analisi.

      Ora che siamo sotto elezioni tutti si svegliano; pensa che oggi a Spresiano hanno pure dato aria alla sede di un partito, in piazza, chiusa dalle elezioni!

      Personalmente credo che la responsabilita’ sia da dividere tra molti, senza esimere chi oggi amministra, a livello comunale ma sopratutto provinciale.
      Responsabilita’ di chi sapeva e non ha agito, responsabilita’ di chi poteva agire ma non ha voluto, responsabilita’ di chi e’ ingenuo e ci si e’ trovato in mezzo suo malgrado.

      D’altronde cio’ che viviamo oggi arriva da lontano con decisioni prese da altri.

      Solo una cosa non cambia mai e disciplina le scelte di qualsivoglia schieramento: l’interesse dei cavatori e dei loro politici al guinzaglio.

      Fabrizio

      • Spero che per quanto riguarda i cavatori tu non ti riferisca a me.

      • genitorispresiano

        Non sapevo che fossi un cavatore anche tu!

        Naturalmente non mi riferivo a te, ma a chi, indipendentemente dalla attivita’, forza le decisioni che purtroppo influenzano la vita di grandi numeri di persone (con il bene placito delle amministrazioni).

        Basterebbe poco per far contenti noi cittadini e loro, ma cosi’ le scelte sono competamente sbilanciate a favore di una sola parte.

      • Qualsiasi schieramento? Ti sbagli.
        Noi di SEL, a differenza della Lega non stiamo con i cavatori.
        Fare di tutto un fascio non porta a soluzione, porta a negare la capacità di cambiare e conseguentemente al disinteresse.

      • Gattp

        Volevo fare delle considerazioni su quanto letto.
        Prima di tutto la sede del partito di cui parli che ha sede in piazza è aperta almeno una volta alla settimana se non di più. Secondo, ti sembra giusto essere ingenuo ed essere sindaco di un paese come Spresiano? Non voglio giudicare. Poi per quanto riguarda il signor Dall’Agata non facciamoci beffa di nessuno. Missiato non doveva credere alla parole di Muraro conoscendo perfettamente la realtà di Spresiano ed essendo stato all’opposizione per diversi anni senza proferir mai parola. E non parliamo di elezioni e campagna elettorale che a Spresiano cani e porci hanno cercato l’appoggio del Comitato.

      • genitorispresiano

        Stefano, giustamente tu precisi e probabilmente mi racconti della tua realta’.
        La mia (realta’), da cittadino, e’ che negli ultimi 4 anni a Spresiano non importa che bandiera sventoli, il risultato e’ sempre lo stesso.

        Le motivazioni? Moltissime ed a volte poco chiare.

        Naturalmente anelo e Ti auguro che un movimento nuovo e disinteressato cominci a fare gli interessi dei cittadini,magari propio quello di cui fai parte.

        Non credo di aver fatto di tutta l’erba un fascio: infatti se leggi bene ho differenziato i motivi per cui la politica (e quindi i diversi partiti)risponde in certe modalita’; il punto fermo, e qui si’ faccio tutto un fascio, e’ l’interesse dei soliti potenti.

        Leggi bene il mio commento e capirai che diciamo esattamente le stesse cose.

        Con stima, Fabrizio

      • genitorispresiano

        Per Gattp, cio’ che dici e’ verissimo, con una sola eccezione: tutti ci hanno fatto la corte, a volte molto spietata, eccetto la Lega, per ovvi motivi.

        La realta’ dei fatti e’ che non abbiamo ceduto, ed abbiamo fatto bene.

      • gatto

        Comincio un pò a ricredemi dopo articolo che ho letto sulla Tribuna in cui si esprimeva il fatto che vi siate messi contro questa amministrazione che dopo 10 mesi di promesse non ha ancora concretizzato quasi niente… restiamo spesso sbalorditi da quelle persone che prima ci volevano tanto aiutare, probabilmente per prendere solo voti, e poi, dopo aver tirato il sasso nascondono la mano… non sono mica stato io…. Mi ricorderò per sempre quell’articolo a caratteri cubitali che diceva:” BLOCCHERO’ LA STRADA AI CAMION”… Beh ragazzi se questa non è, passatemi il termine, “sporca” campagna elettorale… Avete ragione forse con questa amminstrazione si può parlare ma il dialogo deve essere costruttivo e risolutivo non solo parole buttate al vento o per sentito dire.

      • genitorispresiano

        Ho sempre pensato che se vuoi veramente sapere chi e’ una persona devi guardare cio’ che fa’, non cio’ che dice.

        Di parole ne girano tante, molto spesso la gran parte sono solo “chiacchere”.

        A noi piace fare, un po’ meno dire.

        Ciao

  55. genitorispresiano

    La butto la, per vedere cosa succede.

    Quanti di voi sanno che presto ci sara’ un referendum sul nucleare?

    • Gatto

      Questa é una informazione da dare!!!! Cerchiamo di sensibilizzare tutti sul cosa votare visto che il nucleare apporterà solo l’1 per cento del fabbisogno energetico italiano e i rischi sono a, dir poco, notevoli…
      Bene bene… vediamo ora dove tira il vento….

      • Gatto

        Oh!!!! Non pensavo che questo messaggio non venisse cancellato… Ormai ogni cosa che dico viene censurata…. bene bene potrò di nuovo sparare sulla croce rossa? ahahaha

      • genitorispresiano

        A dire la verita’ il nucleare soddisfera’ circa il 10% del fabbisogno energetico italiano. Lo stesso valore potra’ essere coperto dalle rinnovabili (14% nel 2020) ma con costi notevolmente inferiori e senza il problema delle scorie che NESSUN paese al mondo e’ ancora riuscito a risolvere.

        Purtroppo propio oggi il governo penalizza le rinnovabili (e tutti i lavoratori ad esso collegati) e pone un tetto di 8000Mw (12.000 nel 2010) per le installazioni nel 2011. Per non parlare delle riduzioni eccessive degli incentivi.
        Basti pensare che la Germania (con molto meno sole di noi) ha portato a 42.000Mw il massimo di impianti installabili.

        Che ci sia un piano per spingere il nucleare?

        Ah, caro Gatto , hai visto? Se scrivi cose intelligenti e non barzellette siamo contenti di pubblicarti.

        Spero di leggerti ancora, se ne vale la pena.

        Fabrizio

    • Nasce il Comitato Trevigiano “VOTA SÌ per fermare il nucleare”
      Pubblicato il 1 marzo 2011 da Stefano Dall’Agata | Modifica

      Il mondo dell’associazionismo riunito per respingere la scelta di tornare all’atomo

      no nuke

      Anche a Treviso si costituisce il Comitato referendario contro il nucleare, denominato “VOTA SÌ PER FERMARE IL NUCLEARE”, aperto a tutte le organizzazioni e ai cittadini che intendono opporsi al ritorno all’energia dell’atomo.

      Troviamoci il 10 marzo, ore 20.45,

      alla sala delle associazioni in Via Isonzo, 10 – Treviso

      http://sdallagata.wordpress.com/2011/03/01/nasce-il-comitato-trevigiano-%e2%80%9cvota-si-per-fermare-il-nucleare%e2%80%9d/

      • gatto

        Spero che dopo quello che sta succedendo in Giappone… qualcuno delle nostre prime donne che stanno al governo comincino a riflettere su questo nucleare.. continuiamo ad inqunarci e ad ucciderci solo per il denaro… Maledetti soldi!!!!

      • daliatreviso

        Il “buon” Cicchitto ha detto che non cambieranno i loro programmi, io sono contraria al nucleare, soprattutto in un Paese come il nostro, dove le varie mafie sono infiltrate dappertutto e grazie al cemento da loro fornito, più sabbia che cemento!!!!, vengono già i ponti, le case degli studenti ecc. Come ha detto Rubbia in un intervista NON ESISTE IL NUCLEARE SICURO, allora di cosa parliamo? W le rinnnovabili!!
        Dalia

      • genitorispresiano

        Se i precisissimi giapponesi soffrono di questa catastrofe, come potremo noi italiani gestire il nucleare se non siamo nemmeno capaci a buttare la spazzatura?

    • Il Comitato Genitori aderisce al Comitato provinciale VOTA SI’ per fermare il nucleare di Treviso?

      • genitorispresiano

        Caro Stefano,

        come cittadini e come associazione ci stiamo interessando all’argomento e, attraverso il blog ma anche tramite iniziative pubbliche in fase di organizzazione, faremo informazione sempre mantenendo la neutralita’ che ci distingue. Non so dirti se singolarmente alcuni di noi aderiranno oppure no, anche se dalle nostre discussioni e’ gia’ emerso un chiaro orientamento.

        Buon lavoro e grazie.

  56. genitorispresiano

    Dalla nostra sezione news

    “Smog: ogni cittadino perde 9 mesi di vita”

    Continua allerta smog per le principali citta’ italiane

    ROMA – Continua l’allerta salute per le maggiori città italiane colpite da smog. Critica la situazione per le emissioni di polveri sottili da trasporto urbano: ogni cittadino perde in media 9 mesi di vita per esposizione al particolato. A lanciare questo nuovo allarme è il Centro europeo ambiente e salute dell’Oms.

    Secondo dati recenti, nel 2010, 48 capoluoghi di provincia hanno superato il limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili oltre i 35 giorni consentiti dalla legge. La conferma arriva anche dalle stime dell’Agenzia europea per l’ambiente che riporta 17 città italiane tra le prime 30 città europee più inquinate, con Torino, Brescia e Milano ai primi posti della classifica.

    E a Roma anche nei parchi la concentrazione media annua di polveri sottili rilevata è di oltre 30 microgrammi per mc, più alta della media europea (a 15) pari a 24,6. “Il Pm emesso dal trasporto su strada – afferma Marco Martuzzi, responsabile impatto ambientale sulla salute del Centro europeo ambiente e salute Oms – rappresenta la principale fonte di emissione di particolato ed il suo impatto continua a rappresentare un problema di sanità pubblica”.

    Gli impatti si riscontrano in “morti premature e malattie croniche ed acute, diminuzione dell’attesa di vita e della capacità produttiva, costo di migliaia di ricoveri ospedalieri” che indeboliscono “il nostro sistema sanitario”.

    http://ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/rifiuti/2011/02/24/visualizza_new.html_1583813072.html

    • alessandra

      mi ripeto: io vedo sempre più persone a Spresiano girare in auto anche per fare poche centinaia di metri. Dietro la motivazione del poco tempo ecc di fatto non siamo più disposti a camminare e pedalare. Proviamo a fare il nostro personale quotidiano sforzo, tutti insieme, ogni giorno,per quanto possibile. Non sarà l’unica sostanziale soluzione al problema, ma di sicuro non lo peggiora.Come cittadini consapevoli non è accettabile combattere legittimamente l’inquinamento senza uno stile di vita coerente e congruente a questa posizione. alessandra r.

      • genitorispresiano

        Parole sante, cara Alessandra.

        Mi fa piacere sapere che altre persone la pensano come me; non ti puoi immaginare quante questioni faccio con i maleducati che alla mattina si fermano a fare colazione qui di fronte e lasciano la macchina accesa! E quando glielo dici ti guardano come per dire “Ma cosa ho fatto di male!”

        Io faccio e faro’ la mia parte, ma la piega che ha preso il comune cittadino sara’ difficile da raddrizzare, c’e’ troppa ignoranza, pigrizia e maleducazione.

        Fabrizio

  57. Mio

    In che modo la bretella che va dalla Odissea alla Coop toglierebbe il traffico a Spresiano?
    Se ho capito bene, i nuovi percorsi dei camion che vanno verso Arcade, diverrebbero:
    1) per chi arriva da Treviso passerà per il centro di Visnadello;
    2) per chi arriva da Ponte della Priula passerà per il centro di Spresiano per poi svoltare all’Odissea.
    Se è così, quindi non mi sembra che ci sia un miglioramento generale per Spresiano, ma solo un miglioramento puntuale per le scuole elementari di Spresiano.
    Inoltre, quanto inquinamento verrà prodotto nel costruire questa nuova strada (monca). Non è forse meglio pensare ad una messa in sicurezza di via Montello (vedi problema della curva nei pressi della scuola)?

    • genitorispresiano

      Si, mi sembra che la tua analisi sia corretta.
      Almeno lo e’ se escludiamo in partenza la parte NORD.

      Certo che sarebbe meglio mettere in sicurezza Via Montello in relazione al tipo di traffico che sopporta, ma in un punto imprecisato che va dal comune alla provincia questa proposta si arena per motivazioni a NOI sconosciute.

      • daliatreviso

        Includiamo pure la parte NORD, Visnadello non stà bene comunque!!! Per quanto invece riguarda L’arenarsi della proposta di messa in sicurezza di Via Montello, l’inghippo non sarà per caso in una delle “deleghe” che ha Muraro? (Notizia ricavata dal sito della provincia di Treviso)

        Deleghe: Progetti Speciali, Piano Strategico, Pianificazione e manutenzione stradale, Ufficio Amministrativo Viabilità, Rapporti con l’E.U., Relazioni Internazionali.

        Dalia – Visnadello 🙂

      • genitorispresiano

        Si, non me ne voglia Visnadello, mi era sfuggito.
        Non e’ sempre semplice avere la visione generale.

        Dove sta l’inghippo?
        Non lo sappiamo, ma durante la serata del 18 Veggis (della Provincia) ha ammesso che se andassimo a chiedere il blocco del traffico piu’ inquinante sopra i 35 q.li per lui non ci sarebbe alcun problema.

        Meditate gente, meditate.

  58. pietro

    sono da 20 anni che abito a treviso ma mi sento spresianese ho 55 anni e la mai anima e il mio pensiero e la mia presenza e’ sempre a spresiano infatti il 12 giugno o convocato nozze civili nel comune stesso a bando l’esternazione di questi sentimenti
    credo che l’errore e’ essendo spresiano un paese di transito onde in cui e’ sempre stato un pasese industriale del legno non si sono mai posti le giunte dell’epoca di migliorare il futuro della viabilita’ di questo comune anche quando fu costruita l’A27 che passava per il centro di lovadina io credo che qui a quell’epoca l’amministrazione doveva chiedere un casello ed con poche miglioramenti di far passare a nord’est tutto il traffico pesante fino a raggiungere il casello se si poteva farlo
    nella situazione attuale giustamente come diceva l’architetto venerdi 18 febbraio alla riunione di poter aprire l’autostrada A27 e di proseguire CON LA tangenziale sud ovest e poi sud nord
    Non riesco a capire come il sindaco di nervesa di e’ un po ribellato a questa tangenziale che passa per bidasio
    la quale frazione e solo sona industriale e credo che ai industriali e ai commercianti ed altre categorie siano pianamente d’accordo di incanalare o incanalarsi su una direttrice senza barriere fino all’autostrada pedemontana veneta e autostrada a27 cosi avremo via montello e via pio x e la stesso paese vivibili in 100% A suo temp avevo chiesto ad un consigliere di poter migliorare le vie ordinarie e la sicurezza dei pedoni nel paese spresiano ma fino ad ora non ho avuto risposta Pasin pietro Via dandolo,24 31100 treviso grazie se mi invierete una risposta, io spero che tutto questa progettazione si avveri e non rimngono delle cattedrali sul deserto, gia’ a novembre dell’anno scorso dovevono partire i lavori
    io spero che nel 2026 anno in cui io avro’ 70 anni siano incominciati i lavori di queste opere grazie e scusate

    • genitorispresiano

      Buongiorno Pietro, ti ringrazio per la tua visita e per il commento. Ci fa enormemente piacere conoscere l’opinione dei cittadini, sopratutto di quelli come te che conoscono bene la storia del nostro territorio.

      Spresiano e’ un comune che risente molto del traffico che lo attraversa, oltre la misura in cui avviene nel resto del territorio per le ragioni che tu hai citato.

      E’ nostro parere che ci siano svariati motivi per cui cio’ accade, non ultima la “disinvolta” programmazione esercitata dagli amministratori comunali e provinciali nel tempo.

      Come accade anche ora, ogni comune cerca di portare acqua al suo mulino ragionando solo sulle strade che vanno “dalla chiesa alla piazza del comune”. In questa maniera, purtroppo, si perde di vista l’immagine generale della viabilita’ che sara’ stravolta dalla Pedemontana.

      Situazione poi aggravata da clientelismi ed interessi che favoreggiano le grandi imprese impedendo alla provincia ed ai comuni (spesso ben disposti per ragioni politiche) di attuare le misure a protezione dei cittadini.

      Noi non sappiamo cosa succedera’, ma sappiamo che se informati i cittadini possano prendere coscienza, far sentire la propria voce e forzare la mano, decidendo di conseguenza in occasione delle elezioni.

      E’ questo lo scopo di questo spazio, informare, dare voce a tutti e fare gruppo.

      Grazie ancora e continua a seguirci

  59. Remigio

    l’incontro è stato formativo per i cittadini…ecc… L’amministrazione comunale era stata avvisata molto tempo prima ecc…
    Vorrei fare solo una domanda, ma il tecnico comunale che ha preso la parola dopo il Sindaco “la cosiddetta striscia verso nord” dove lavorava 7 anni fa, si occupava di strade/opere pubbliche o era ai servizi sociali/?!?!
    La figura è stata pessima, sono molto deluso…

    Remigio

    • Ivan

      Remigio hai pienamente ragione… la palla ha rimblazato tra Cendese e Missiato e la cosa più bella é che per loro la tangenziale era già definita passando anche per il territorio di Nervesa peccato che il sindaco non ne sapesse nella… ma cavolo viene fatto un’incontro per trovare una soluzione ad un problema senza interpellare chi di dovere… scusate ma questa é una pagliacciata…

      • genitorispresiano

        Lunedi’ i sindaci interessati si sono incontrati in Provincia.
        Appena ne sappiamo qualcosa di piu’ vedremo di aggiornarvi.

      • genitorispresiano

        L’esito dell’incontro di lunedi’ sera presso la Provincia, che sembra aver riaperto il dialogo tra i sindaci, e’ visionabile alla sezione “la stampa dice che” datato 22 febbraio.

  60. Fabrizio

    Allora,

    ecomi qui a tirare le somme dell’incontro tenutosi venerdi’ scorso.

    Tengo a precisare che questo commento e’ prettamente personale.

    L’incontro aveva come unico scopo quello di rendere un servizio di informazione ai cittadini dato che, storicamente, ne e’ sempre stata data pochissima agli Spresianesi.
    Ancora piu’ singolare questa carenza se pensiamo che la Pedemontana sbocca proprio nel nostro Comune ma nessun comitato si e’ costituito e nessun incontro, fino ad ora, era mai stato organizzato.

    Dalle presenze della serata e dalle argomentazioni trattate, posso affermare che l’obiettivo e’ stato pienamente raggiunto.

    Cio’ che mi ha lasciato molto perplesso, pero’, e’ stato l’atteggiamento di parte dei nostri amministratori.

    Certo, molti lavori sono stati effettuati, altri sono in programma e cio’ mi consola.

    Muraro e Viggis a parte, mi sconforta aver visto che, dopo aver rimandato piu’ volte la serata per permettere all’amministrazione di erudirsi sulle questioni inerenti la Pedemontana e le opere complementari, il risultato sia poi stato vanificato dalla vicenda della tangenziale cosidetta “nord”.

    Non mi e’ chiaro come mai il sindaco di Nervesa non fosse stato messo al corrente dell’argomento che, abbiamo poi appreso, era gia’ stato discusso (e chiuso) con la precedente amministrazione.

    Disarmante poi il teatrino tra sindaco e tecnico sulla famigerata “strisciata” in direzione del comune di Nervesa; una caduta di stile.

    Ho una, personalissima, sensazione di carenza di comunicazione, organizzazione, omogeneita’ all’interno della lista che ha vinto le elezioni.

    Cosa sta succedendo?

    Come cittadino vorrei saperlo.

    Fabrizio

    • Mauro

      Scusami Fabrizio ti avevo promesso con una mail personale che non avrei più scritto qui ma con questo rapporto della serata, che hai brevemente sintetizzato, una cosa la voglio proprio dire. Da quanto tempo vi dicevo che questa amministrazione aspettava un po’ troppo a fare qualcosa di serio per la salute e la sicurezze delle nostre scuole??? Ma voi subito a dirmi che bisogna trovare un dialogo e non andare contro e questo e quest’altro….Ma alla fine la ragione viene dalla mia parte e il mio allontanamento dal gruppo e’ stato come tu sai per questi motivi. L’Amministrazione Missiato ha dimostrato venerdì sera che non ha nessuna soluzione in tasca e spero che ora, forse, qualcuno di voi s’incazzi veramente e cominci a stressare Missiato come abbiamo saputo fare con Belliato…questo dimostrerebbe la neutralità di questa Associazione.
      Ultima cosa ,complimenti per l’organizzazione ed interessantissimo l’intervento del prof. Giacomini. Un saluto

  61. genitorispresiano

    Mi permetto di postare un commento lasciato in un’altra sezione del blog:

    “Ho partecipato all’incontro del 18 febbraio,confesso solo fino alle 23, e devo dire che l’intervento del Prof. Giacomini docente di Urbanistica e Trasporti presso l’Univerdità di Venezia ha dimostrato la TOTALE INUTILITA’ di una tangenziale per il comune di Spresiano, basterebbe trasformare la A27 (Mestre/Belluno) in un’autostrada “aperta” ma sembra che Sindaco a Provincia siano disposti a Buttare i nostri soldi!!!
    P.S. : naturalmente il presidente della provincia Muraro non era presente!!!!”

    Commento di daliatreviso — 19 febbraio 2011

    • genitorispresiano

      Ciao Dalia,

      grazie per la tua presenza all’incontro ed anche per la visita al nostro blog.

      Abbiamo conosciuto il Dott. Giacomini ad un incontro organizzato a Trevignano e, da subito, abbiamo capito che avrebbe potuto essere illuminante poterlo avere ad un nostro incontro.

      Grazie alla sua disponibilita’ ed alla perseveranza di uno di noi, la sua presenza e’ diventata realta’.

      Come commenti giustamente tu, ci sono altre soluzioni, gia’ in essere, che potrebbero sollevare il nostro Comune dalla problematica del traffico.

      Stiamo pero’ ragionando dei massimi sistemi e, anche se e’ vero che facendo informazione con serate come queste, per esempio, la popolazione ha piu’ possibilita’ di ragionare e reagire di conseguenza, la loro “gestione” e’ oltre le nostre possibilita’.

      Siamo pero’ convinti che piu’ gente riusciamo ad informare, ascoltare ed accogliere, piu’ risultati riusciremo ad ottenere.

      • daliatreviso

        Sinceramente non conoscevo il vostro comitato e i problemi di salute dei bambini di Spresiano, è una mia negligenza abitando nel comune da anni, e me ne dispiaccio. Confesso che l’incontro di venerdì mi ha molto incuriosito e sono andata a cercare notizie in internet su di voi e sulla pedemontana, ho trovato cose molto interessanti. e mi riprometto di continuare a seguirvi e, se occorre a darvi il mio appoggio.
        un saluto
        Dalia

      • genitorispresiano

        Che piacere, grazie per il tuo supporto.

        Quando te la senti, anche solo per una chiaccherata, vieni pure, il nostro e’ un gruppo aperto.

        Per sapere quando ci incontreremo la prossima volta controlla la nostra home page.

        A presto, spero.

  62. leggo di un volantino per la raccolta differenziata nel quale tra i rifiuti c’è l’immagine della Calabria. Ne sapete qualcosa? Potreste dirmi da genitori da cosa può essere dipeso? Sto per scrivere al Vostro sindaco, ma so che i sindaci non dicono sempre (mai?) la verità ed edulcorano i fatti ad usum delphini.Preferirei avere la verità e forse da voi potrei saperla.
    Grazie
    Amantea 8.2.2011
    Giuseppe Marchese

    • genitorispresiano

      Ciao Giuseppe, benvenuto nel nostro blog.

      Penso tu ti riferisca a questo:

      http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2011/02/08/news/spresiano-nel-cestino-rifiuti-finisce-la-calabria-3381500

      E’ la mia opinione personale (cioe’ Fabrizio) e non conosco il background della vicenda ma, come succede con i fondi di caffe’ oppure le nuvole, in quella immagine qualcuno vede la Calabria, io ci vedo una cartaccia.

      Se ti dico che, conoscendo un po’ il Sindaco e le persone che lo circondano, probabilmente non se ne erano nemmeno accorti
      verrei subito tacciato di subordinazione all’amministraione comunale! Quindi non te lo dico…….

      Come potrai vedere nella nostra home page terremo un incontro pubblico il 18 di febbraio, magari in quella occasione mi informo.

      Un caro saluto a te ed a tutta la tua splendida regione.

      • genitorispresiano

        Guardandola meglio, effettivamente…… ci assomiglia molto…….mah!

        Magari un copy&paste frugale?

        Vedremo.

        Ciao

      • LIA ROSSETTO

        Vi mando i volantini nel formato reale. Per cortesia allegateli a questo post.
        A voi commentare se E’ PIU’ IMPORTANTE L’INIZIATIVA o il logo (tra l’altro scelto perchè unico tra i pochi con un omino stilizzato che getta il rifiuto, simbolo comprensibile anche per stranieri che non parlino cinese,arabo, inglese, francese). Comunque l’incontro si è realizzato ieri per la seconda volta ed è stato partecipato da molti. E’ stato gestito dagli educatori del consorzio priula ed ha previsto la presenza dei mediatori culturali. Costo zero per la collettività.
        A voi genitori il volantino è arrivato attraverso i vostri figli: se quella forma nera sul logo a margine somiglia alla forma della Calabria di certo non c’entra nulla con l’inziativa. L’unica dichiarazione che ho fatto è stata al TG3 regionale di ieri. I solerti cittadini che hanno inviato anonimamente il volantino alla Tribuna di treviso (l’articolo è nato da questa segnalazione) mi piacerebbe che comunicassero con l’amministrazione perchè siamo aperti a tutte le segnalazioni e proposte dei cittadini e ci avremmo impiegato un minuto a cambiare il logo capendo il qui pro quo. A disposizione

        lia.rossetto@comune.spresiano.tv.it
        assessore ai servizi sociali

      • Fabrizio

        Buonasera,

        ho partecipato a questi incontri formativi la prima volta, in qualita’ di “traduttore”. Credo che chiunque possa notare che accanto al logo in questione i volantini sono tradotti in cinese, francese, arabo, inglese ed italiano. Che interesse avrebbero i Servizi Sociali a prodigarsi per permettere l’integrazione degli stranieri e poi denigrare una regione italiana?
        Tra le altre cose qui a Spresiano conosco molti genitori arrivati dal Sud, qualcuno anche dalla Calabria, e posso assicurare che non ho mai assistito ad episodi di discriminazione.

        Fabrizio

      • genitorispresiano

        I volantini in questione sono visionabili alla sezione documentazione.

      • alessandra

        Mi sento di intervenire visto che lavoro ai Servizi Sociali e che ho letto in rete e nei giornali tante assurdità e battute gratuite. Il progetto, sul quale non ho contribuito lavorativamente, ma che conosco da vicinissimo, è stato presentato in un volantino plurilingue proprio per avvicinare tutti. Il fatto che – sfiga! – la persona che ha cercato in internet un logo che fosse immediato per la comprensione del messaggio del volantino (come meglio illustrare l’argomento rifiuti con un uomo che getta qsa in un cestino?) non abbia notato che quella fatidica forma poteva essere la Calabria – e come lui gli amministratori e dipendenti che hanno avuto sotto gli occhi negli ultimi giorni le pile di fogli pronti per la distribuzione – non va davvero imputato a malafede o messaggi nascosti di intolleranza e quant’altro….anzi, semmai prova il contrario!Sinceramente nessuno se n’era accorto! la cosa è davvero nata così, alla faccia di tutti i paroloni che ne sono usciti! Mi vien da pensare che chi l’ha notato e ha allertato la stampa aveva evidentemente lui, non noi, questo pregiudizio e paranoia. La stampa poi, come sempre più spesso accade, ha fatto il resto perchè, evidentemente, è meglio parlare e pompare su queste cazzate piuttosto che affrontare cose davvero più serie e reali. Posso testimoniare con il cuore in mano della più totale buona fede e apertura mentale di chi ha operato. E spero di aver fatto più chiarezza soprattutto allo scopo di sgonfiare questa inutile bagarre.

    • Giuseppe

      Io direi che la vera “gaffe” è stata fatta in questo caso dal giornalista.

      • giovanni pasin

        condivido il commento di giuseppe. la non notizia vale di più della notizia vera. un’altra riflessione che ho scritto anche su facebook “missiato sindaco”.adesso che abbiamo saputo che all’interno del cestino c’è la sagoma della regione Calabria tutti ci accorgiamo e la vediamo.a novembre quando è uscito il volantino che informava dell’iniziativa NESSUNO e neanche le opposizioni quindi si è accorto dell’equivoco. io invitere anche ad un senso civico della faccenda. perchè un cittadino invece di chiedere spiegazioni in merito all’amministrazione si sente il dovere di inviare una mail anonima ad un giornale locale? cosa ci guadagna? capisco se l’amministrazione o gli uffici non rispndono adeguatamente e quindi si capisce che è voluta la similitudine cestino /regione.
        Va be il sindaco dice sempre: male non fare paura non avere.condivido.
        saluti e ci vediamo il 18……a proposito la tribuna ha sbagliato data ha scritto il 20 di febbraio.DOVRESTE INDIGNARVI ANCHE VOI E INVIARE UNA MAIL ANONIMA CHE EVIDENZIA LA VOLONTA’ DI BOICOTTARE L’EVENTO!! :))

      • spazio azzurro

        In risposta a quanto scritto dall’ assessore Pasin nella pagina di Facebook Missiato Sindaco: ” Della serie………. ”
        CARO ASSESSORE PASIN , IN MERITO AL PUNTO 3 DELLA SUA INTERESSANTE RACCOLTA DI PENSIERI E RIFLESSIONI DESIDERIAMO COMUNICARLE CHE SE IL NOSTRO GRUPPO DI MINORANZA HA DECISO DI NON EVIDENZIARE QUESTO SPIACEVOLE FATTO E’
        SOLO PER EVITARE DI ESPORRE IL NOSTRO COMUNE AD UNA ULTERIORE ” GOGNA MEDIATICA” (vedi L’ AFFAIRE -GAY -)CHE GRAZIE ALLE VOSTRE “GOFFE” ESTERNAZIONI CI HA RESI ZIMBELLO D’ITALIA PER PIU’ di un MESE.
        CI RITENIAMO OPPOSIZIONE SERIA E COSTRUTTIVA.
        VISTA LA POSIZIONE DI RESPONSABILITA’ DA LEI RICOPERTA E VISTI GLI ULTIMI FATTI ACCADUTI LA INVITEREMMO A PENSARE DI MENO AL RUOLO E ALLE MODALITA’ DI FARE OPPOSIZIONE CONCENTRANDOSI PIUTTOSTO SUL CONTROLLO E ALLA BUONA REALIZZAZIONE DELLE VOSTRE
        INIZIATIVE.
        Ci permetta una battuta simpatica che il direttore EMILIO FEDE è solito utilizzare nei simpatici fuori onda a Striscia : “……………..che ffffigura di M………………a…..!”.
        Buona visione a tutti.
        -Il gruppo consiliare IL POPOLO di SPRESIANO-
        Commento di spazio azzurro — 15 febbraio 2011 #

      • Paola

        Caspita, Emilio Fede come esempio di commentatore…

      • Fabrizio

        Caro Spazio Azzurro, meno male che c’e’ questo blog , altrimenti non avrei nemmeno saputo che esistete!

        Scherzi a parte, ma voi dell’opposizione cosa state facendo di concreto da quando siete stati eletti?

        Ci sono novita’?

        Fabry

      • spazio azzurro

        CARO FABRY,
        APPRENDIAMO ANCHE IL TUO SOTTILE FILO IRONICO E CI FA PIACERE CHE QUALCUNO DI QUESTI TEMPI RIESCA ANCHE A SCHERZARE!! ….. ULTIMAMENTE SI VEDONO SOLO
        FACCE IMBRONCIATE E TRISTI NEL NOSTRO COMUNE, MENO MALE CHE QUALCUNO OGNI TANTO CON QUALCHE DICHIARAZIONE CI FA UN PO’ SORRIDERE ……..
        PRENDIAMO SPUNTO DALLA TUA BATTUTA PER DIRTI CHE SE NON HAI RILEVATO LA NOSTRA PRESENZA DAL BLOG E’ SOLO PERCHE’ COME BEN SAI
        SIAMO FORZA POLITICA DI MINORANZA E NON INTENDIAMO UTILIZZARE QUESTO GENERE DI BLOG PER DIFFONDERE LE NOSTRE INIZIATIVE POLITICHE,
        COSA CHE INVECE STA FACENDO -con grande mancanza di stile- L’ ATTUALE AMMINISTRAZIONE CHE COSTANTEMENTE -DIFFONDE- ATTRAVERSO I SUOI ASSESSORI PENSIERI E OPINIONI…
        IL NOSTRO INTERVENTO IN QUESTO BLOG ERA SOLAMENTE IN RISPOSTA ALLA CHIAMATA IN CAUSA DELLA MINORANZA -DA PARTE DELL’ ASSESSORE PASIN- NELL’ AFFARE SPRESIANO-CALABRIA..
        DALLA NOSTRA BREVE FREQUENTAZIONE DEL BLOG CONSTATIAMO PERO’ CHE QUESTO SIA ORAMAI MEZZO DI DIFFUSIONE POLITICA DA PARTE DELL’ AMMINISTRAZIONE MISSIATO
        SCONVOLGENDO L’IDEA CHE TUTTI AVEVANO DEL COMITATO GENITORI CHE SI ERA SEMPRE DICHIARATO SCEVRO E LONTANO DALLA POLITICA…..
        CONCORDERAI ANCHE TU DI COME DI GIORNO IN GIORNO ASSISTIAMO ALLA “metamorfosi” DI UN COMITATO DIVENTATO SEMPRE DI PIU’ – BRANCHIA OPERATIVA DELL’ AMMINISTRAZIONE MISSIATO.
        UN QUESITO TE LO VORREMMO PORRE NOI: secondo te cosa ha ottenuto il Comitato da questo atteggiamento pro-ammistrazione attuale visto che ad oggi la stessa ha solo recepito e attuato le iniziative della precedente amministrazione Belliato ( da sempre contrario il comitato) e il futuro si presenta come ulteriore brutta copia?????

        TI INVITIAMO QUANDO HAI TEMPO SE SEI VERAMENTE INTERESSATO ALLA NOSTRA ATTIVITA’ A FREQUENTARE LA NOSTRA SEDE (PIAZZA LUCIANO RIGO) SAREMMO BEN LIETI DI ILLUSTRARTI LE NOSTRE INIZIATIVE PRESENTi E FUTURE.

      • genitorispresiano

        Beh, grazie della risposta, era ora che qualcun’altro ci visitasse ( sai, “solo 3000” visite da inizio anno…) .
        Vediamo un po’…..non vi ho notato da cittadino e non conosco le vostre iniziative. Ma per quali motivi?
        A me ne vengono in mente tre: 1)Non ne avete nessuna; 2) Non vale la pena parlarne ai cittadini (vecchia usanza qui a Spresiano); 3) Il vostro incaricato del rapporto con la cittadinanza si e’ perso.

        Per quanto riguarda le cadute di stile di questa amministrazione ti rispondo che non ne siamo responsabili in alcuna maniera e nemmeno ci teniamo a giustificarle. Casomai c’e’ QUALCUNO che ci tiene molto a sottolinearle su giornali e telegiornali satirici, MA NON E’ IL NOSTRO STILE, NOI SIAMO MOLTO MEGLIO.

        Poi ancora, dite che siamo la BRANCHIA operativa di Missiato. Prima di tutto la branchia e’ una parte del pesce, forse volevi dire BRANCA.
        Comunque a noi non interessa cosa pensano gli altri. Abbiamo degli obiettivi e daremo fiducia a chiunque si dimostri interlocutore affidabile e sincero. In passato abbiamo dialogato con tutte le forze “candidate” alle elezioni tra cui anche la vostra che ,pero’, non ci ha proprio convinto.

        Infine il progetto di Belliato di cui parlate: lasciami ricordare che quel progetto vede luce alla fine del mandato dell’ex sindaco, dopo 4 anni di lettere, richieste, incontri, esposti,manifestazioni e , guarda caso, solamente a ridosso delle elezioni.

        Progetto che e’ stato successivamente ripresentato dalla amm.ne Missiato che pero’ ci ha consegnato i progetti ed ha chiesto la nostra opinione (INCREDIBILE VERO, IL COMUNE CHE CHIEDE L’OPINIONE AI CITTADINI. ROBA DELL’ALTRO MONDO!).

        Abbiamo proposto delle varianti che sono state accolte ed eseguite. Per esempio; il progetto precedente prevedeva la stesura di asfalto FONOASSORBENTE per risolvere il problema del PM10! Fortunatamente nella nostra relazione tecnica abbiamo richiesto ed ottenuto la variazione, ed ora in Via Montello e Via Pio Xmo c’e’ l’asfalto FOTOCATALITICO che abbatte il PM10.

        Potrei farti altri esempi oppure farti vedere la nostra relazione, basta che chiedete.

        Ecco, come dico sempre io: AL MONDO C’E’ CHI PARLA E CHI FA; NOI FACCIAMO.

        A questa sera.

        Fabrizio

      • spazio azzurro

        …si “branchia” come organo di respirazione dei ….-pesci- come organo che apporta respiro e ossigeno all’amministrazione…. caro Fabri….

        ciao

      • giovanni

        carissimo spazio azzurro…..o meglio, non conosco il nome.
        è chiaro che voi avete apreso del volantino solo dopo che la stampa ne ha fatto risalto.
        le nostre iniziative sono lodevoli. forse devo ricordare che la campagna elettorale è terminata.
        per quanto riguarda la visibilità di questo blog, basta leggere i commenti e capire che oltre alla pluralità di vedute ci sono anche i contenuti.
        inviterei ad aggiornare anche il vostro sito che è fermo ad aprile, e non solo il sito, come la sua incazzatura dimostra.
        cordiali saluti.
        il mio nome è giovanni e il suo?

  63. genitorispresiano

    Per chi vuole sapere qualcosa di piu’ sulla Pedemontana Veneta, consiglio il seguente video:

  64. mauro

    Ma come??? Era stata pubblicata una divertentissima barzelletta sui comunisti da un certo “Gatto”(a proposito chi sei?) ed e’ stata immediatamente cancellata…. il motivo????? Perchè censurate???
    Non è un blog libero???

    • genitorispresiano

      Il torpiloquio non e’ annoverabile nella categoria delle barzellette.
      Questo e’ un sito dove si parla dei problemi che l’inquinamento cagiona a bambini e cittadini.
      Le barzellette dovete scriverle su altri tipi di siti.
      Pecora docet

  65. Fabrizio

    Sperando che per Henry e la sua famiglia tutto si risolva per il meglio, mi domandavo se questo, ennesimo, incidente avvenuto sulla provinciale che collega Spresiano ad Arcade, possa finalmente servire a smuovere l’amministrazione dal “tepore post-elettorale” in modo da adottare tutte quelle misure pubblicizzate sui media che pero’ rimangono ancora disattese.
    Attendiamo quindi con trepidazione la notizia dell’installazione dell’autovelox, dell’abbassamento del limite di velocita’, dei maggiori controlli, dell’ordinanza di limitazione del traffico pesante di categoria piu’ inquinante.

    Fabrizio

    • Ivan

      Più di un “tepore post-elettorale” dopo 10 mesi mi sembra più un “COMA POST- ELETTORALE”…. a chi ha orecchie per intendere in-tenda e gli altri in roulotte….
      La storia è sempre quella:
      C’era una volta un re seduto su un sofa che disse alla sua serve:”Raccontami una storia” e la storia incominciò:
      C’era una volta un re seduto su un sofa che disse alla sua serve:”Raccontami una storia” e la storia incominciò:
      C’era una volta un re seduto su un sofa che disse alla sua serve:”Raccontami una storia” e la storia incominciò:
      C’era una volta un re seduto su un sofa che disse alla sua serve:”Raccontami una storia” e la storia incominciò:…….

  66. MAURO

    FORZA HENRY SIAMO TUTTI CON TE

    • MARIANGELA

      UN FORTE ABBRACCIO A MAMMA PAPA’E AL FRATELLINO LEANDRO.

      • genitorispresiano

        Un grosso in bocca al lupo anche da parte di tutti noi del blog.

  67. genitorispresiano

    Dato il massiccio bombardamento dello spot sul nucleare, per par condicio, pubblico il seguente video.
    Vedete voi…

    • Mauro

      Premetto che sono contro il nucleare,ma perché vi sentite in dovere di mettere in questo blog x par condicio un video contro quello in onda su quasi tutte le emittenti televisive? Siete ricaduti di nuovo nella trappola della politica o e’ una cosa voluta? P.S. Ringrazio per la gentile risposta che non mi avete dato alla domanda che avevo posto precedentemente. Un saluto.

      • Paola

        Proposta: perchè non parliamo del fatto che non ci sono più le mezze stagioni o di come si stava bene una volta?

      • mauro

        Sarebbe MOLTO…. MA MOLTO….. meglio. Almeno i discorsi sarebbero molto piu neutrali…

  68. MAURO

    Un saluto a tutti,vorrei farvi una semplice domanda.Voi che siete in strettissima collaborazione con questa Amministrazione Comunale per la quale date anche delle risposte su questo Blog e ormai fate anche da “Ufficio Reclami e Informazioni”,mi sapete dire quanto aspettano ancora a bloccare definitivamente i camion dall’ormai nota strada?
    Mi sembrava dovesse essere una cosa di estrema urgenza ma vedo purtroppo che non e’ cambiato nulla…ormai son passati molti mesi mi sembra… Grazie e attendo cortese risposta.

  69. luca

    A proposito di utilizzo attento dei fondi in bilancio. Ho notato queste sere di natale che anche quest’anno le luminarie sono state installate lungo le vie di Spresiano, a partire dalla piazza Rigo e fino a via San Pio X, ecc.Avrei preferito che questi soldi fossero spesi nel sociale per aiutare qualche famiglia in difficoltà o per qualche limitato interento per il famoso problema smog (installazione della cantralina di rilevamento,ecc finanziamento progetto Pedibus, ecc.). Essendo poi questo un periodo di crisi economica e di difficoltà per numerose famiglie non spendere per le luminarie sarebbe stato un segnale anche di sensibilità e un “taglio agli sprechi” di cui tanto si parla.

    • genitorispresiano

      Ciao Luca, approfittiamo per rinnovare a te ed a tutti i blogger gli auguri di Natale.

      A oi le luminarie piacciono molto e un Natale senza di loro sarebbe “strano”.
      Concordiamo che l’educazione al risparmio energetico parte dai piccoli gesti e che quindi sarebbe stato un risparmio da indirizzare verso altre necessita’.
      Magari ricordiamocene l’anno prossimo, cosi’ da proporlo all’amministrazione.

      Ciao

      • giovanni pasin

        mi scuso con il ritardo della risposta….ma ho letto solo ora il post.
        la nostra amministrazione aveva stabilito che quest’anno niente luminarie ma solo tre alberi di natale, uno per frazione. l’albero di natale di Spresiano in accordo con la pro-loco(è lei che allestisce gli alberi e non l’amministrazione)abbiamo concordato di non farlo nel solito pino perchè troppo alto e consumava troppa energia (500€ per 15 giorni), ma in un albero più piccolo posto vicino alla fermata delle corriere.
        tornando alle luminari, esse sono state acquistate dalla precedente amministrazione e quindi in possesso del comune, abbiamo calcolato che il costo energeticoi era irrisorio. quindi le abbiamo inserite.
        saluti.giovanni.

  70. luca

    Desidero segnalare attraverso questo utile spazio di discussione e di libero confronto l’esperienza fatta da alcuni ammnistratori “virtuosi” raccontata nel libro “L’anticasta” recentemente presentato anche a Spresiano.

    http://www.comunivirtuosi.org/index.php/pubblicazioni/480-lanticasta

  71. genitorispresiano

    Leggo con un brivido giu’ per la schiena dell’obolo di 700mila euro dato al Comune da parte di Mosole.
    Apprendo che sono soldi anticipati che sarebbero entrati nelle casse del Comune il prossimo anno, dando respiro ad un Patto di Stabilita’ poco “stabile” nel 2010.
    Intendo anche di un ulteriore escavazione di 5 metri (per che superficie poi) non so bene a che titolo di cui la ditta del Mosole usufruira’.

    Mi consola sapere che e’ stata costituita una commissione di vigilanza sulle attivita’ di escavazione (come prevede la legge, no?).

    Vorrei saperne di piu’ ma sui giornali e sui volantini si grida allo scandalo pero’ nessuno mi spiega.
    C’e’ tra di voi qualcuno di qualificato che puo’ illuminarmi?
    Solo la verita’, nient’altro che la verita’, grazie.

    Fabrizio

    • ivan

      Vedo con piacere che anche tu hai gli stessi dubbi che ho io. Mi rendo conto comunque che tutte le amministrazioni devono aver a che fare con gli imprenditori locali di più rilievo, ma non si è aspettato nemmeno un anno dall’insediamento per scendere a patti con quello che fino all’altro giorno era il nemico numero uno. Certo è stato salvato un bilancio che avrebbe dato adito a sanzioni gravi ma a quale costo? Intanto il Signor Mosole finirà quel parcheggio che fino ad ora era bloccato. Poi…. Aspetto anch’io con ansia che qualcuno mi dia delle delucidazioni in merito.

    • luca

      Ho letto anch’io l notizia sui giornali e penso che l’Amminstrazione comunale dovrebbe spiegare come è avvenuta questa operazione in totale trasparenza in modo così da evitare facili e conclusioni. Ho letto che l’ex Sindaco ha commentato con entusiamo tale decisione che ritiene in perfetta “sintonia” con la sua azione politica.

      • genitorispresiano

        Vista la disponibilita’ dell’attuale amministrazione al dialogo a brevissimo incontreremo il Sindaco per discutere di altri temi e sicuramente chiederemo di essere messi al corrente degli sviluppi in parola.

        Solo una piccola precisazione per cio’ che riguarda i commenti via stampa del nostro amato ex-sindaco: per noi avrebbe potuto fare affari anche con il diavolo in persona, se cio’ avesse giovato alla cittadinanza; il suo problema, che ne ha segnato anche la sconfitta, e’ che non ha mai considerato il dialogo con cittadini e realta’ comunali come uno strumento per spiegare le sue decisioni oppure anche solo per farsi conoscere. I cittadini hanno bisogno di sapere e di capire, altrimenti immaginano, e votano di conseguenza.
        Quindi, mi permetto di consigliare per le prossime tornate elettorali un bel corso di comunicativita’.

      • LIA ROSSETTO

        Colgo l’occasione per salutarvi e per condividere con voi alcune linee della trattativa intercorsa con Mosole SpA sfociata nella convenzione deliberata In giunta comunale. Condividiamo quindi quello che è stato il comunicato stampa, unitamente a degli approfondimenti di contenuto. In merito al parcheggio, quest’ultimo non era “bloccato”, bensì si completerà di un’area prativo-boschiva.
        Questo tema, come altri di vostro interesse, potrà essere liberamente discusso ed approfondito con la nostra Amministrazione, sindaco in primis ed assessore Fornasier (di competenza).

        INIZIO COMUNICATO STAMPA Si comunica che l’Amministrazione Comunale ha siglato un accordo con Inerti Sile srl e Mosole spa, nell’ambito del quale, a fronte della possibilità per quest’ultima di ultimare i lavori relativi al parcheggio sito a Lovadina in Vittorio Veneto con verde alberato e prativo, si è raggiunta un’intesa che permette la nascita ed il funzionamento di una commissione cave comunale, con il compito di verificare e monitorare le escavazioni e di dare un parere sul ripristino dell’area dismessa, l’apertura di un tavolo di confronto per la realizzazione della nuova tangenziale di Spresiano, nonché l’anticipo di importi relativi all’escavazione della ghiaia finalizzato al rispetto del patto di stabilità, evitando così il rischio di una paralisi totale di servizi e contributi nel 2011. FINE COMUNICATO STAMPA

        APPROFONDIMENTI:
        A soli otto mesi dal nostro insediamento siamo felici di iniziare a dare concretezza ad altri punti fondamentali del nostro programma elettorale. Dopo essere riusciti a restituire nei tempi previsti la Piazza di Visnadello alla cittadinanza ed aver effettuato i lavori di Via Pio X con asfalto antismog e l’installazione di tre centraline di rilevamento, abbiamo affrontato la nostra prima trattativa con Mosole spa ed Inerti Sile, la quale ha dato esiti positivi.

        Fedeli al principio secondo il quale i controlli a casa nostra in materie delicate devono poter essere effettuati direttamente da nostri cittadini, siamo felici di aver già posto le basi per la creazione di una Commissione Cave, che permetterà non solo alla Provincia ed agli organi comunali preposti, ma finalmente anche a cittadini Spresianesi di affiancarsi nei controlli sulle escavazioni e di dare un parere sul recupero delle cave ultimate.

        La nuova tangenziale di Spresiano è una priorità assoluta e l’apertura di un tavolo di confronto su questo, voluto in precedenza dalla Regione, è il primo importante passo mosso in quella direzione al quale, ne siamo sicuri, ne seguiranno altri a breve.

        Grazie a questo accordo il Comune riesce a vedersi anticipata a quest’anno la somma di Euro 700.000,00 quale contributo per le normali escavazioni da effettuarsi a partire dal 2012 per gli anni prossimi (prevedibilmente sette) ed anche (anche, non “solo”) grazie a ciò il Comune potrà rispettare il patto di Stabilità ed evitare il rischio (rischio e non certezza) di una paralisi totale di servizi e contributi nel 2011, anno che si presenta già difficilissimo per pesantissimi tagli già previsti da parte dello Stato. Questa scelta permette inoltre, a differenza di altre, di non incidere sul futuro dei nostri figli, poiché l’anticipo si riappiana nel giro di qualche anno, contrariamente ad altre scelte quali alienazioni o ricontrattazione dei mutui.

        CORDIALI SALUTI A TUTTI
        ED UN PARTICOLARE AUGURIO DI BUON NATALE

        Rossetto Lia
        Assessore alle politiche sociali

      • genitorispresiano

        Cara Lia,

        apprezziamo che questo spazio, che a breve verra’ reso piu’ ampio e fruibile, venga utilizzato anche da chi ci amministra in questo momento.
        Accolgiamo con piacere lo sforzo “comunicativo” perche’, come ben sai, il dialogo e’ alla base di qualsiasi rapporto, compreso quello tra amministrazione e cittadini.

        Inoltre il cittadino, che noi crediamo di rappresentare a pieno titolo, per naturale e perversa inclinazione, tende ad assere molto critico riguardo alle scelte di qualsivoglia amministrazione, sopratutto se attinenti a “temi caldi” come quello in parola.

        E’ con sentimenti contrastanti che apprendiamo della istituzione di una Commissione Cave popolata dai cittadini spresianesi;

        da un lato infatti ci rattrista sapere che a Spresiano un commissione cave (che tra l’altro dovrebbe essere prevista per legge, o no?) non e’ mai esistita. Cosa e’ successo in tutti questi anni? Quanto e’ stato scavato? Perche’ chi doveva controllare non l’ha fatto? Di che mole di interessi politici e monetari si parla? Quale ufficio e, in particolare, quale/i figura/e doveva/no occuparsene e ne e’/sono tuttoggi responsabile/i?
        Allora, diciamo noi, prima di accettare questi 700.000 euro (che sicuramente tolgono tante castagne dal fuoco al Comune ed aiutano molti cittadini) perche’ non si e’ fatto il punto della situazione, perche’ non sono state eseguite le rilevazioni, perche’ non sono stati chiesti i resoconti delle escavazioni per poi esigere quello che per legge un privato DEVE pagare al comune su cui insiste l’attivita’ di escavazione?

        Perche’ vedi, cara Lia, anche se non corrispondente alla realta’, il messaggio all’uomo della strada e’ molto chiaro e suona cosi’: il Comune ha ricevuto l’elemosina dal cavatore che cosi’ si e’ condonato il passato ed ha investito per il futuro.

        Se siamo tristi per cio’ di cui sopra, siamo molto contenti, invece, di costatare che si stia facendo uno sforzo per trovare soluzioni ai problemi, magari anche chiedendo anticipi di oneri futuri, creando commissioni per portare, finalmente, il cittadino al posto che merita, cioe’ quello di protagonista.

        Lo siamo ancor di piu’ dato che sappiamo, perche’ ci e’ stato promesso a piu’ riprese dalle figure piu’ importanti di questa amministrazione, che gli impegni per l’emanazione dell’ordinanza di blocco del traffico pesante vedra’ presto la luce e diventera’ realta’.

        Quindi avanti cosi’, in bocca al lupo e grazie.

      • mauro

        NO COMMENT…….come al solito a Spresiano è nelle mani dei grossi imprenditori…uno in particolare… tu mi fai fare il parcheggio e io in cambio ti do i soldini per far quadrare i conti Comunali….e poi si parla di commissione di vigilanza??? Ma scusate ma che potere ha questa Commissione? Dare un parere sul ripristino dell’area dismessa??? MAH…bella misera consolazione o forse son mal informato??

      • genitorispresiano

        Mah, Mauro, di dubbi ne abbiamo anche noi. Per questo motivo abbiamo chiesto di incontrare il Sindaco che ci ha ricevuti. Siamo andati diretti ai punti che piu’ ci interessano ed abbiamo voluto saperla tutta anche su questa questione;
        Adesso e’ tutto molto piu’ chiaro e ti posso solo dire che, come deve essere e come ci aspettavamo, questa “fase finale” della prodedura gestita dall’attuale amministrazione e’ limpida ed inopinabile.
        Alla stessa stregua consideriamo anche l’anticipo dei famosi euro.

        Al di la’ dell’operazione che rappresenta il motivo di questo anticipo, l’importante e’ che nessuno si senta ora in una posizione di, diciamo, sudditanza anzi, subordinazione. Non crediamo che sia cosi’, almeno questa e’ l’impressione che abbiamo avuto dopo l’incontro.

        Certo e’ che abbiamo in mano gli strumenti per fare “la prova del nove” e cioe’ la soddisfazione delle richieste fatte e accolte nelle promesse elettorali.

        Abbi un po’ di pazienza.

        Ciao

      • mauro

        Non capisco cosa centra la pazienza? La mia domanda sulla Commissione di Vigilanza comunque non trova risposta…
        Noto purtroppo da tempo che non vi e’ piu’ quella neutralità politica che forse o almeno credevo vi fosse e che e’ stato il motivo per cui mi sono allontanato dal gruppo.
        Purtroppo saro’ ripetitivo ma se fosse stato Belliato o Callegari a fare un’accordo simile con la Inerti Sile e la Mosole SPA sarebbe accaduto il finimondo da parte di questo gruppo e non solo da questo, si sarebbe gridato allo scandalo,articoli sul giornale, etc, etc.
        Non mi sembra corretto che Assessori Comunali usino questo blog per giustificare le azioni dell’Amministrazione Comunale o per scrivere i comunicati di Accordi presi con Imprenditori senza scrupoli e ai quali non interessa assolutamente il bene della nostra Spresiano.
        Questa non e’ politica?

      • genitorispresiano

        Colpa mia, nella risposta ho dimenticato della commissione. Tutto quello che so e’ che e’ da costituire.

        Vorrei infine ricordarti che chiunque puo’ scrivere su questo blog, come fai tu e molte altre persone.
        Questo capita in tutti i blog, che sono tali per definizione ( cito wikipedia: Il blog permette a chiunque sia in possesso di una connessione internet di creare facilmente un sito in cui pubblicare storie, informazioni e opinioni in completa autonomia. Ogni articolo è generalmente legato a un thread (il filo del discorso), in cui i lettori possono scrivere i loro commenti e lasciare messaggi all’autore.

        Il blog è un luogo dove si può (virtualmente) stare insieme agli altri e dove in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. È un sito (web), gestito in modo autonomo, dove si tiene traccia (log) dei pensieri; quasi una sorta di diario personale. Ciascuno vi scrive, in tempo reale, le proprie idee e riflessioni. In questo luogo cibernetico si possono pubblicare notizie, informazioni e storie di ogni genere, aggiungendo, se si vuole, anche dei link a siti di proprio interesse: la sezione che contiene link ad altri blog è definita blogroll.

        Tramite il blog si viene in contatto con persone lontane fisicamente ma spesso vicine alle proprie idee e ai propri punti di vista. Con esse si condividono i pensieri, le riflessioni su diverse situazioni, poiché raramente si tratta di siti monotematici. Si può esprimere la propria creatività liberamente, interagendo in modo diretto con gli altri blogger) fine citazione.

        Sta poi nella intelligenza e sensibilita’ delle persone farsi la propria idea scrivendola in questo spazio. Non abbiamo mai censurato nessuno perche’ non fa parte della nostra natura.

      • Mauro

        Ringrazio x l’interessante spiegazione sui significati di blog ,link,sito Internet,web ,log,etc, etc…
        Non avrete censurato nessuno ma continuate a pubblicare documentazioni,lettere,articoli e link vari che danno voce principalmente alle idee di certi gruppo politici che oggi ,a livello nazionale,rappresentano le minoranze. Scusate ma questa e’ la mia impressione.

  72. genitorispresiano

    Posto un commento di un nostro lettore per darne massima diffusione e per apprendere opinioni e notizie “alternative”:

    Inviato il 30/11/2010 alle 19:04
    E’ tutto falso..
    Disinformazione.. Sarei ben felice ci fossero delle azioni penali riguardo la precipua volontà di pericolose notizie tendenziose.

    Grazie al Governo Prodi, le centrali sono considerate “segreto di stato” per motivi strategici. Quindi il “veto” del referendum, non credo possa essere neanche menzionato, anche perché depositata il 17/11/2010, la sentenza (n. 331 Redattore De Siervo) con la quale la Corte Costituzionale ha “BOCCIATO” le leggi delle Regioni Campania, Basilicata e Puglia contrarie al nucleare.

    Siamo l’unico Paese in Europa che non produce energia anche nucleare, sui nostri confini, ve ne sono 62 entro 200Km L’Italia è gravemente vulnerabile; dipendiamo per oltre lo 85% dall’estero, in maggioranza idrocarburi, che acquistiamo da paesi politicamente instabili. il “Tempo”del 25/05/2008

    Oggi, il cittadino spagnolo usufruisce del 10% in più d’energia primaria rispetto al cittadino italiano, l’inglese del 25% in più, il francese del 40% in più e il tedesco arriva al 65% in più. Simili percentuali valgono anche per la sola energia elettrica: rispetto al cittadino italiano, si va dal 10% in più utilizzati dal cittadino spagnolo al 55% in più utilizzati dal tedesco.

    Politici e organi d’informazione vanno diffondendo l’illusione che sia seriamente possibile affrontare il dissesto energetico facendo ricorso alle varie nuove forme di sfruttamento dell’energia rinnovabile, il cui contributo (escludo idroelettrica) è – in Italia come nel mondo – inferiore all’1%. .
    Quanto al solare fotovoltaico, per produrre con questa tecnologia meno dell’1% dell’energia elettrica consumata dagli italiani, i soli pannelli fotovoltaici (senza installazione, trasformatori, ed eventuali accumulatori) costerebbero la proibitiva cifra di più di 10 miliardi di euro.
    Documento inviato al Presidente della Repubblica Il sì al nucleare sostenuto dai più grandi scienziati
    Firmato da 61 illustri scienziati di fama internazionale
    FAVOREVOLI inoltre.
    Obama, che punta decisamente alla “Green Economy”, prevede la costruzione, dopo trent’anni di stop, di due nuove centrali in Georgia, in aggiunta alle 104 regolarmente in funzione negli Usa».
    Testa expresidente di Legambiente , e deputato del Pci . Laureato in filosofia .Protagonista del referendum antinucleare, sancito con i tre referendum del 1987. “Il nucleare? E’ verde” La svolta di Chicco Testa .
    Umberto Veronesi: favorevole
    Margherita Hack peraltro Consigliere alla Reg. Lazio : “L’Italia ha bisogno del nucleare”
    James Hansen: climatologo di fama mondiale, direttore del prestigioso Goddard Institute for Space Studies della Nasa favorevole in un recente articolo (Only a carbon tax and nuclear power can save us)
    James Lovelock: uno dei grandi nomi dell’ecologismo contemporaneo. Favorevole
    Bill Gates: il fondatore di Microsoft ha espresso apertamente il suo appoggio all’energia nucleare
    Moore fondatore di “GREENPEACE” ed ecologista convinto, in occasione dell’incontro a Roma con Chicco Testa ha dichiarato: ” L’energia nucleare e’ importante dal punto di vista ambientale perche’ non produce inquinamento atmosferico” . Inoltre “costa meno rispetto al solare e all’eolico ed e’ sostenibile”.

    /———-/
    COSTI e comparazione rinnovabili.
    In Germania nel 2009 sono stati investiti nel solare oltre 10 miliardi di Euro per immettere in rete 1.800 GWh addizionali, lo 0,3% della domanda nazionale, praticamente nulla. Con la stessa cifra si sarebbero potute costruite almeno 3 centrali da 1000 Mw (valutazione pessimistica, secondo i dati ENEA il costo di un impianto nucleare è di 2500-3000 Euro/kW elettrico installato) che avrebbero immesso in rete ben 10.800 Gwh, un quantitativo sei volte superiore.
    PAGHIAMO l’energia eolica il doppio della media europea.. ma con metà vento della Danimarca.

    Nessuno fà caso però che in DANIMARCA sono fuori mercato..queste “GIRANDOLE”:
    La Danimarca possiede centrali termiche, alimentate soprattutto a carbone, che producono energia elettrica ma anche calore per le città in prossimità delle quale si trovano. Cosa succede quando è inverno e il vento soffia forte, e le turbine eoliche vanno al massimo? In questi stessi giorni il freddo è forte e devono andare al massimo anche le centrali a carbone che producono calore, anche se l’energia elettrica che esse producono è ora in eccesso rispetto alla domanda (il doppio).

    /——–/

    In sintesi l’energia eolica è “FOLLE” perchè non solo ha costi demenziali, devata il paesaggio, allontana turismo e popolazione senza alcun ritorno occupazionale.. ma dà energia quando soffia il vento,( da noi mai..) pertanto le pale son ferme e SORGENIA ve le “PIANTA” requisendovi la terra..
    Terra che diventerà EDIFICABILE come avviene ora nel Salento con il fotovoltaico?

    “PALI EOLICI IN MOLISE”
    Richieste per circa C.I.N.Q.U.E.M.I.L.A pale eoliche. Altri ricorsi si riferiscono a Guglionesi, Matrice e Toro. I pali eolici in Molise al momento sono 420.

    Da sottolineare:DOCUMENTAZIONE DEL COMITATO NAZIONALE DEL PAESAGGIO – CNP SU LEGAMBIENTE E GLI IMPIANTI INDUSTRIALI EOLICI IN ITALIA In questo ultimo art. c’è una frase: “Il CNP denuncia oggi “la scelta d’affari” di Legambiente.” Risale al 17.02.2004 quindi credo sia venuto il momento di fare chiarezza!

    EMMA BONINO dichiara a proposito di chiarezza : Sarà bene prevedere quanto prima un confronto pubblico con i sostenitori dell’eolico ad oltranza che difendono tecnologie non solo IMPATTANTI e INADATTE all’Italia, ma anche inefficienti, se è vero che 4.850 MW installati hanno realizzato solo il 14% del loro potenziale (6.076 GWh nel 2009). Perché? Perché sono stati messi dove non c’è vento a sufficienza, grazie anche alla speculazione indotta dal prezzo garantito dei Certificati Verdi. Le inchieste, che riguardano in primis l’associazione degli industriali del vento ANEV, i sequestri, gli arresti, le collusioni con la malavita organizzata, tutto ciò dovrebbe far riflettere gli oltranzisti in buona fede, almeno un pò..ecc.ecc.

    Fortunatamente.. leggo Eolico, la procura pentra apre un’inchiesta • Prima Pagina Molise http://www.primapaginamolise.com Abuso d’ufficio, corruzione o peggio infiltrazioni malavitose: nulla è dato sapere. Ma da fonti accreditate del Palazzo di Giustizia pentro arriva l’indiscrezione di un’indagine sugli appalti dell’eolico..
    Chiarezza fortunatamente inizia ad esserci considerando il sequestro recente di UN MILIARDO E OTTOCENTO MILIONI DI EURO

    EOLICO, per Tremonti è una balla e una truffa Aggiungendo:” ..Quello dell’eolico è un business ideato da organizzazioni corrotte..”.. Come la stessa (peraltro antinuclearista) Bonino onestamente conferma aggiungendo che dell’energia eolica italiana, pur misera solo il 14% entra in rete, il resto comunque pagato, a multipli del reale valore.

    Io solo aggiungo: avrà letto l’art. “Eolico, “maionesi impazzite” e gli affari di Legambiente”

    Inchiesta/Viaggio nella giungla delle pale,tra speculazioni e indagini giudiziarie – Eolico, soffia il vento degli sprechi: costi alti, poca energia, affari d’oro (da Il Messaggero )
    Via da questo pazzo vento di incentivi scandalosi per quantità e durata, via da questa corsa forsennata all’ultima pala che qualcosa frutterà anche se per ora non gira, via da questi “sviluppatori” – nuova sofisticata figura di mezzani – che stravolgono e offendono la quieta esistenza dei piccoli comuni giocando a nascondino con le royalties, via da questi sprechi, da queste mafie in agguato, da queste bollette ogni giorno più care perché il Balletto dell’Eolico ha i suoi costi. E che costi, per produrre poco o nulla …..
    /———————————-/
    FOTOVOLTAICO: Legambiente coinvolta nel business del fotovoltaico. Le associazioni denunciano
    Ossia 26 ettari di solari-deliri, motivati da INCENTIVI pari a OTTO volte il valore dell’energia erogata, quindi nostre “TASSE”, per devastare un P.A.R.C.O ?
    Un Parco che è stato istituito per salvare un’area di alto pregio paesaggistico, dove vivono rarissimi e protetti animali
    /—————/
    Le energie alternative sono una frode? Solo dal punto di vista “AMBIENTALE”, vi consiglio questi due art.
    (L’agricoltura secondo Vendola, piantare pannelli solari ed irrigarli con finanziamenti)
    La corsa al business non si limita a danneggiare l’ambiente deve colpire anche le tasche dei cittadini ,
    secondo la fonte Enel anticipando di ben 8 anni l’obiettivo della quota del 20% di elettricità prodotta fonti rinnovabili , gli aiuti aumenteranno dai 20 miliardi ai 41 miliardi di euro . Gia’ dal 2010 gli incentivi per le rinnovabili circa 2,3 miliardi hanno superato i contributi del Cip6.
    /———————/

    (MAFIA ED ENERGIE RINNOVABILI IN SALENTO) Un quadro assurdo catastrofico, che l’Arpa Puglia (Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente), in una lettera a firma del suo direttore, l’epidemiologo di fama mondiale, Prof. Giorgio Assennato, ha già chiesto mesi fa al Presidente Nichi Vendola di fermare! Oggi invece abbiamo visto Vendola volare con soldi pubblici in Cina, per chiedere anche ai cinesi di venire in Puglia ad investire in fotovoltaico, altro fotovoltaico che sia aggiunge a quella devastazione coloniale, a quella rapina di incentivi pubblici, attuata da spagnoli, austriaci, tedeschi, americani, danesi, olandesi, ecc. persino russi tra poco, con la collusione dei politici locali! Un mercimonio del nostro futuro che le parole non bastano a condannare!
    FONTE: http://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=12104

    (Fotovoltaico: speculazioni in Puglia grazie a Vendola) Questa regione , che è diventata il luogo dove poter accedere ai lauti finanziamenti pubblici collegati alla produzione delle eco-energie, con un euro si possono comprare terreni di ottima qualità , istallare pannelli fotovoltaici e dopo 20 anni, terminata la concessione d’uso, trasformare le aree un tempo a destinazione agricola in territori “E.D.I.F.I.C.A.B.I.L.I”

    TRE ART.PER RIFLETTERE.:
    1”–”La nuova bolla spagnola? Il fotovoltaico”30 miliardi di euro le partite a rischio-rimborso finanziate negli ultimi anni e di queste, una buona metà relative al fotovoltaico. Gli istituti finanziari, potrebbero vedersi costretti nei prossimi mesi a rilevare asset energetici, a fronte dell’impossibilità di poter recuperare i loro crediti..: la corsa della Spagna alle fonti rinnovabili, a causa dei generosi incentivi, è stata troppo
    2”– Germania:(“Energia pulita, quanto ci costi”: Der Spiegel e le fonti rinnovabili “a caro prezzo”)..per realizzare i piani energetici rispettosi dell’ambiente, il prezzo dell’energia elettrica nei prossimi 25 anni veloce e, soprattutto, troppo sostenuta artificiosamente..risulterà quasi quadruplicato, poiché “alla produzione un Kwh verrà a costare 23,5 centesimi, mentre il prezzo attuale è di 6,5 centesimi”.. conseguenze ancora più DRAMMATICHE per l’OCCUPAZIONE, ..poiché già adesso molte industrie hanno nel cassetto i piani per delocalizzare gli impianti all’estero, in Paesi dove l’energia è più a buon mercato.
    3”– Rinnovabili: Ortis, Senza Riforma Peseranno 20% Su Bollette Conferma ..arrivano soldi dall’Unione Europea e dal governo” ma ”il grosso sono soldi dei nostri concittadini che arrivano ogni bimestre dalle bollette”. ”Solo per quest’anno – ha ricordato – esluse le fonti assimilate, arriveremo a 3.000 milioni di euro. Stiamo caricando le bollette con qualcosa come l’8% e se non si aggiusta il meccanismo rischiamo di arrivare al 2020 al 20%”.
    /———/
    ASPETTO AMBIENTALE. DISASTRO? Cosa contengono i “VERDI” pannelli: Tellururo di cadmio (CdTe) Solfuro di cadmio (CdS) Arseniuro di gallio (GaAs), Diseleniuro di indio rame (CIS), Diseleniuro di indio rame gallio (CIGS) …….. Il cadmio e’ vietato in tutta la comunita’ europea con l’unica eccezione dei pannelli solari (Normativa ROHS) Il cadmio come il mercurio si concentra nella catena alimentare, anche piccole quantità sono estremamente tossiche, riguardo l’INDIO forse anche peggio. In Cina ci si muore ora.
    /———/
    RIFIUTI RADIOATTIVI
    Madrid. Una dozzina di paesini della Spagna rurale si è infatti lanciata in una «corsa atomica» inaspettata per accaparrarsi un cimitero nucleare
    Deposito di scorie nucleari in Svezia. La gara fra le due cittadine svedesi Oskarshamn e Östhammar è durata quasi sette anni. Una gara per aggiudicarsi un impianto, che almeno in Italia, ci guarderemmo bene dal definire desiderabile: il deposito definitivo delle scorie altamente radioattive dei 10 reattori nucleari svedesi
    /——–/
    Cernobyl .
    Il rapporto ufficiale[2] redatto da agenzie dell’ONU (OMS, UNSCEAR, IAEA e altre) stila un bilancio di 65 morti accertati con sicurezza e altri 4.000 presunti (che non sarà possibile associare direttamente al disastro) per tumori e leucemie su un arco di 80 anni. Il bilancio ufficiale è contestato da associazioni antinucleariste internazionali fra le quali Greenpeace che presenta una stima di fino a 6.000.000 di decessi su scala mondiale nel corso di 70 anni.
    Frutto questo disastro, di una impressionante somma di fattori sia per le caratteristiche intrinseche fondamentali del tipo di macchina, sia del sistema di gestione economico e amministrativo.

    Per cui la centrale era priva di personale qualificato e un “esperimento” che fu compiuto con errori di coordinamento e manovre particolarmente incaute e sfortunate.
    Gli operatori della centrale NON erano a conoscenza dei problemi tecnici del reattore. Il direttore, aveva esperienza di impianti a CARBONE; anche il capo ingegnere, proveniva da impianti convenzionali..
    Per ridurre i costi, l’impianto era stato costruito con un contenimento parziale , che escludeva la sommità del reattore e questo ha consentito la dispersione dei contaminanti radioattivi nell’atmosfera.
    Una caratteristica di questo reattore è quella di avere un coefficiente di vuoto positivo, cioè, con l’aumentare delle quantità di vapore presente nel refrigerante , la reazione a catena, anziché diminuire, aumenta.
    Caratteristiche al tempo già VIETATE NEI REATTORI OCCIDENTALI PER MOTIVI DI SICUREZZA.
    In un reattore “intrinsecamente sicuro” se il liquido refrigerante manca, il reattore è in grado di spegnersi senza interventi umani o di mezzi meccanici e VIETATE le caratteristiche costruttive che implicano un aumento della reazione in caso di malfunzionamento.
    OSSIA QUANTO AVVENNE A Cernobyl .
    Una centrale nucleare non comporta alcun apprezzabile “RISCHIO” oncologico! La radioattività “naturale” è ben superiore a quella che una centrale nucleare potrebbe rilasciare in un normale funzionamento.
    I sanpietrini a Roma contengono Torio, come le spiagge di Guarapari con un fondo medio radioattivo più di 8 volte superiore a quello di Chernobyl, In particolari concentrazioni di sabbie troviamo valori di fondo anche oltre mille volte superiore ai normali valori medi mondiali.
    Il livello delle radiazioni di fondo dell’area più contaminata di Chernobyl, misura 500 mrem/anno.
    La stazione di New York 1000 mrem/anno, P.za San Pietro 700-800 mrem/ anno, le Catacombe di Priscilla 4800 mrem/ anno”
    /————–/.
    RADIAZIONI
    Ci SORBIAMO 100-150 microSv/anno, delle centrali di De Benedetti in compartecipazione di “LEGAMBIENTE”! QUINDICI VOLTE superiori rispetto ai limiti di legge previsti per gli abitanti intorno ad insediamenti nucleari.
    LEGAMBIENTE con SORGENIA costruisce “C.O.N.S.A.P.E.V.O.L.M.E.N.T.E” CENTRALI A CARBONE 100 volte più R.A.D.I.O.A.T.T.I.V.E di una centrale NUCLEARE ?
    “VADO: LA CENTRALE DI DE BENEDETTI CONTINUERA’ A PRODURRE CANCRO!
    Leggo un art. della Sig.ra. BRIUGLIA : Da cui estraggo: Così anche “LEGAMBIENTE”, mentre a Genova e alla Spezia promuove una battaglia di dismissione perché il carbone “nuoce gravemente alla salute”, a Savona, a Vado e in Val Bormida ritiene che il carbone possa essere addirittura ben tollerato!
    “Le EMISSIONI di CO2 sono l’unico inquinante che Legambiente ligure si degna di considerare..
    ..Quando poi apprendiamo che Legambiente è SOCIO AZIONARIO di Sorgenia, la finanziaria del gruppo De Benedetti che controlla a sua volta Tirreno Power proprietaria della centrale di Vado, si può comprendere anche il suo ruolo di MALCELATA SUDDITANZA.
    /——————/
    Ora considerate le grandi “BATTAGLIE” contro il nucleare, da parte di LEGAMBIENTE vorrei sottolinearne un aspetto “RACCAPRICCIANTE”.
    LEGGO: “un articolo comparso su Scientific American “una centrale a carbone disperde nell’ambiente 100 VOLTE PIU’ RADIAZIONI di una centrale nucleare che produca la stessa quantità di energia”. Ecc.ecc.
    SORPRESA!: Chi scrive della pericolosità radiologica è “Il portale di Kyoto Club e LEGAMBIENTE ”
    /—————/
    NOTE:
    Il Radon e il rischi del “risparmio energetico”
    Il Radon ignorato dalle organizzazioni ambientaliste per il mito del “risparmio energetico . Vi è una forte correlazione tra i livelli di Radon respirato e il cancro ai polmoni. L’accumulo di Radon, in media, in una casa comporta la radioattività aggiuntiva di 1 pCi/ litro (un picocuries per litro d’aria) . Ciò dovrebbe portare ad una esposizione di circa 100 mrem (1mSv) all’anno, ben al di sotto del 500 mrem (5 mSv) considerati dalla EPA USA come la massima ammissibile. Ci sono però due fattori che possono aumentare tale esposizione media: vivere in una casa con un elevato rendimento energetico, ossia ermeticamente chiusa per massimizzare il “risparmio energetico”, provocando disastri e ulteriori costi sociali.
    PER QUANTO.. non bisogna estremizzare.
    Molti benefici delle sorgenti delle stazioni termali derivano proprio dalla radioattività presente in queste acque minerali in genere per l’assorbimento del radon. Nella stazione termale della città inglese di Bath le acque hanno un contenuto di ben 1730 pci di radon per litro e sono considerate altamente benefiche per molti disturbi.
    /————/
    Brevi considerazioni sul rilancio del nucleare in Italia
    Ing. Vincenzo Romanello vincenzo_romanello@tiscali.it mailto:vincenzo_romanello@tiscali.it
    Un impianto nucleare da 1000 MW [1] elettrici produce annualmente un volume di circa 25-30 tonnellate di scorie (già vetrificate), pari a circa 3 m3. Entro 400 anni la radioattività delle scorie si è ridotta all’1 % del valore iniziale; le scorie sono inoltre costituite al 95 % da uranio ancora debolmente arricchito (elemento naturale presente in natura anche in concentrazioni molto elevate – come ad esempio nel deposito di Cigar Lake [2], in Canada) e dall’ 1 % di plutonio, elementi questi ultimi che si possono recuperare ed utilizzare come combustibili (solo il 3-4 % è costituito da prodotti di fissione non recuperabili attraverso il riprocessamento del combustibile).
    L’uranio è un elemento comune sulla crosta terrestre (come lo stagno o lo zinco, e pagandolo 130 $/Kg le riserve sono sufficienti, ai consumi e con le tecnologie attuali (che si possono molto migliorare!), per 70 anni).

    Nell’acqua di mare ci sono 3 mg di uranio per m3, per un totale di 4,5 miliardi di tonnellate (si ricordi che con le tecnologie attuali 1 tonnellata di uranio può produrre un’energia pari a 60˙000 MWd [3 ] , ossia 1,44 miliardi di KWh, pari all’energia che consumerebbero nell’arco dell’intera vita circa 850 persone!), ovvero si potrebbero risolvere i problemi energetici dell’umanità per qualche secolo!. In Giappone è stato valutato che si può estrarre uranio dall’acqua di mare ad un costo di 155 €/Kg, che bruciato in un sistema di reattori tipo EPR, produrrebbe energia elettrica ad un costo di 1,97 centesimi di euro per KWh [4].
    Un impianto da 1000 MWel consuma annualmente circa 27 tonnellate di uranio arricchito (circa al 3 %), pari a circa 1,41 m3. Per alimentare 10 impianti di questo tipo per 100 anni bisognerebbe stoccare 1410 m3 di uranio arricchito, ovvero basterebbe riempire mezzo campo di calcio per un’altezza di 40 cm [infatti 50 (metà lunghezza, in metri) x 70 (larghezza, in metri) x 0,4 (altezza, in metri) = 1400 m3].

    Con un consumo energetico totale annuo in Italia pari a 185 Mtep [5], pari a circa 2˙000 G(KWh), si può calcolare che ogni cittadino consumi circa 36˙800 KWh annui. Se tale energia venisse prodotta interamente per via nucleare genererebbe un volume di scorie pari a 0,015 litri, ossia una sfera di scorie vetrificate del diametro di 3,1 cm (per l’energia consumata in tutta la vita la sfera avrebbe un diametro di circa una decina/dozzina di cm)!
    Si riportano di seguito i grammi equivalenti di anidride carbonica emessa nell’atmosfera per KWh prodotto da diverse fonti (si considerano anche i processi di fabbricazione dell’impianto, estrazione del combustibile, ecc.):
    – Carbone: 1114 g-CO2/KWh
    – Petrolio: 854 g-CO2/KWh
    – Impianti Fotovoltaici: 39 g-CO2/KWh
    – Impianti Eolici: 17 g-CO2/KWh
    – Impianti Idroelettrici: 15 g-CO2/KWh
    – Impianti Nucleari: 9 g-CO2/KWh

    La costruzione di 10 reattori da 1600 MWel del tipo EPR (European Pressurized Reactor, come quelli in costruzione in Finlandia, ad Olkiluoto) consentirebbe di coprire il 40 % del fabbisogno elettrico nazionale, peraltro riducendo le emissioni di anidride solforosa (SO2), ossidi di azoto (NOx), polveri ed anidride carbonica (CO2) del 32 %.
    La costruzione dei 10 EPR costerebbe circa 20 miliardi di euro (pari a circa 40˙000 miliardi delle vecchie lire). Si consideri, per confronto, che per le energie alternative (solare, eolico, biomasse, ecc.) sono stati spesi in questi anni (nel periodo 1975-2002) circa 98˙902 miliardi delle vecchie lire a fronte di una copertura del fabbisogno elettrico nazionale pari allo 0,5 %!

    1 Megawatt: milioni di watt.
    2 Il deposito di Cigar Lake presenta concentrazioni di uranio che arrivano anche al 55 %. In superficie non c’è traccia degli effetti delle radiazioni.
    3 MegaWatt-day: energia prodotta dalla potenza di 1 MW per 1 giorno, pari quindi a 24˙000 KWh.
    4 Considerando una potenza degli impianti di 1600 MWe, costo di impianto (ordini multipli) di 1000 €/KW, tasso di interesse 5 %, tempo di costruzione 4 anni, durata dell’esercizio 60 anni, burnup 60˙000 MWd/T, fattore di utilizzo 85 %, rendimento termodinamico del 36 %.
    1
    5 Mtep: Megatep, ossia milioni di tonnellate equivalenti di petrolio.

    Cordialmente

    Piero Iannelli

    • silvana

      Alcuni motivi per dire no al nucleare
      1) Nucleare e petrolio – Le centrali nucleari producono solo energia elettrica, che è meno di 1/5 dei consumi energetici di ogni paese. La scelta del nucleare non riduce la dipendenza dal petrolio: la Francia produce il 78 % dell’energia elettrica dal nucleare ma importa più petrolio di noi e ha i consumi di petrolio pro capite più alti d’Europa.

      2) Il combustibile – Le riserve di uranio sono limitate: ai ritmi attuali si esaurirà in pochi decenni ma se verranno costruite nuove centrali la sua disponibilità durerà ancora meno ed il prezzo aumenterà esponenzialmente. Inoltre il mercato dell’uranio è dominato da una lobby molto ristretta: sette società controllano l’85% dei giacimenti mondiali e quattro società forniscono il 95% dei servizi di arricchimento. Inoltre l’Italia non possiede uranio e dipenderà completamente da altri paesi per il suo approvvigionamento.

      3) I costi – Una valutazione realistica dei costi del nucleare deve tener conto non solo della costruzione delle centrali ma dell’intero ciclo di vita con particolare riguardo ai costi differiti dovuti al deposito delle scorie e allo smantellamento delle centrali di cui non si conosce ancora l’esatta incidenza. Considerati gli enormi costi di costruzione, le centrali nucleari non sono un affare per i privati a meno di ricevere ingenti sovvenzioni dallo stato, come conferma la recente decisione di Obama La costruzione del primo reattore EPR francese di nuova generazione in Finlandia (Olkiluoto) incontra grandissimi problemi, che hanno già causato rilevanti aumenti dei costi e dei tempi di costruzione. Nonostante ciò e senza che esista un’esperienza concreta del loro funzionamento (l’ente regolatore degli USA non lo ha neanche licenziato), l’ENEL vorrebbe ordinarne almeno 4!

      4) Le emissioni di CO2 – Il processo di fissione del combustibile nel reattore non produce emissioni di CO2, che sono invece presenti in tutte le altre fasi: dall’estrazione e lavorazione dell’uranio, all’arricchimento (l’impianto di Paducah, nel Kentucky, utilizza due centrali a carbone da 1000MW), alla costruzione della centrale (che richiede enormi quantità di cemento e acciaio) fino alle fasi di stoccaggio delle scorie e di demolizione della centrale. Alla fase di estrazione sono associate le maggiori emissioni di CO2: basta pensare che per ottenere 1 Kg di uranio da un giacimento che ha un grado di concentrazione dello 0, 1% (la media mondiale è dello 0,15%) occorre estrarre e lavorare 1 tonnellata di minerale. Un calcolo rigoroso porta a concludere che l’intero ciclo nucleare comporta oggi emissioni minori rispetto al termoelettrico, ma che aumenteranno vertiginosamente quando si dovrà estrarre l’uranio da giacimenti più poveri. Non bisogna inoltre dimenticare che, poiché i 439 reattori in funzione coprono meno del 6% del consumo di energia mondiale, se anche si costruissero centinaia di nuovi reattori si avrebbe un contributo minimo all’abbattimento della CO2, a fronte di investimenti di migliaia di miliardi nei pochi anni nei quali è richiesta la riduzione della CO2, evidentemente incompatibili con la situazione finanziaria mondiale.

      5) Sicurezza e salute – Si accumulano studi scientifici che dimostrano aumenti di leucemie infantili ed altre malattie nelle popolazioni che vivono attorno alle centrali nucleari. Segno evidente che rilasci radioattivi si verificano nel normale funzionamento dei reattori, anche se ufficialmente vengono sottaciuti. Questi si aggiungono ai rilasci inevitabili nei frequenti incidenti (spesso minimizzati o negati dalle autorità), sommandosi ad altri inquinanti e danneggiando gravemente la salute della popolazione: le malattie tumorali sono in aumento, anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità denuncia un preoccupante incremento nella diffusione dei tumori a livello mondiale.

      I reattori di terza generazione come l’EPR sono proposti come molto più sicuri, ma stanno emergendo inquietanti problemi di sicurezza, denunciati ufficialmente il 22 ottobre 2009 da tre Agenzie di Sicurezza europee, che hanno richiesto modifiche al sistema di controllo del reattore giudicandolo inadeguato a far fronte ad una situazione di emergenza. L’Autorità di Sicurezza Finlandese ha riscontrato ben 2.100 difformità nella costruzione del reattore EPR a Olkiluoto e ha bloccato i lavori.

      6) Le scorie radioattive – Comprendono il combustibile esaurito e tutto ciò che è stato contaminato dalle radiazioni, cioè i materiali utilizzati per il funzionamento della centrale ed il reattore stesso, che a fine ciclo andrà smantellato.

      Nessun paese ha ancora trovato una soluzione sicura al problema delle scorie, che devono essere custodite per tempi che possono raggiungere le centinaia di migliaia di anni. Si sono sviluppati invece traffici illegali per lo smaltimento nei paesi del terzo mondo, con un criminale risparmio sui costi e conseguenze sanitarie ed ambientali facilmente prevedibili.

      I pur limitati programmi nucleari dell’Italia hanno lasciato in eredità quattro centrali da smantellare, grandi quantità di fusti con scorie radioattive, provvisoriamente collocati all’interno delle centrali o inviati all’estero, con rilevanti spese per la custodia e gli affitti.

      Questa situazione costituisce un rischio permanente per l’ambiente e la salute. Nell’interesse generale sarebbe logico risolvere questi problemi, prima di prendere in considerazione la realizzazione di nuove centrali.

      7) Nucleare civile e militare – La tecnologia nucleare è intrinsecamente dual-use: non è possibile separare le applicazioni civili da quelle militari. Tutti i paesi che hanno realizzato la bomba sono passati attraverso la costruzione di reattori nucleari. La Francia ha un potente arsenale nucleare, che ha assorbito i costi dei programmi civili. La diffusione nel mondo di programmi nucleari aumenterà indubbiamente i rischi di proliferazione militare.

      8 L’Italia ha bisogno delle centrali nucleari? – Non è vero che l’Italia è costretta ad importare energia elettrica dalla Francia: la potenza elettrica installata in Italia era nel 2008 di 98.625 MW, a fronte di un picco di domanda di 55.292 (il massimo storico era stato raggiunto nel 2007 con 56.822 MW), dando luogo alla maggiore eccedenza tra tutti i paesi europei. Ma il nostro sistema elettrico è diventato sempre più inefficiente con le privatizzazioni, e non verrebbe certamente migliorato dall’investimento in centrali elettronucleari. La Francia “svende” energia elettrica nelle ore di calo della domanda, perché il sistema nucleare è rigido e non si adatta alle variazioni di carico; in compenso, in momenti di picchi eccezionali di domanda è costretta ad importare energia elettrica, a caro prezzo, dai paesi confinanti.

      9) Ridurremmo la dipendenza dal petrolio? – La dipendenza energetica italiana ha ben altre cause. Importiamo quasi tutto il petrolio, che viene utilizzato, con grandi sprechi, in usi in cui non è sostituibile dal nucleare: circa un terzo, per un sistema dei trasporti totalmente sbilanciato sul trasporto su gomma e privato, buona parte per il riscaldamento di edifici costruiti senza isolamento termico, e altre importanti quote per attività produttive energivore, che producono male e in modo inefficiente.

      10) Trasparenza, efficienza, democrazia nei lavori – La costruzione di centrali nucleari muove quantità enormi di capitali, in gran parte pubblici, ed un loro corretto utilizzo prevedrebbe l’esistenza di un sistema economico e politico di gestione degli stessi assolutamente trasparente. Sappiamo bene che così non è e quanto sia frequente che intermediari senza scrupoli, (quando non addirittura la criminalità organizzata), si inseriscano nell’attribuzione degli appalti in maniera illecita. Infine, con l’entrata in vigore della Legge Sviluppo (luglio 2009), lo Stato potrà avvalersi dei poteri sostitutivi nei confronti delle Regioni in materia di energia (aspetto per cui molte Regioni hanno fatto ricorso), equiparando di fatto i siti scelti per le centrali alle aree militari d’interesse strategico. Con grave detrimento dei principi di partecipazione democratica nella condivisione delle localizzazioni. COORDINAMENTO TOSCANO per il NO al NUCLEARE

      Mettersi a discutere con i nuclearisti italiani non solo è inutile, ma controproducente. E’ la classica storia di chi si mette a discutere con un imbecille, chi osserva dall’esterno vede due imbecilli che discutono. Il popolo italiano, che è abituato a sopportare quasi qualunque cosa, non lo vuole per istinto di sopravvivenza. Nel Paese con le più potenti mafie del mondo chi gestirebbe le scorie? Il nucleare costa più di qualunque altra energia: chi lo pagherà? L’uranio finirà entro qualche decennio e il suo prezzo aumenta di settimana in settimana, è l’energia MENO rinnovabile del mondo. Helen Caldicott, autrice di: “Il nucleare non è la risposta”, ci spiega la pericolosità del nucleare per i nostri figli e nipoti. Disoccupati, senza pensione e nuclearizzati.
      Intervista a Helen Caldicott
      H. Caldicott: Mi chiamo Helen Caldicott, sono australiana. Sono una pediatra e specialista in infanzia. Per quattro anni sono stata coinvolta nello studio delle implicazioni mediche del nucleare a scopo energetico e nucleare a scopo bellico. Ho fatto parte del corpo docente della Scuola di Medicina di Harvard e ho praticato la professione medica.

      Blog: Perché ci sono ancora Paesi, come la Gran Bretagna, che ricorrono al nucleare nel mix energetico?

      H. Caldicott: Molte persone ignorano quali sia il ciclo del combustibile nucleare e quali siano le conseguenze sul corpo dell’esposizione a radiazioni e di tutti gli altri aspetti della produzione di energia nucleare: l’estrazione e la lavorazione dell’uranio, l’arricchimento, la costruzione di un reattore, le radiazioni emesse dal reattore a regime, la concentrazione delle radiazioni nella catena alimentare e nel latte materno, nei polmoni. E poi i rifiuti radioattivi che durano mezzo milione di anni e contaminano la catena alimentare. Quindi la gente mangerà cibo radioattivo. I bambini sono dieci, venti volte più esposti degli adulti ai danni delle radiazioni. I feti, migliaia di volte.
      Le persone non sembrano comprenderlo. È un problema medico. La maggior parte della gente non ha le informazioni biologiche per comprendere il problema. Così, l’industria nucleare ha spinto un’enorme campagna di propaganda dicendo che loro sono la risposta al surriscaldamento globale, perché non producono anidride carbonica.
      In realtà producono grandi quantità di anidride carbonica, così come producono epidemie di cancro, leucemie e malattie genetiche nelle generazioni future.

      Blog: Qual è quindi il reale costo dell’energia nucleare, considerando il costo sostenuto dalla società?

      H. Caldicott: Costruire un reattore nucleare costa dai 12 ai 15 miliardi di dollari. Ma tutti i costi accessori di arricchimento dell’uranio, gli enormi costi di assicurazioni pagati dal governo – il governo sussidia l’intero bilancio dell’industria nucleare -, i costi per gli interventi medici conseguenti non sono compresi. I costi del trattamento di pazienti – soprattutto bambini – affetti da cancro o patologie genetiche o i costi per lo stoccaggio delle scorie nucleari per mezzo milione di anni non sono mai inclusi. Il trasporto delle scorie nucleari non è mai compreso.
      È talmente più economico investire in energie da fonti rinnovabili, come l’eolico, il solare, il geotermico e la cogenerazione, alta efficienza nell’uso dell’elettricità.

      Blog: Non esiste quindi un nucleare sicuro?

      H. Caldicott: Non esiste assolutamente una strategia nucleare sicura. Nel mio libro spiego perché il nucleare non è la risposta al surriscaldamento globale. Lo capirete leggendo il libro. L’Italia non deve costruire centrali, ma sono sicura che Berlusconi non capisce quello di cui sto parlando.

      Blog: Chi vuole dunque l’energia nucleare?

      H. Caldicott: I politici sono stati i destinatari di una grande campagna di propaganda, e forse di denaro – non so. I politici sono analfabeti in materia scientifica e medica. In altre parole non capiscono la scienza. Come Berlusconi, che scienza è in grado di capire lui? Conosce forse la medicina e i tempi sufficienti per contrarre un cancro dopo essere stati irradiati per 5 o 6 anni? Non conosce forse i risultati di Hiroshima e Nagasaki?
      Molti politici sono lo “scudo di bronzo” dell’industria nucleare, o dell’industria petrolifera o del carbone. Vanno dove va il denaro, non dove dovrebbe puntare il futuro e il benessere delle persone.

      Blog: Che ci dice delle lobbies militari dietro l’industria nucleare?

      H. Caldicott: Naturalmente la tecnologia nucleare trae origine dal progetto Manhattan che produsse plutonio per armare bombe. L’energia nucleare è una conseguenza di questa tecnologia nata per il senso di colpa degli scienziati responsabili della morte di circa 200.000 persone uccise letteralmente in un lampo. Ritenevano che se avessero estratto energia dall’atomo per usi civili, il loro senso di colpa sarebbe diminuito. Ho conosciuto e lavorato con alcuni di quegli scienziati e posso dirvi che hanno sempre odiato le armi nucleari e che sono morti ancora attanagliati dal senso di colpa. Sapevano, sapevano quanto fosse e quanto sia pericoloso il nucleare. Oggi sono tutti nelle loro tombe.
      Dovete anche sapere che ogni centrale nucleare produce circa 250 kg di plutonio l’anno. Il plutonio dura mezzo milione di anni e puoi costruirne una testata nucleare con 5 kg. Ogni nazione che possiede un reattore nucleare può costruire facilmente centinaia di bombe atomiche, se lo desidera. Questo è il motivo per cui si è così preoccupati dell’Iran. È così che Israele ha costruito le sue testate, così la Gran Bretagna, la Francia, il Pakistan e l’India, la Cina. Le armi e l’energia nucleare sono parti della stessa industria. Quando disponi della tecnologia nucleare, puoi produrre armi atomiche. Berlusconi vuole forse delle armi nucleari?

      Blog: Speriamo di no! C’è almeno un esempio al mondo di corretta gestione delle scorie nucleari?

      H. Caldicott: No, non ce ne sono e non ce ne sarà mai uno. Quale che sia il materiale all’interno del quale venga stoccato, si deteriorerà. Il cemento presenterà infiltrazioni, il metallo arrugginirà e il materiale fuoriuscirà contaminando l’ambiente, l’acqua, il cibo, il latte, la carne. La gente mangerà cibo radioattivo. I bambini nasceranno deformi. Nascono bambini deformi a Falluja e Bassora, in Iraq dove sono state usate armi atomiche. Infatti a Falluja i dottori consigliano alle donne di non avere affatto figli. La quasi totalità dei bambini nasce con serie deformità: mancano del cervello o di un occhio, delle braccia. È davvero … è ciò che ci riserva questo futuro.

      Blog: Cosa dovrebbero fare i cittadini per abbandonare l’opzione nucleare?

      H. Caldicott: Per prima cosa devono essere bene informati

  73. giovanni

    buongiorno, volevo chiedere di ospitare la notizia del trattamento fotocatalitico che ho inserito in facebook -missiato sindaco.

    il sindaco è Felice.
    Tutti noi siamo felici.
    Sta emergendo in questa amministrazione tutta la forza di volontà e caparbietà nel trovare soluzioni per il bene del territorio.
    Da subito la giunta ha ascoltato l’associazione genitori per il noto problema dello smog e del traffico in concomitanza delle scuole primarie di Spresiano.
    Alcune soluzioni non erano da subito percorribili perché la pertinenza della strada è della provincia.
    Il Bilancio inoltre non ci permetteva larghe manovre e investimenti. Recepivamo le esigenze dell’associazione ma non potevamo in breve termine dare risposte, o meglio passare ai fatti.
    Siamo riusciti in breve tempo a completare l’opera di messa in sicurezza della viabilità, ma mancava ancora qualcosa per essere pienamente felici. Pensavamo che la richiesta del fotocatalitico per abattere l’inquinamento pervenuta dall’associazione genitori fosse la via giusta da da perseguire ma non potevamo realizzarla.
    Il trattamento fotocatalitico ha un costo elevato, e non avevamo a disposizione le risorse. Il sindaco non hai mai perso la fiducia e grazie al suo interessamento e alla sua determinazione è riuscito a trovare la soluzione.
    Bravo Riccardo! Ora abbiamo il fotocatalitico.Il trattamento fotocalitico antismog per le strade è’ un’emulsione a base di biossido di titanio che permette di abbattere gli inquinanti del traffico, preservare le caratteristiche tecniche del manto stradale, contare su una soluzione efficace nel tempo
    La fotocatalisi si basa sul processo chimico che si avvia grazie all’azione combinata della luce (solare o artificiale) e dell’aria. Il principio attivo presente, TiO2 – biossido di titanio, ossida e decompone le sostanze organiche ed inorganiche che entrano in contatto con le superfici trattate.
    Le sostanze inquinanti e tossiche vengono trasformate, attraverso il processo di fotocatalisi, in sostanze innocue (nitrati/carbonati di sodio) e in quantità irrisorie e assolutamente invisibili, che vengono asportate dall’aria, dall’acqua o precipitano a terra.
    Per analizzare se il trattamento fa la sua funzione sono state istallate tre centraline di rilevamento due in zone non trattate e una nella zona trattata. Le centraline stazioneranno un anno con rilevamenti per le 24 ore e con acquisizioni dati ogni mese (report).
    La nostra amministrazione oltre ad essere soddisfatta per l’intervento del foto catalitico (unico comune del Veneto) sta elaborando altre iniziative per ridurre il traffico pesante e per la messa in sicurezza delle vie che congiungono scuole elementari e scuola dell’infanzia di Spresiano.
    Assessore comune Spresiano-Giovanni Pasin

    • genitorispresiano

      Noi del “Comitato Genitori di Spresiano”, costituitosi recentemente in Associazione “Comitato dei Genitori e dei Liberi cittadini di Spresiano”, abbiamo duramente lottato in passato contro la vecchia amministrazione assolutamente sorda, cieca e muta ai problemi più volte da Noi esposti e prospettati mediante: continue richieste di intervento, riunioni pubbliche, numerose lettere indirizzate a tutti gli organi competenti (Dirigente scolastica, Sindaco e giunta, Presidente ed Assessore all’Ambiente della Provincia di Treviso, Prefetto) e perfino con un esposto alla Procura della Repubblica di Treviso.

      La mancanza di risposte concrete e le false promesse (vedi la sostituzione immediata delle “catenelle” davanti all’ingresso della scuola primaria) dell’allora sindaco Belliato e della sua giunta alle continue e legittime richieste, di una buona parte di Cittadini Spresianesi, di interventi per preservare la salute e la sicurezza di circa 500 piccoli studenti, ha contribuito al loro fallimento con la bruciante sconfitta alle ultime elezioni comunali.

      La lettura è impietosa: chi amministra la cosa pubblica deve fare gli interessi dei cittadini, anche ascoltandoli e cercando di risolvere o, almeno, mitigare i problemi da loro presentati.
      A tal riguardo vorrei, in qualità di Presidente di questa Associazione, ringraziare pubblicamente il vecchio sindaco Belliato ed attuale esponente delle minoranze consiliari, perché grazie al suo approccio olistico verso i problemi di sicurezza, di inquinamento acustico ed atmosferico davanti alle scuole (via Montello e via San Pio X), ci ha spinto verso la nascita del “Comitato Genitori di Spresiano”.
      All’attuale Amministrazione ed, in particolare, al Sindaco Missiato riconosciamo la grande sensibilità, attenzione e l’impegno, fino ad ora profuso, per trovare le soluzioni per attenuare i gravi problemi sopra menzionati.

      Il trattamento fotocatalico è una di queste soluzioni che porterà sicuramente a dei benefici, abbassando le quantità di sostanze inquinanti e tossiche che, quotidianamente, i nostri bambini respirano. Risulta, altresì, importante l’installazione delle tre centraline per quantificare gli effetti di un intervento che risulta essere importante.
      Restiamo ancora in attesa, comunque, dell’intervento che Noi riteniamo primario, urgente e necessario per abbattere in maniera rilevante la concentrazione di polveri sottili e l’inquinamento acustico: il blocco totale o parziale dei mezzi pesanti.
      Con l’impegno da parte Nostra di estrema collaborazione per il bene di Spresiano e dei suoi cittadini (in particolar modo dei più piccoli), auguriamo al Sindaco Missiato e alla Sua Giunta un buon lavoro.
      Il Presidente
      Giovanni GARGANO

      • Marco

        Ieri sera ho scritto un commento, ma probabilmente c’è stato un errore ed è stato cancellato.
        In pratica domandavo se l’asfaltatura e la modifica alla viabilità, se non ricordo male mi sembrano quasi le stesse proposte dalla precedente amministrazione o mi sbaglio?

      • genitorispresiano

        Ciao Marco,

        il progetto in questione e’ lo stesso studiato dalla precedentemente amministrazione, in risposta ad anni di incessanti richieste da parte nostra. Non ne sapevamo pero’ nulla, almeno fino al giorno 31 maggio 2010, giorno in cui il neo sindaco ci ha ricevuto ed ascoltato.

        Ci sono pero’ modifiche sostanziali apportate al progetto dopo che la nostra associazione, allora comitato, aveva palesato al Sindaco alcune perplessita’ che sono, devo dire, state accolte con spirito di collaborazione.

        Ti posso fare un esempio; il progetto originale prevedeva la stesura di asfalto fonoassorbente (!), mentre per limitare il problema dell’inquinamento atmosferico bisogna stendere l’asfalto fotocatalitico.

        Ed infatti la settimana scorsa i lavori con asfalto di quest’ultima tipologia si sono conclusi, garantendo una efficacia di cattura inquinanti fino a 10 anni.

        Ci sono altre modifiche al progetto originale (allargamento aree protette e pedonali, cordonature, pannelli protettivi, senso unico etc.), se vuoi le posso elencare tutte ma non vorrei dilungarmi troppo.

        Continua a seguirci, grazie.

      • Ivan

        Devo ricredermi, Spresiano un pò sta cambiando e sta diventando, consentitemelo, anche più bella. Sono felice di vedere finalmente le persone in sicurezza che portano i bambini a scuola. Certo c’è ancora tanto da fare.

      • Volevo ricordare che oggi è la “giornata mondiale dei diritti dei bambini” e mi fa piacere pensare che la sperimentazione volta a diminuire da subito le sostanze nocive dall’aria in prossimità delle scuole primaria e dell’infanzia a Spresiano si possa accogliere oggi come un gesto rivolto a loro.
        Coloro a cui affidiamo il nostro futuro, la nostra speranza per una continuità.
        Un pensiero è rivolto anche a tutti i bambini d’Italia e del Mondo perchè troppo spesso questi diritti vengono calpestati o peggio ritenuti non degni di considerazione.

      • genitorispresiano

        Scusami per la tardiva risposta, caro Beppe.
        Sposo in pieno il parallelo da te proposto tra la giornata mondiale dei bambini e cio’ che noi tutti crechiamo di fare per loro.
        Facciamo quindi in modo che una giornata si dilati fino a che i loro diritti siano tutelati tutto l’anno.
        A presto

    • Mauro

      Sono contento finalmente, di vedere che l’Amministrazione Comunale ha preso questi provvedimenti atti a salvaguardare la nostra sicurezza e salute e con l’occasione vi porgo i miei ringraziamenti da genitore e da Cittadino di Spresiano.
      Spero si attui a breve anche il blocco del traffico pesante cosi da coronare un sogno che dura da molti anni…
      Un caro saluto,Mauro.

    • Mauro

      Sono contento finalmente, di vedere che l’Amministrazione Comunale ha preso questi provvedimenti atti a salvaguardare la nostra sicurezza e salute e con l’occasione vi porgo i miei ringraziamenti da genitore e da Cittadino di Spresiano.
      Spero si attui a breve anche il blocco del traffico pesante cosi da coronare un sogno che dura da molti anni…
      Un caro saluto,Mauro.

      • genitorispresiano

        Grazie Mauro, ci aiuta molto sapere che qualcuno apprezza.

        Ciao

  74. mariangela

    E’ un momento nel quale è necessario ritrovare fiducia nel futuro, soprattutto da parte dei ragazzi.
    La bella canzone di Vecchioni è un’iniezione di valori e di sensibilità.

    SOGNA RAGAZZO SOGNA

    E ti diranno parole rosse come il sangue,
    nere come la notte;
    ma non è vero, ragazzo,
    che la ragione sta sempre col più forte;
    io conosco poeti che spostano i fiumi con il pensiero,
    e naviganti infiniti che sanno parlare con il cielo.
    Chiudi gli occhi, ragazzo, e credi solo a quel che vedi dentro;
    stringi i pugni, ragazzo, non lasciargliela vinta neanche un momento;
    copri l’amore, ragazzo, ma non nasconderlo sotto il mantello;
    a volte passa qualcuno, a volte c’è qualcuno che deve vederlo.
    Sogna, ragazzo sogna quando sale il vento nelle vie del cuore,
    quando un uomo vive per le sue parole o non vive più;
    sogna, ragazzo sogna,
    non lasciarlo solo contro questo mondo
    non lasciarlo andare sogna fino in fondo
    fallo pure tu
    sogna, ragazzo sogna, quando cade il vento
    ma non è finita quando muore un uomo
    per la stessa vita che sognavi tu
    sogna, ragazzo sogna,
    non cambiare un verso della tua canzone,
    non lasciare un treno fermo alla stazione,
    non fermarti tu…
    Lasciali dire che al mondo quelli come te perderanno sempre;
    perché hai già vinto, lo giuro, e non ti possono fare più niente;
    passa ogni tanto la mano su un viso di donna, passaci le dita;
    nessun regno è più grande di questa piccola cosa che è la vita
    E la vita è così forte che attraversa i muri per farsi vedere
    la vita è così vera che sembra impossibile doverla lasciare;
    la vita è così grande che quando sarai sul punto di morire,
    pianterai un ulivo, convinto ancora di vederlo fiorire
    Sogna, ragazzo sogna,
    quando lei si volta, quando lei non torna,
    quando il solo passo che fermava il cuore non lo senti più;
    sogna, ragazzo, sogna,
    passeranno i giorni, passerà l’amore, passeran le notti,
    finirà il dolore, sarai sempre tu …
    Sogna, ragazzo sogna,
    piccolo ragazzo nella mia memoria,
    tante volte tanti dentro questa storia:
    non vi conto più;
    sogna, ragazzo, sogna,
    ti ho lasciato un foglio sulla scrivania,
    manca solo un verso a quella poesia,
    puoi finirla tu.

    Mariangela

  75. Ivan Durante

    Questo articolo riguarda una cosa che a me sta a cuore, lo sfruttamento dell’energia solare per la produzione di energia elettrica. Per fortuna che quacun’altro la pensa come me e ci crede in questo… E’ vero il costo inziale è alto da sostenere ma le amministrazioni, secondo me, possono concedersi il “lusso”, anche perchè vi è un ritorno dal punto di vista economico che può essere utilizzato per sostenere altre iniziative a favore dello sviluppo delle energie rinnovabili e per tutelare la salute di tutti i cittadini.

    A FARRA DI SOLIGO L’ENERGIA VIENE DAL SOLE

    Nuovo impianto fotovoltaico sul tetto della media “Zanella” di Col San Martino
    Fotovoltaico_Scuola_Media_HP.jpg

    FARRA DI SOLIGO – L’energia dal sole è una realtà per gli studenti di Farra di Soligo: in questi giorni è entrato in funzione l’impianto fotovoltaico installato sul tetto della scuola media “G. Zanella” di Col San Martino in grado di soddisfare circa i 2/3 del fabbisogno energetico dell’edificio scolastico.

    “E’ stata una precisa scelta dell’Amministrazione comunale – spiega il Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Casagrande – quella di collocare i pannelli solari sulla copertura delle scuole medie. Siamo consapevoli dell’importanza di sensibilizzare gli studenti e le nuove generazioni a temi fondamentali per il loro futuro quali il risparmio energetico, il ricorso alle fonti rinnovabili e il perseguimento di uno sviluppo sostenibile. E siamo convinti che sia compito anche delle istituzioni e della scuola educare e avvicinare concretamente i più giovani alle tecnologie eco-compatibili”.

    Tra breve sarà completato anche il secondo impianto fotovoltaico voluto dalla Giunta Nardi: il “parco” ad energia solare nella zona PIP di Soligo, della potenza complessiva di 200 KW di picco. “

    I lavori termineranno tra ottobre e novembre – annuncia l’Assessore Casagrande – e ci consegneranno un impianto in grado di garantire un risparmio in bolletta per il Comune di Farra di Soligo di circa 24 mila euro l’anno. Non solo: grazie all’incentivo statale Conto Energia il beneficio complessivo sarà di quasi 50 mila euro all’anno”.

    “Puntando sullo sfruttamento delle energie alternative e rinnovabili, l’Amministrazione comunale persegue un duplice obiettivo: da un lato contenere i costi energetici e dall’altro tutelare l’ambiente contribuendo a ridurre l’inquinamento atmosferico, a beneficio di tutti i cittadini di Farra di Soligo. Nella stessa ottica nel 2011 pensiamo di implementare ulteriori impianti fotovoltaici e di intervenire sull’illuminazione pubblica per ridurne drasticamente i costi di funzionamento e manutenzione”, conclude l’Assessore Casagrande.

    • genitorispresiano

      Ciao Ivan,

      so che progetti analoghi sono presi in considerazione dalle figure competenti in Consiglio Comunale.
      Personalmente credo nel fotovoltaico, tanto che sto installando i pannelli anche a casa mia.
      Grazie per la segnalazione.

      • Ciao Ivan,
        Anch’io sono sempre più convinto che questa sia la strada giusta.

        Ogni volta che vedo un’iniziativa coraggiosa verso le energie rinnovabili si rafforza dentro di me la convinzione che possiamo fare molto, da subito, per la salvaguardia dell’ambiente e della salute di tutti noi.

        L’energia è un fattore attuale e concreto per lo sviluppo economico e sociale, oggi tra l’altro è anche possibile ricavarne un guadagno economico.
        Il Fotovoltaico fa parte di quel settore industriale di produzione di “energia pulita” che oggi è in via di sviluppo a livello internazionale.
        Dall’esperienza di altre nazioni, anche vicine, abbiamo potuto constatare che lo sviluppo delle en. rinnovabili favorisce il lavoro e la ricerca. E questo non è poco…!
        Bisogna sempre più capire che tutti noi possiamo realmente, fare a meno del petrolio, del carbone e anche dell’atomo.
        Siamo in piena rivoluzione energetica ed è importante far capire ai nostri figli che anche noi abbiamo contribuito al cambiamento a partire dalla nostra piccola realtà locale.
        Sarebbe bello attuare un “piano energetico comunale” che si basi tutto sul risparmio energetico e sulle energie rinnovabili.
        Ritengo però che “le vere difficoltà” oggi in Italia per lo sviluppo e la diffusione di questi progetti siano le leggi poco chiare, la burocrazia e le banche.
        Sono tre fattori “fondamentali” per il cambiamento e per raggiungimento degli obbiettivi di Kioto al fine della riduzione della CO2 e del surriscaldamento del pianeta.
        Non penso sia più un problema di partiti politici, penso sia ormai una cosa che riguarda tutti noi, “questo per me è il futuro”!

        Ciao Beppe

  76. genitorispresiano

    Ieri 7 ottobre 2010 si e’ costituita la associazione denominata “Comitato Genitori e Liberi Cittadini di Spresiano”.

    L’Associazione e’ aperta a chiunque si riconosca negli ideali che ne hanno ispirato la costituzione, con l’impegno che ognuno e’ in grado di metterci senza obblighi ed imposizioni. Lo Statuto puo’ essere consultato nella sezione “Vent’anni di Storia”.

    Naturalmente l’Associazione raccoglie l’eredita’ dell’esperienza da noi fatta in questi anni e mantiene come obiettivo principale quello di risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico e acustico nei pressi delle scuole, attraverso il dialogo con le istituzioni e, nel caso in qui esso dovesse venire a mancare, attraverso tutte quelle azioni che possano far valere i diritti di piccoli e grandi.

    Ma ci piace vedere un po’ piu’ lontano. D’altronde come si potrebbe essere impegnati socialmente ma “a settori”? Ecco quindi che l’Associazione si impegna anche in altre direzioni e progetti, dosando le energie e senza dimenticare le proprie radici.

    A tal proposito riporto l’articolo 3, cioe’ le finalita’ dell’Associazione:

    L’articolo 3 (punto 1.) cita testualmente: “L’associazione è apartitica, non ha scopo di lucro e svolge attività di promozione e utilità sociale”.

    ” Le finalità che si propone sono in particolare:

    a) attività dirette in via prevalente alla tutela della salute e della sicurezza e alla sana crescita psico – fisica di soggetti-cittadini “più deboli” (bambini e ragazzi), non sempre assicurati dalle Amministrazioni e dalle Istituzioni, promuovendo qualsiasi azione nel pieno rispetto delle Leggi e normative vigenti;

    b) sensibilizzare la Comunità locale ai valori sociali, collaborando fattivamente con le scuole, con le Amministrazioni e con le Associazioni che condividono uguali obiettivi;

    c) porre in essere ogni azione atta a tutelare, salvaguardare e valorizzare l’ambiente, perché è l’elemento direttamente legato alla salute del corpo e della mente e che, assieme a valori morali sempre più soffocati nell’odierna società, risulta essere fondamentale per il futuro dei nostri piccoli cittadini”.

  77. Paola

    L’invito per stasera è rivolto a tutti o solo ai componenti del Comitato?

    • genitorispresiano

      Ciao Paola,

      come sempre i nostri incontri sono aperti a tutti.

      Sappi pero’ che stasera l’ordine del giorno che ha la precedenza sara’ la lettura, l’approvazione e sottoscrizione dello Statuto per chi vorra’ aderire.

      A presto

  78. genitorispresiano

    Mi ero ripromesso di non scrivere piu’, vuoi per la mia lungaggine, vuoi perche’ oramai questi messaggi sono diventati puri voli pindarici.

    Ma vi rendete conto di cio’ che scrivete?
    La politica non c’e’ nel nostro gruppo, voi la state portando. Fatevi un esame di coscienza.

    Lo sapete tutti, se avessimo voluto, tre di noi,avrebbero potuto far parte di una delle liste durante la campagna elettorale. In molti ci leccavano il……
    Abbiamo deciso di non farlo, per il bene del Comitato.

    Saremmo quindi cosi’ scellerati da volerci provare ora? A che pro, con che ruolo? Sarebbe stato piu’ facile farlo prima no?

    E poi informatevi!
    Allora adesso ragiono io come fate voi: Legambiente e’ di sinistra (OKKIO, VI MANGIANO I BAMBINI!!!!!!!!!!)? Allora a tutti quelli del PDL va bene che il presidente del consiglio si faccia i vari “lodo”, che controlli l’informazione, che le ragazzine si facciano !@#$%^&* nei palazzi a Roma. Se invece voti Lega Nord sei come il Trota e vuoi le ronde padane e odi tutti gli extracomunitari.

    MACHISSENEFREGADELLAPOLITICA, fottete questo sistema che vi impone di schierarvi da una parte o dal’altra e cominciate a guardare il mondo reale.

    Odio i cliche’, compatisco chi si cela dietro false ideologie perche’ e’ troppo difficile e scomodo mettersi in gioco e cercare di vedere le cose da un’altro punto di vista.

    La verita’ e’ che, per qualcuno, risolvere il problema dell’inquinamento e quindi salvaguardare la salute dei nostri figli e’ di molto meno importante che continuare a restare sulle proprie, errate, convinzioni.

    Scusate lo sfogo

    Tutta farina del mio sacco, Fabrizio

    • mauro

      Se per te dire cio’ che si pensa e’ un volo pindarico libero di pensarlo, vuol dire che non si puo’ esprimere le proprie opinioni.
      Chiudo definitivamente ogni discorso visto e considerato che e’ considerato inutile e dannoso.

      • genitorispresiano

        Come ti ho gia’ detto o non hai capito la mia mail oppure non vuoi rispondere direttamente.

        Ciao, Fabrizio

      • mauro

        Scusa ma la domanda non l’ho capita…

  79. mauro

    Spresiano, sparita la parola «gay» dall ordinanza sul fiume Piave
    la tribuna di Treviso — 03 ottobre 2010 pagina 22 sezione: CRONACA

    SPRESIANO. Il 4 novembre verrà eliminato il fossato «anti sesso» sul Piave. Il discusso ostacolo fatto posizionare a Palazzon dalla giunta Missiato per evitare che i giovani andassero in camporella sul Piave. L’ordinanza, che sta per essere firmata, è stata ripulito da qualsiasi allusione ai gay e al sesso. Testualmente sarà vietato tenere comportamenti in grado di urtare «il comune senso del pudore e che limitino la libera fruizione degli spazi pubblici». Parafrasando: le coppiette non potranno appartarsi sul Piave. Le multe partiranno però da 200 euro. Il documento ha ottenuto il placet del perfetto Aldo Adinolfi, e ora dovrà essere firmata dai sindaci dei Comuni rivieraschi. (fed.cip.)

    • mauro

      Qualcuno mi aveva riferito che il prefetto si stava insediando e che stiamo aspettendo una risposta perche’ era in fase di transizione da quello di prima all’attuale…. Ma scusate per le “coppiette” al Piave il prefetto e’ insediato, convoca i sindaci, addirittura ha chiesto loro di emettere ordinanza che il fiume debba essere tenuto sfalciato regolarmente e di conseguenza la spesa sostenuta anche dal nostro comune sara’ notevole,per noi invece e’ ancora latitante???
      Una cosa proprio non tollero e non capisco,e’ molto piu’ importante far si che le “coppiette”, per non usare la parola gay cosi volgare dato che nell’ordinanza del sindaco la parola e’ stata tolta, si incontrino al Piave o la salute dei bambini???
      Il prefetto ritiene piu’ urgente probabilmente il problema “incontri hard al Piave” al problema che circa 500 bambini quotidianamente respirino PM10 e che avranno problemi di salute col tempo.
      Questa e’una cosa estremamente SCANDALOSA veniamo presi in giro quotidianamente con queste inutili ordinanze che invece di salvaguardare e investire sulla salute dei nostri piccoli e di noi adulti vengono usate per un problema sicuramente meno pericoloso(con questo non voglio dire che il problema non esiste sia chiaro).
      Certamente il nuovo Prefetto avra’ molti impegni e riterra’ piu giusto occuparsi d’ altro(d’altronde non sono mica suoi i figli che studiano a Spresiano) ma quanto dobbiamo aspettare perche’ si degni di darci una risposta???

      • Ivan Durante

        Il discorso sempre lo stesso, fa più notizia una battaglia contro il sesso sul Piave, che coinvolge anche la comunità gay del nostro territorio, piuttosto

      • Ivan Durante

        Il solito discorso, fa più notizia una battaglia contro il sesso sulla Piave, che convolge anche la comunità gay del nostro territorio, della battaglia contro l’inquinamento di 500 bambini… E’ una vergogna!!! Non approvo questi atteggiamenti…
        Era giusto portare questa battaglia su mass media nazionali, forse qualcuno si sarebbe mosso, visto che Missiato è andato a finire anche sul Tg5 per la battaglia “anti-gay”. Perchè non lo ha fatto anche per la battaglia antismog? La pubblicità è importante per il mestiere del politico… non vi pare?

    • nunzio

      Caro Mauro, sono pienamente d’accordo con te, sicuramente il vecchio Prefetto non avrà avuto tempo di passare tutte le consegne al subentrante, forse si è dimenticato di dirgli che nel comune di Spresiano la situazione inquinamento dei plessi scolastici è a dir poco scandalosa. Tanto lui non vive quì.

  80. luca

    in questi giorni vedo che i lavori avviati dalla A.C. di messa in sicurezza di via S.Pio X procedono come programmato e finalmente restituiscono un po’ di dignità al centro di Spresiano (transenne, pavimentazione in porfido della piazzetta, ecc.).

    • genitorispresiano

      Come si dice, chi ben comincia…..

      Si, caro Luca, qualche frutto possiamo gia’ raccoglierlo e molti altri stanno maturando.
      Naturalmente bisogna “vigilare” e non perdere di vista gli obiettivi.

      Come qualcun’altro dice (perdonatemi l’abuso di modi di dire)

      “Una rondine non fa primavera”.

  81. genitorispresiano

    Devo dire di essere un po’ sorpreso!

    E’ con una punta di ironia che osservo come molte persone scrivano sul blog quando i risultati sembrano lontani, mentre ora che, innegabilmente e finalmente, molto si sta facendo e molto altro si sta cercando di fare, nessuno commenti positivamente cio’ che succede.

    Il mondo e’ proprio strano!

    Fabrizio

    • mauro

      Caro Fabrizio,volevo puntualizzare una cosa,una delle persone che ha scritto nel blog sono io, ho puntato il dito contro quello che non si stava facendo o meglio quello che non stava facendo l’Amministrazione Comunale ad oggi. A parte il fatto che non sono un veggente e che certi incontri che qualcuno a tenuto personalmente con l’Amministrazione, o chi per essa, non sono stati verbalizzati,di conseguenza certe novita’ nessuno le sapeva,spero che tutte le belle cose scritte nella pagina iniziale di questo blog siano portate a termine e di conseguenza la nostra “battaglia” sara’ valsa veramente a qualcosa.
      Alla fine quello che l’Amministrazione attuale sta compiendo e’ quello che gli toccava fare per forza, no? I fondi richiesti dalla vecchia Amministrazione erano arrivati,il progetto( lo stesso gia’ fatto e che hanno spacciato per nuovo)era gia pronto, cosa mancava?
      Quello che faranno in piu’ e a cui daro atto,chiaramente se verra’ attuato,e’ il blocco dei camion che e’ ,e resta la soluzione definitiva al problema.
      Chi dovrei elogiare?Certamente una persona sicuramente si ed e’ uno di noi del Comitato ma che non voglio tirare in ballo per giusti motivi di riservatezza.Un caro saluto,Mauro.

      • genitorispresiano

        Non ti preoccupare Mauro,

        la mia constatazione non era riferita certamente a te ma ad una parte dei nostri lettori piu’ “distratti” e permeabili alle novita’ positive.

        Certo, i fondi per i lavori erano stati chiesti dalla precedente amministrazione.

        La verita’ pero’ e’ che, senza il nostro impegno diretto, e la disponibilita’ degli attuali amministratori, le modifiche al piano originale non sarebbero state apportate spendendo dei soldi inutilmente. Eri anche tu presente all’incontro in cui ci fu illustrato il “vecchio” piano e sai anche quali sono state le nostre osservazioni e consigli poi adottati (ufficializzati con protocollo e visionabili in questo blog)

        Tu ben sai, come appartenente attivo al nostro gruppo, che l’obiettivo era e rimane lo stop del traffico pesante. Con queste azioni in atto e quelle di prossima applicazione credo ci si stia avvicinando a quel risultato.

        E perdonami l’arroganza, credo che NOI, non solo una persona, ne abbiamo una grossa parte di merito.

        A domani

    • Ivan Durante

      Eccomi qua, visto che si parlava anche di me….. Secondo voi è giusto applaudire l’amministrazione locale per quello che sta facendo visto che era un’opera già approvata dall’amministrazione precedente? La cosa più giusta, a mio modesto parere, è applaudire VOI che avete lottato perchè questo venisse messo in opera. Non diamo i meriti a chi non li ha. Sarò il primo a dare merito a questa amministrazione quando avrà fatto ciò per cui da tre anni state lottando: il blocco totale dei camion in via Montello.
      Poi il mondo non è così strano…

      • Paola

        Per me questo dibattito è allucinante: adesso ci accorgiamo che la precedente amministrazione era sensibile, propositiva ed attiva. Ma scusate, per quale motivo ci avete invitato a manifestare, ad indossare mascherine, a firmare petizioni? Mi sono persa qualcosa?

      • mauro

        Scusa Paola ma dove hai letto che abbiamo detto che l’Amministrazione precedente era sensibile propositiva e attiva????? Beh attiva dove gli interessava lo era di sicuro questo e’ vero…vedi enorme e inutile espansione edilizia…
        Poi cosa centra quello che hai scritto??? Se abbiamo lottato per quasi tre anni e stiamo ancora continuando un motivo c’e’,dopo 2 anni abbiamo ottenuto le transenne piu sicure e non mi dire che e’ merito dell’attuale Amministrazione visto e ripeto che stanno portando avanti un progetto vecchio di un anno quando non erano ancora in carica.
        Grazie alla nostra coerenza contro la vecchia Amministrazione nulla facente per il problema a noi noto e avendo stressato per bene Belliato che, vistosi alle strette, gli e’ toccato chiedere un contributo per mettere in sicurezza le strade, e forse anche perche’ se succedeva qualcosa di grave un bel po’ di responsabilita’ cadeva anche su di lui quindi per pararsi il c… gli e’ toccato.
        Ma vivi a Spresiano o altrove perche’ se non hai visto i camion sono ancora li dove passavano prima quindi quando questa Amministrazione fara’ quello che ha sventolato in campagna elettorale e cioe'” togliere i camion da via Montello e Pio x” allora gli daro’ atto di essere stata di parola.
        Non vedo nulla di allucinante su questo dibattito sinceramente e penso che se ” VI “(mi spiace usare il “vi” ma visto che vuoi prendere le distanze) abbiamo chiesto di indossare mascherine e a manifestare era solo per il bene dei nostri figli e non per favorire Missiato o Callegari impegnati nella campagna elettorale sia chiaro, e stai certa che come potrai vedere nei passati dialoghi in questo blog preelezioni e post non ho mai elogiato l’Amministrazione Belliato,anzi…

      • Ivan Durante

        Non ho mai eleogiato l’amministrazione ho solo detto che non è giusto elogiare l’attuale amministrazione visto che sta solo attuando un progetto preesistente e che quindi era obbligata ad adempiere. Perchè è stata invitata la popolazione alla manifestazione “Mal’aria”? Semplice per sensibilizzare il paese e i mass-media sul problema e per chiedere lo stop ai camion. Ti sembra che questo sia stato fatto? E’ sparito l’inquinamento? Non mi sembra, e pure in campagna elettore il sindaco più di una volta ha detto:”Fermerò i camion” considerandola un’emergenza primaria. Ma siamo qui ancora ad aspettare.
        Si dice di tutto pur di prendere i voti e i voti del comitato hanno fatto gola a tutti.

  82. luca

    riporto la notizia che ho letto su un giornale locale in questi giorni:
    “Venezia. La firma del commissario Silvano Vernizzi c’è. La Pedemontana veneta ha il suo progetto definitivo – approvato appunto da Vernizzi assieme alla dichiarazione di pubblica utilità dell’opera – e ora inizia la fase operativa con gli espropri e, entro fine anno, l’avvio dei cantieri. Tra sei anni un asse stradale si collegherà l’autostrada A4, la vallata dell’Agno, l’Alto Vicentino (incrocio con la A31 Valdastico), il Bassanese e il Trevigiano fino a sboccare sulla Venezia-Belluno.”
    Mi sono chiesto che cosa sappiamo qui a Spresiano di questa opera? quali sono gli interventi e che impatto avranno? Credo che su questo tema sia necessario un confronto pubblico.

    • genitorispresiano

      Ciao Luca, stiamo lavorando anche sull’organizzazione di un incontro Amministrazione – Cittadinanza per discutere i temi che citi e altri. Si tratta di vedere qual’e’ il momento migliore per tutti, a presto vi informeremo.

  83. sonia

    Ciao Paolo,con riferimento alla tua domanda circa La Casa dei Bambini a Lovadina ti posso dare tutte le informazioni che vuoi, mio figlio l’ha frequentato dai 3 ai 5 anni e sono stati 3 anni meravigliosi della sua (ed anche mia) vita. Personalmente posso dire che la struttura è non solo a misura di bambino ma anche di genitore (nel senso che c’è la massima disponibilità e competenza nel venire incontro a qualsiasi tipo di problema), insomma potrei dire un sacco di cose bellissime e scrivere per ore, per farla breve te lo consiglio, fatti dare un appuntamento dalla Sig.ra Paola, la direttrice, se vuoi saperne di più scrivimi soniapanto@alice.it. Ciao
    Sonia

    • CHIARA

      Ho letto ora gli ultimi scambi di opinione in merito alla viabilità scolastica di Spresiano. Credo che in primis siano da accantonare le personali opinioni in merito alla precedente e/o attuale amministrazione comunale. Forse è il caso di concentrare le forze sul verificare se quanto si sta facendo è veramente risolutivo dei problemi…! In merito alle promesse come tutti i nostri politicanti questa amministrazione non è/sarà diversa nel promettere e poi mantenere, ma questo è così da sempre e in grosso modo in ogni luogo.
      Approffitto di questo blog per chiedere opinioni in merito al taglio effettuato per i corsi di nuoto per i bambini di 1^-2^3^ elementare. Per quest’anno è garantito solo per le classi 4^ e 5^. Personalmente l’ho trovato un taglio eccessivo vista l’opportunità che veniva offerta a tutti i bambini di un’attività salutare come il nuoto (vi faccio presente che i miei bambini non ci andavano volentieri ma essendo attività scolastica non si sono mai tirati indietro). Magari se vi è possibile fare un piccolo sondaggio al fine di verificare se è il caso di comunque far sentire la voce dei genitori.
      Chiara

      • genitorispresiano

        Grazie per il commento, chiederemo un po’ in giro per cio’ che riguarda il nuoto.

        A presto

      • Paola

        Per quanto riguarda il nuoto, non so la ragione per cui è stato limitato; dato però che per alcuni anni ho dato una mano alle maestre di mio figlio per rivestire i bambini all’uscita dalla piscina, posso dire che di anno in anno è aumentato sempre più il numero di bambini per cui veniva chiesta l’esenzione (totale o parziale) e che sempre più genitori si lamentavano del nuoto (troppo freddo, troppo vicino al pasto, troppo stancante, troppo tempo scuola perso, troppo….).
        Forse ci siamo lamentati troppo?
        Paola

      • Ivan

        Condivido in pieno quello che dici Chiara. Tante sono le cose da pensare per questo taglio ed io sicuramente non ho la risposta. Certo che se esiste un accordo scritto, come era stato detto in fase di costruzione delle piscine, ai tempi dell’allora sindaco Mauro Sordi, tra il comune e il signor Mosole, che doveva agevolare i bambini in età scolare e prescolare e gli anziani sulla possibiltà di usare la struttura, forse con la nuova amministrazione e decaduto questo accordo. Oppure il comune non ha i fondi per contribuire. Non lo so. Anche mio figlio come i tuoi non era molto soddisfatto di andare a fare nuoto ma era sempre un momento di attività fisica necessaria ai bambini in fase di sviluppo. In compenso ai nostri figli verrà data la possibilità di conoscere nuovi sport come il basket, il calcio, il rugby, la pallavolo e altro che non ricordo. Sono sincero forse c’è un pò troppa confusione in questo momento a scuola speriamo che si sistemi nel corso dell’anno.

  84. Ivan Durante

    Ma dov’è finito il comitato genitori? Non vi sembra il momento questo di muoversi… Tante sono state le cose che ci sono state promesse dall’attuale amministrazione. La prima affermazione da parte dell’attuale sindaco è stata:”Toglieremo i camion da Via Montello”. Sono passati ormai 5 mesi e siamo sempre lì anzi forse peggio.E il comitato genitori sta a guardare? Era bello vedervi combattivi e aggueriti di fronte al prolema, ma mi sembra che con l’elezione della nuova giunta le cose siano cambiate. Mi dispiace dire queste cose ma è quello che vedo e che sento. Con rispetto per tutti voi e per tutto quello che avete fatto fino ad ora mi sembra che abbiate calato la guardia.
    Volevo inoltre parlare della messa in sicurezza della strada, l’amministrazione si vanta di un progetto già approvato da Belliato. Invece di guardare dove vanno, scusate la parola, ad inchiappettarsi i gay e a scavare fossi non è meglio salvaguardare la salute dei cittadini soprattutto se sono dei bambini? Poi sicurezza della strada hanno cominiciato i lavori 10 giorni prima dell’inizio della scuola ma non sarà mica possibile, non potevano farli a giugno e luglio e agosto? Mi sembra che ci stiano pigliando un pò tanto per il sedere. Anche l’assessore alla scuola deve essere un genio, chiedere a tutti l’ ISEE per ottenere il contributo dal comune per la frequenza del bambino alla scuola materna quando questo contributo dovrebbe essere dato regolarmente a tutti i residenti nel comune. Considerando che le 3 scuole materne sono private e che quindi sopperiscono alla mancanza di un servizio statale, il comune dovrebbe assegnare indistintamente il contributo e non appendersi sugli specchi. Mi sto disgustando. Quello che non capisco è perchè non prendiate una presa di posizione, voi che ho sempre stimato per la vosra imparzialità e per il fine comune che avete, la tutela dei nostri figli, state dimostrando che forse non siete proprio imparziali. Con stima.

    • genitorispresiano

      Caro Ivan,

      hai toccato molti “tasti” che meriterebbero spazio e spiegazioni.
      Colgo l’occasione per invitarti ad aggiornarti all’incontro di domani sera (14 settembre) ore 20:30 in cui si parlera’ della manifestazione 100 Strade organizzata da Legambiente per il 18 settembre in piazza a Spresiano.
      Se non potrai, ti invito anche alla serata di Lunedi’ 20 settembre in cui verra’ ripreso il bandolo della matassa e ci si potra’ organizzare per i prossimi eventi.

      Infine una puntualizzazione: come tu ben sai ognuno di noi ha una vita, una professione e degli impegni. Quello che facciamo come Comitato e’ una libera scelta e sacrifica risorse e tempo che potremmo tranquillamente dedicare ai “$#@% nostri. Lo facciamo volentieri ma non e’ bello sentirsi continuamente tacciati di allineamenti che in verita’ non esistono. Purtroppo vedi, anche noi abbiamo bisogno delle ferie, e non puoi pretendere che ci organizziamo per andare tutti lo stesso periodo. L’estate e’ finita ed ora, dopo il meritato riposo, si ricomincia.

      Visto che possiedi tutte queste energie, perche’ non ti unisci a noi piu’ assiduamente e ci aiuti? Ne abbiamo bisogno, e cosi’ ti potrai rendere conto che le insinuazioni che avanzi in realta’ non esistono.

      Grazie

      • Ivan Durante

        Mi dispiace che la prendi così e capisco che tutti hanno una propria vita e dedicate del tempo libero a fare una cosa che ritengo importante. Quello che non capisco è perchè con l’amministrazione precedente bastava che aprissero la bocca e il comitato era subioto in azione, mentre con quella attuale mi sembra che le cose non siano proprio così. Non voglio etichettarvi anche perchè, ripeto, condivido la vosra ideologia ma non capisco il vostro silenzio. Vorrei veramente mettere del tempo a disposizione per questa giusta causa ma purtroppo non ne ho… Oltretutto non ho mai giudicato il vostro operato anzi, ho eleogiato le vostre piccole vittorie e o farò ancora perchè credo nel vostro gruppo ma non si può rimanere in silenzio di fronte a gli scempi che si stanno verificando… parlavamo male di Belliato ma ragazzi ne vedremo delle belle….

    • genitorispresiano

      Ivan
      dici che non vuoi etichettarci ma lo hai fatto dicendo che siamo allineati e chiedendo dove siamo andati a finire nell’ultimo periodo.
      Chiudiamo comunque questa futile polemica.

      Mi sembra che tu sappia molte piu’ cose di cio’ che sappiamo noi quindi ti rinnovo l’invito a partecipare e renderci partecipi degli scempi che, come dici tu, si stanno compiendo.

      A presto

      • Ivan Durante

        Credo che gli scempi siano sotto gli occhi di tutti.
        Spero di non essere l’unico a vederli altrimenti credo di dover andare in analisi.
        Non dire che so molte più cose di voi, forse le vivo più di voi perch abito accanto alla scuola primaria e ogni giorno vivo i disagi, non solo dei bambini ma anche dei residenti. Il semaforo sta mettendo ogni giorno a richio la mia vita e quella dei miei vicini. Non sono in sicurezza nemmeno se cammino sul marciapiede, hanno tolto le protezioni e messo delle inutili ringiere pochi giorni prima che iniziasse la scuola. Inoltre prevedo, visto il progetto di viabilità previsto per via Cavour un intensificazione del traffico proprio a fianco delle scuole. Dalle ultime notizie, che non ho ancora però verificato, sembra che abbiano tolto il crocefisso dalle aule delle scuole medie se dovesse essere siamo nel marasma più totale. Poi dimmi se non faccio bene a surriscaldare gli animi. Ma non lo faccio con la voglia di farvi arrabbiare ma con la speranza di vedervi agguerriti anche contro questa amministrazione, che secondo me sta mostrando qualcosa di diverso da quello affermato durante la campagna elettorale. Chiudo qui perchè comunque sembra che quello che io dica, anche se polemico, sia tutto sbagliato, forse ma è la mia opinione, contestabile fino a prova contraria. Questa sera non credo anche perchè forse non è la sede di discutere di queste cose. Provo a vedere per lunedì.

      • genitorispresiano

        Confermo Ivan, tu sai molto di più di quello che sappiamo noi e magari la prossima volta scrivi prima per rendercene partecipi; in questo modo se verremo tacciati di immobilismo almeno sapremo in relazione a cosa.

      • Mauro

        Non trovo giusto che venga chiuso un argomento dicendo” chiudiamo comunque questa futile polemica” ma scusate non e’ un blog per discutere O condividere opinioni e idee??? Io credo di essere stato parte operativa di questo Comitato, e spero ancora di esserlo per il tempo che posso dedicarci, e credo che comunque qualcosa non vada e non e’ questione di sapere o non sapere più degli altri,piuttosto allora ditemi o elencatemi cosa sta facendo l’Amministrazione per il blocco dei camion?
        Secondo voi si mette in sicurezza una scuola e 10 gg. Prima del suo inizio lasciando cantieri aperti?
        Non voglio prendere le difese di nessuno pero’ e’ vero che se lo avesse fatto Beliato tanti di noi sarebbero stati già li col dito puntato, ne sono convinto. Personalmente non mi basta che l’Amministrazione dimostri dialogo coi suoi cittadini, come vorranno farci vedere,se poi i risultati sono questi.
        Abbiamo aspettato che si insedino in Comune,abbiamo aspettato i vari incontri che hanno tenuto i vari Enti,abbiamo aspettato che passino le ferie,e adesso cosa dobbiamo aspettare????
        Spero ci siano delle significative e sostanziose novità’ al prossimo incontro di lunedì 20 altrimenti spero si prenda qualche provvedimento di sicuro non intendo condividere incontri con un’Amministrazione che non dimostra c’ ho che ha promesso in campagna elettorale.Un saluto.

      • genitorispresiano

        Mah, Mauro ti rispondo personalmente perchè non volgio esprimere un pensiero del Comitato ma solamente mio.
        Vedi certi commenti me li aspetterei da qualcuno che non fa parte del nostro gruppo oppure da qualcuno che ha interesse a forzare la mano insistendo sulla nostra imparzialità. Tu, e Ivan fate proprio questo; invece di intervenire in prima persona per risolvere i problemi sacrificando il vostro tempo, come tutti facciamo, lanciate anatemi nel blog.
        Così facendo inoltre vanifichi il lavoro che tu stesso hai fatto nel passato. Se proprio qualcosa non ti va giù datti da fare, scrivi, chiamami, parliamone ma non agire come farebbe chi vuole solo denigrare senza contruire scrivendo messaggi che contemgono solo critica. Forse ti senti in imbarazzo perchè qulacuno addossa delle colpe al Comitato a cui appartieni? Non riuscite a sostenere i vostri argomenti? Se non vi convince più questa battaglia è un vostro problema. Io sono convinto delle mie idee e non mi faccio condizionare.

        Questa risposta tanto per farvi capire che sono capaci tutti a scrivere senza pensare.

        Con, rinnovata, stima, Fabrizio.

      • mauro

        Prima di tutto io quando scrivo, parlo a nome personale e non ho alcun interesse a creare polemica ma quello che noto e’ un dato di fatto.
        Non mi sento in alcun imbarazzo con nessuno so’ rispondere a chi mi chiede qualcosa certamente non mi sento per nulla responsabile di quello che sta’ creando l’Amministrazione in fatto di sicurezza stradale…
        Non mi puoi venire a dire che non ho sacrificato parte del mio tempo….proprio a me????
        Ieri sera ad esempio non sono stato invitato, ho saputo che vi trovavate per caso leggendo qui sul blog.
        Ma scusa Fabrizio ti sembra che l’Amministrazione Comunale abbia fatto qualcosa per bloccare il traffico pesante??? Questa domanda l’avevo fatta anche in quello che avevo scritto ieri ma nessuno mi ha risposto.Ti ripeto non capisco questa tranquillita’ dovremmo essere “incazzati” come bestie(e ti giuro io lo sono), alla fine e’ tutto come prima i camion continuano a passare e i nostri figli si faranno un’altro anno di camera a gas.
        Ma scusa, sei a conoscenza di novita’ importanti? Perche’ se fosse cosi ammettero’ di aver sbagliato e mi prendero’ le mie colpe.

      • ivan

        Un pò di tempo al comitato l’ho dedicato anch’io, anche se vermente troppo poco, purtroppo la mia vita è fatta anche di tre bambini piccoli, di una moglie e di un lavoro che mi occupa buona parte della giornata e, come tutti devo fare delle scelte di priorità. Non voglio giustificarmi ma questo blog è l’unico sistema, attualmente per dirvi le mie idee anche se forse vi è sembrato troppo agressivo. Forse però state dando troppa fiducia a questa amministrazione e da fuori questo la gente lo nota. Se questo non è vero ben venga.
        Saluti

      • genitorispresiano

        Apprezzo la vostra onesta’, questo blog e’ di tutti ed ognuno puo’ esprimere la propria opinione.
        So solo che non e’ facile quello che facciamo e fa male ricevere critiche poco costruttive.

        Come Comitato continueremo a perseguire i nostri obiettivi prestando ascolto anche alle “pulci” che ci vengono messe nell’orecchio da chi vive altre realta’.

        Buona serata

      • Ivan

        Hai ragione Fabrizio, rileggendo quello che ho scritto mi rendo conto di aver usato parole troppo forti e di averle adoperate anche in maniera errata. Il mio commento non voleva essere offensivo nei vostri confronti, anzi voleva essere da sprono per continuare quella battaglia cominciata tre anni fa. Non ce l’ho assolutamente con voi e con il vostro operato. Belliato non ascoltava e faceva quello che voleva, Missiato (o chi per lui) ascolts e fa quello che vuole lo stesso. Non è cambiato nulla.
        Quindi Fabrizio forza e avanti tutta. Vi appoggerò sempre e per quello che posso fare vi darò una mano.
        Ciao e scusami ancora.

      • genitorispresiano

        Nesun problema Ivan, sono cose che capitano e cio’ dimostra che siamo un gruppo veramente “trasversale” (termine abusato…) con opinioni diverse. A me interessa la vostra opinione e spero che a te interessi la mia.
        Alla fine ci incontreremo a meta’ strada magari facendo “del bene” un po’ a tutti, sopratutto ai bambini.

        A presto, allora.

        Fabrizio e il Comitato.

  85. alessandra r.

    Scusate se, in veste di dipendente comunale che in questo periodo di avvio del nuovo anno scolastico sta coadiuvando l’Ufficio Scuola del Comune, mi permetto di ricorrere a questo blog. Lo scopo è di invitare i genitori che non l’hanno fatto a comunicare il loro indirizzo di posta elettronica; in tal modo riceveranno login e password, per la consultazione diretta via internet, della propria situazione relativa ai buoni informatici per la mensa scolastica (servizioscuola@comune.spresiano.tv.it)e magari permetteranno all’ufficio di essere più organizzato ricorrendo di più agli avvisi via mail.

    Come genitore e cittadina, invece, desidero ringraziare questo ufficio che con questa iniziativa dei buoni informatici ha risolto l’annosa questione del costo pasto dei bambini del Gulliver che ora pagheranno il servizio di ristorazione esattamente come tutti gli altri. Non era giusto, infatti, che le famiglie del Gulliver pagassero € 4,20 a pasto (ma forse anche qsa di più) per farsi carico dello scodellamento che, per tutti i pasti della scuola, pagava invece il Comune. E non dimentichiamo che il costo di € 2,84 a pasto (calmierato in virtù dell’integrazione della spesa da parte del Comune) lo pagano anche i non residenti. Ho tentato invano di sollevare il problema a suo tempo e, a onor del vero, devo dire che l’allora assessore Mestriner aveva destinato una somma per il Gulliver che a fine anno aveva chiesto un contributo. Non c’erano più soldi ormai, era già tardi: a dicembre si è in fase conclusiva della destinazione delle somme eventualmente ancora disponibili. Tuttavia, benchè nella delibera di questo contributo si diceva espressamente che tale somma serviva ad agevolare le famiglie sul costo pasto, il Gulliver invece l’ha trattenuta per coprire le proprie spese. Con questo niente da dire all’indirizzo del Gulliver che da 10 anni si sta facendo carico di un servizio per il quale il Comune è da sempre latitante…..
    Come diceva Nick Carter….:”tutto è bene quel che finisce bene!”.

    • genitorispresiano

      Ciao Alessandra,

      apprezziamo lo sforzo teso a rendere piu’ facilmente gestibile la logistica della somministrazione dei pasti ai nostri bambini.
      Speriamo che tutto fili liscio anche in virtu’ del fatto che il sistema gira gia’ in altre realta’ scolastiche.
      Apprezziamo anche lo sforzo del Comune volto a mitigare il prezzo del pasto portandolo allo stesso valore per tutti i tipi di rientro.
      Non esitare a scrivere per diffondere notizie e richieste.

  86. mauro

    Ciao a tutti,saranno anche iniziati i lavori ma i camion continueranno a passare… e la soluzione attuata non credo migliorera’ di tanto la situazione,intanto sta’ creando dei fortissimi disagi a chi abita vicino al nuovo ingresso dell’asilo e ne creera ulteriormente dopo,il parcheggio della piazzetta e’ insufficente i genitori,son sicuro,piuttosto che andare a cercar parcheggio si fermeranno con l’auto vicino all’entrata creando un caos. Quelli che escono da via Marco Polo e devono andare ad Arcade dovranno fare tutto il senso unico e di conseguenza passare vicino all’entra dell’asilo e poi davanti alla scuola elementare, conseguenza, ulteriore traffico e inquinamento….scusate ma non approvo per nulla le soluzioni adottate son sincero. Piuttosto che concentrarsi sulla soluzione primaria, eliminazione traffico pesante,ci stanno dando il “contentino”.
    I vigili tanto osannati in campagna elettorale dove sono? PERCHE’ NON SI PUO’ EVIDENZIARE LA CAREGGIATA CON LA STRISCIA DI MEZZERIA E FAR PRESIDIARE I VIGILI CHE CONTROLLINO E MULTINO I CAMION O I MEZZI CHE INVADONO LA CAREGGIATA OPPOSTA CON CONSEGUENTE MULTA E DIMINUZIONE PUNTI SULLA PATENTE??? NON E’ CHE PER CASO DIA FASTIDIO A QUALCHE ” CAN GROSSO” ????

    • genitorispresiano

      Bentrovato, caro Mauro.

      Effettivamente i lavori in corso usufruiscono di fondi concessi solo per la messa in sicurezza stradale, non per la riduzione dell’inquinamento.
      Certo e’ che esiste una sorta di sovrapposizione che concederebbe di intervenire su entrambi i fronti (sicurezza-inquinamento).
      Dal nostro punto di vista questi sono i primi passi di una amministrazione vogliosa di fare ma limitata da un Patto di stabilita’ negativo e alla ricerca di varie soluzioni.

      Sicuro e’ che, come dici tu, e come ripetiamo da anni ormai, esiste UNA SOLA soluzione che risolverebbe tutti i problemi in un sol colpo e, tra l’altro, a costo ZERO per il Comune e cioe’ bloccare il traffico pesante.

      Ci dispiace per gli abitanti della zona ma, si sa, qualunque intervento in qualsiasi zona crea sempre scontenti e contenti. Avranno anche loro dei bambini nipoti a cui tengono? Varra’ pure la pena di farsi 300 metri di macchina in piu’ alla mattina, oppure no? E se proprio esistono dei problemi che vadano a parlare in Comune, come abbiamo fatto tutti noi, per rappresentare le loro ragioni. Non avranno problemi ad essere ascoltati.

      Ed infine i vigili, dove sono? Gia’, in campagna elettorale era stato assicurato che sarebbero stati riportati a Spresiano ma per ora non si e’ visto ancora niente. Di nuovo il Patto di stabilita’?

      Ci vediamo a scuola, buon inizio.

      • mauro

        Volevo comunque puntualizzare che anche per le associazioni sportive non e’ che il Comune si sprechi visti i tagli ai contributi.Ma scusate e’ meglio che i nostri figli stiano in giro per le strade o in qualche palestra a fare dello sano sport???
        Altra cosa,invece che scavare trincee al Piave(anche se la motivazione puo’ essere giusta)non era meglio darsi una mossa con l’esecuzione dei lavori e non lasciare le scuole elementari con quelle tristi transenne da stadio di calcio???
        Parliamo dell’iter burocratico per ottenere il contributo Comunale per la retta mensile della scuola materna??? Per ottenere tale contributo bisogna presentare all’ufficio protocollo il modello ISEE precedentemente redatto presso un CAAF,il Comune verifica se esistono le condizioni,ossia il reddito complessivo ,quindi viene a sapere quanto percepiamo in un anno,il saldo del conto corrente,e se abbiamo riscosso capitali su assicuzioni vita e molto altro ancora(…….ALLA FACCIA DELLA PRIVACY).
        Questo deve essere presentato entro il 15 sett. e la scuola materna deve attestare la frequenza del bambino.

  87. Paolo

    A tutti i genitori frequentatori del sito chiedo se conoscano, frequentino o abbiano avuto esperienze dirette con la “Casa dei Bambini”, quella in via Matteotti, tra Spresiano e Lovavina, qualche esperienza personale, qualche racconto ecc. Ho due bambine di 5 e 2 anni rispettivamente che attualmente frequentano il nido parrocchiale e volevo sapere come funzionasse questa struttura alternativa, specialmente se questa poteva offrire servizi per coprire i periodi dell’anno in cui non è possibile contare sulla struttura parrocchiale…
    In effetti mi piacerebbe avere qualche commento da parte di genitori i cui figli hanno frequentato la struttura. Grazie a tutti!

    • luca

      ciao Paolo, non posso darti informazioni perchè ormai ho figlie un po’ più grandi e il problema dei nidi privati li ho da tempo superati anche se con grossi sacrifici.

  88. genitorispresiano

    A.A.A. , cercasi genitori disponibli e volenterosi per dedicare del tempo a lavori di piccola manutenzione presso le scuole primarie di Spresiano.
    Richiedesi tempo libero, voglia di stare insieme e sorriso stampato in faccia.
    Se vi riconoscete in questa descrizione contattatemi.
    Fabrizio, lisabiccio@yahoo.it

    • Ivan Durante

      Ciao Fabrizio… Eccomi qua come ti avevo già accennato.. sono pronto a muovermi… hai per caso fatto una richiesta in comune? Così da anticipare un pò i tempi…
      Caio e grande come sempre

      • genitorispresiano

        Ho pronta una lettera che il comune inoltrera’ al Dirigente scolastico che a sua volta dara’ il benestare (oppure no….)
        Prima di consegnarla te la faccio vedere.
        Ciao.
        Fabrizio

  89. Toni

    Caro Paolo (che non so chi sei), quando attaccano la scuola, uno degli strumenti dell’educazione di mia figlia e dei bambini della mia comunità solo per un ottenere un risparmio economico, cosa devo fare?
    Stare zitto per non andare contro il pensiero unico?
    Credo che bisogna difendere il futuro dei nostri figli e avere il coraggio di fare qualcosa, anche se si va contro chi ha ricevuto il nostro stesso voto.
    Com’è andata e come andrà questa “riforma”?
    Lo sai qual’è il clima all’interno della scuola?
    Antonio Zandonadi

    • Paolo

      Sì, Antonio, so qual è il clima all’interno della scuola (mio figlio frequenta la I. Calvino a Spresiano), e non mi piace per niente – forse, però, in un senso assai diverso dalla maggioranza dei frequentatori di questo blog.
      Non ho intenzione di mettermi a discutere sui contenuti della riforma Gelmini, pur condividendone in gran parte l’impianto (anche se so che ci sono dei punti deboli, p.e. numero e ore degli insegnanti di sostegno), e vorrei anzi tornare al contenuto del mio intervento.
      Nessuno ha mai impedito a chichessia di criticare la riforma Gelmini, e non mi pare che a coloro che la criticano sia mai stato imposto di stare zitti (e ci mancherebbe!), trovando invece varie occasioni di espressione sui mass media.
      Quello che mi premeva e mi preme tuttora, traendo spunto dalla frase scritta da Fabrizio, è ribadire che non si può e non si deve far leva sui bambini per i propri interessi, e trasformarli in galoppini sindacali mi sembra in assoluto contrasto con il rispetto a loro dovuto.
      Se qualcuno, per assurdo, avesse infilato nei diari dei bambini un volantino propagandistico di un partito (o di qualsivoglia altro ente, associazione, ecc.) favorevole alla riforma Gelmini, quali sarebbero state le reazioni?
      Io mi sarei indignato ugualmente – e tu?
      Se qualcuno vuole fare propaganda, la faccia direttamente in prima persona, distribuendo volantini o affiggendo manifesti, fuori dai locali della scuola.
      I bambini, per favore, lasciamoli stare…
      Paolo Tagliapietra
      (non pensavo fosse necessario mettere il cognome, visto che Fabrizio mi conosce e l’indirizzo mail è richiesto per l’invio del messaggio).

      • genitorispresiano

        Ciao Paolo,

        mi fa piacere vedere i tuoi post.
        L’indirizzo e-mail e’ richiesto nel form ma lo puo’ vedere solo l’amministratore del blog.
        Ormai la pagina dei commenti vive di vita sua, mi limito a cancellare solo le pubblicita’ oppure il phishing.

        A riscriverci, Fabrizio

      • Mauro

        Io condivido quello che ha scritto Paolo sul fatto che mettere volantini contro qualsiasi riforma politica sia sbagliato qualsiasi partito sia che l’ha fatta perché i bambini debbano essere strumentalizzati per questo e comunque caro Paolo il Comitato non si e’ mai permesso di esprimere ideologie politiche e infilarle nei diari lo abbiamo fatto solo per informare le famiglie dei nostri incontri o manifestazioni. Ciao Mauro

    • mariangela

      Caro/i Sig.NESSUNO, che sei/siete molto risentito/i per la sconfitta elettorale,perche invece di accusare il comitato genitori di così tante come dici tu/voi bassezze propagandistiche, non ti /vi fai/fate un buon esame di coscienza? Non è che tu/voi per primi avete fatto i voltagabbana saltando da una parte all’altra pur di beccare una poltrona? Non hai/avete ancora capito che hanno votato le persone e non i partiti? Devi/dovete forse rendere conto a qualcuno del tuo/vostro operato elettorale? come mai sei/siete così incavolato/i con il comitato? Forse perchè noi possiamo andare a testa alta puliti e sereni e sopratutto MOSTRARE LA FACCIA? Comunque informatitevi meglio prima di sparare cazzate su inquinamenti ideologici e altro, probabilmente saresti/ste più attento/i a cosa scrivi/vete. A proposito mai nascosto nulla, a differenza di chi fa del volantinaggio bieco. P.S: Visto che tu/voi siete cosi ideologicamente animati da autentico spirito civico perchè non fate qualcosa x queste povere scuole? Vi saremmo veramente grati. MARIANGELA G.

  90. Fabrizio

    Caro sconosciuto,
    tu che questa mattina losco come un ladro hai imbrattato la scuola con pochi (sfortunati) fogli di carta;
    tu che frustrato dal complesso di MINORANZA sei costretto ad agire il mattino presto quando gli altri dormono;
    tu che invidi quelli come noi che non si possono comprare con 40 danari;
    tu che scrivi menzogne;
    tu che fai leva sui bambini per i tuoi interessi;
    tu che scrivi di ipocrisia ma non hai coraggio di firmare le tue false affermazioni

    VERGOGNATI

    e se hai abbastanza coraggio, ma ne dubito, fatti riconoscere

    Fabrizio

    • mauro

      Dubito Fabrizio che si faccia riconoscere(o si facciano riconoscere) questi non c’hanno le PALLE ,non hanno ancora capito che non abbiamo doppi fini o forse gli abbiamo rotto i piani???? Volevano potere per i loro luridi scopi politici ma forse per colpa nostra non ce l’hanno fatta???
      Noi siamo “solo” genitori ma con la coscenza pulita e l’onesta in cui crediamo, come crediamo in un futuro migliore per i nostri figli e non cerchiamo sporche sedie da riempire per i nostri interessi, come questi che scrivono o si muovono per cercare voti prima delle elezioni e poi sanno solo scrivere cazzate senza nemmeno conoscere i fatti e quello che stiamo ancora facendo.
      Non siamo ne un gruppo politico ne tanto meno una lista civica e per cio’ non dobbiamo rendere conto a nessuno di quello che facciamo tanto meno a ste CAPRE che scrivono STRONZATE…..ma gli facciamo cosi tanta PAURA???????

      • Paolo

        Ho appreso solo ora la notizia e devo dire che nemmeno io condivido il lancio di volantini anonimi.
        Ritengo infatti che un confronto aperto, “di faccia” e nei limiti dell’educazione e del rispetto reciproco sia sempre la via da seguire.
        Mi permetto però un appunto polemico: quando a settembre 2008, a riforma Gelmini appena licenziata, “qualcuno” infilò nei diari dei bambini dei volantini sindacali (e non parlo di quelli che avvisano di possibili scioperi, ma di vero e proprio materiale di propaganda), espressi più volte e a molte persone la mia indignazione.
        Anch’io ho sempre ritenuto che non bisogna far leva sui bambini per i propri interessi, e quindi non bisogna nemmeno trasformarli in agit-prop inconsapevoli o in dazebao ambulanti.
        Però non ebbi alcun riscontro e nessuno trovò nulla da dire sull’accaduto – si vede che ho una sensibilità tutta mia…
        Ad ogni modo, ribadisco il mio appoggio al comitato genitori per cercare di risolvere il problema dell’inquinamento.
        Paolo

  91. Toni

    Visto che avete notato questi problemi, ragione in più per creare il comitato genitori (come previsto dall’art.15 comma 2 del D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297 http://www.comitatigenitori.it/page.php?12), che si occupi di far entrare la famiglia nella scuola e di monitorarne il regolare funzionamento. Credo che dovremmo già da subito osservare e raccogliere le disfunzioni e i miglioramenti da apportare a tutto l’ICS e poi pianificare con lo stesso e l’amministrazione comunale gli interventi da fare. Nel giro di breve tempo, grazie al nostro contributo, cominceremo a vedere i miglioramenti.

    • genitorispresiano

      Giusto, ma deve cambiare nome altrimenti ci sara’ solo una grande confusione.
      Ciao

    • luca

      ho letto oggi il volantino. Non ne condivido i contenuti, il metodo, la forma e proprio per questo motivo non lo considero e penso che non valga la pena spendere neanche un minuto nè preoccuparsene. E’ evidente che il lavoro finora svolto può essere risultato scomodo a qualcuno, perchè si è “osato” dire come sono le cose nella realtà senza pudore e con un linguaggio chiaro. Questa è la nostra forza e mi convince ad andare avanti.
      “La calunnia non distrugge l’uomo onesto, poiché passata l’inondazione la pietra riappare.” (proverbio cinese)

  92. Ivan Durante

    Ciao a tutti, resto un pò confuso dalla situazione… Pareva che il mondo dopo le elezioni sarebbe cambiato ed invece siamo ancora qui a parlare e parlare ma le cose sono ancora come le abbiamo lasciate. Tra l’altro mi accorgo che non c’è nemmeno l’accortezza di guardare queste scuole. Proprio l’altro giorno sotto un diluvio universale porto mio figlio a scuola, a piedi come faccio sempre, e per entrare attraverso il cancello o dovuto fare un balzo di mezzo metro poichè c’era un apozzanghera enorme. Ma non sarà mica possibile che non si possa neanche pulire le grate di scolo dell’acqua. Se non interviene qualcuno ci vado io… Se questa è l’attenzione che viene posta ai nostri cittadini più giovani pensiamo al resto… Abbiamo non so quanti addetti alle manutenzioni comunal ie vuoi vedere che uno non possa andare a pulire quello sconcio? Queste cose mi fanno un pò arrabbiare perchè diventa più importante sistemare un’aiuola che fare della manutenzione ordinaria nelle infrastrutture. Non ditemi che è colpa di Belliato. Le cose non stanno andando nel verso giusto e ciò non mi va giù. Proverò a chiedere ad altri genitori se, assieme in forma di volontariato, possiamo intervenire per garantire ai nostri figli una scuola, per quanto riguarda il giardino esterno, più pulita e più vivibile.
    Ciao a tutti.
    Ivan

    • genitorispresiano

      Massssssssiccccccccio Ivan, finalmente qualcuno che si muove!!!

      Facci sapere quando ti organizzi, e poi ci troveremo li’ con rastrelli e forconi!

      Cittadinanza attiva!

      Fabrizio

    • luca

      mi aggrego come volontario per la pulizia del giardino della scuola. Ma prima bisogna segnalare queste disfunzioni all’assessore competente perchè solleciti l’ufficio tecnico a provvedere.

      • mauro

        le disfunzioni le ho segnalate a Pasin l’altra sera in occasione dell’incontro che abbiamo avuto con lui e con Lega Ambiente x il discorso parco….. speriamo bene.

      • Paola

        Io sono fiduciosa, non credo realistico pensare che se a 40 giorni dalle elezioni tutto non è stato risolto allora c’è qualcosa che non va. Mi piace molto invece questo atteggiamento propositivo e collaborativo da persone che “vigilano” ma poi si danno da fare in prima persona perchè cittadini. Mi aggrego anch’io!

      • genitorispresiano

        Penso anch’io che non sia realistico tacciare di immobilita’ l’amministrazione dopo poco piu’ di un mese dalle elezioni.

        Comunque, se veramente vi sentite/ci sentiamo cosi’ vogliosi di migliorare il posto in cui viviamo, perche’ non chiedere al comune di coadiuvare il personale qualificato nell’ottica di velocizzare e rendere meno esosi gli interventi piu’ piccoli (cura del verde, pulizia,pitture per es.)?

        Lo stesso si potrebbe fare con la scuola: si potrebbe parlare con il dirigente scolastico ed istituire una sorta di giornata “Prendiamoci cura della scuola” risolvendo i problemi noti e le piccole manutenzioni.
        Si sono gia’ svolte iniziative del genere in Italia, basta sottoscrivere una piccola assicurazione per un giorno al costo di pochissimi euro.

        Insomma, dalle parole ai fatti.

        Fabrizio

      • mauro

        L’idea di Fabrizio mi piace proprio,sarebbe interessante organizzare una cosa del genere,una giornata dedicata a migliorare l’ambiente scuola(pulizia giardino, etc…)si potrebbe proprio fare, basta organizzare e chiedere il permesso alla Dirigente o meglio al Consiglio d’Istituto.

      • genitorispresiano

        Vai Mauro, chiedi e ti sara’ dato……..forse!

        Ci sono spazi di manovra in quella direzione (cioe’ con il dirigente scolastico)?

      • genitorispresiano

        Riporto per vostra opportuna valutazione, Fabrizio

        Sagnino, i genitori imbiancano la scuola
        7 marzo 2009
        In tempi di crisi, si sente ripetere sui giornali e in tv, bisogna tornare a rammendare i calzini e a fare da sé i piccoli interventi di manutenzione. Alla media don Milani di Sagnino hanno fatto anche di più: visto che le scuole sono al verde (a livello provinciale attendono 4 milioni di euro di arretrati dal ministero) e gli enti locali non stanno meglio (con i bilanci bloccati dal patto di stabilità), i genitori si sono improvvisati imbianchini. E hanno ridipinto la palestra.
        Il dirigente dell’Istituto comprensivo Como Nord, Antonio Daniele, ha voluto ringraziarli pubblicamente. «Considerati i tempi che corrono – scrive in una nota – con la scuola al centro dell’attenzione della società italiana per i suoi cambiamenti, le sue riforme, sempre più bersaglio di polemiche e contestazioni, mi sento in dovere di segnalare e pubblicamente ringraziare il gruppo di genitori che, bando alle chiacchiere, ha voluto dare un esempio di concreta collaborazione scuola famiglia, così tanto sperata da tutti, nell’ambito del patto di corresponsabilità educativa, riportando a nuova veste, con una tinteggiatura ad hoc, i locali della biblioteca scolastica della “Don Milani” di Sagnino, non rientranti nel lotto dei lavori di ritinteggiatura di aule e corridoi della scuola da parte del Comune».
        «Si è trattato di un gesto – prosegue il dirigente – che denota ancora, per fortuna, attaccamento alla scuola del proprio quartiere, amore per i propri figli e rispetto per le istituzioni, così come lo fu l’analogo gesto compiuto durante l’estate scorsa da qualche docente con un ex alunno per interventi simili in un’aula».
        Daniele è convinto che dalla crisi si esce soltanto con una stretta collaborazione scuola-famiglia. «Grazie a nome dell’intero Istituto Comprensivo Como Nord – scrive – che saprà sempre più e meglio valorizzare l’incredibile risorsa rappresentata dai genitori». Già altre scuole, negli ultimi mesi, hanno fatto tesoro, dell’apporto delle famiglie. E un caso, quello di Como Borghi dove il preside è arrivato a chiedere un contributo di 25 euro a tutti gli iscritti, ha suscitato anche un acceso dibattito.
        Da ricordare anche una scuola – la media Parini – che rifiutò l’imbiancatura gratis offerta da un genitore. «E se si facesse male, chi ne risponde?» obiettò il preside…

  93. genitorispresiano

    Date un’occhiata qui sotto….

    Tutte le info a: http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/

  94. genitorispresiano

    Ma che disdetta! Dopo mesi, anni per qualcuno, di “battaglia”, eccoci qui senza arte ne’ parte.
    L’incubo peggiore per un “guerriero” e’ ……. la mancanza di un nemico!
    Qualcuno allora pensera’ che non sono mai contento! Proprio ora che le cose promettono bene, cosa voglio di piu’?
    Il problema e’ che “sento” che manca qualcosa; l’inquinamento della scuola e la sicurezza delle strade su cui essa si affaccia rimangono si importanti, ed io continuero’ a metterci tutte le energie che meritano ma c’e’ molto altro lavoro da fare.
    Una volta che getti lo sguardo su uno degli aspetti sociali del posto in cui vivi, ti si apre alla vista un mondo ampio e variegato fatto di persone, gruppi, associazioni, problemi, vantaggi e svantaggi.

    Ci finisci dentro e ti rendi conto che siamo tutti parte di un universo che condizioniamo con le nostre scelte quotidiane.
    Impegnandoci e cercando di migliorare le cose, tutto ci guadagna, noi compresi.

    Quindi il lavoro non manca, basta solo aprire gli occhi.

    Da soli pero’ possiamo poco.

    Spero quindi che la languente collaborazione con i nuovi amministratori riparta al piu’ presto, anche se ho una “sensazione”; che il sensibile Riccardo abbia concentrato le sue energie per sconfiggere gli avversari “esterni” sottovalutando qualcuno a lui piu’ vicino?

    Credo che l’attuale amministrazione sia costituita da persone oneste e scevre da interessi personali ma, forse, guidate dalla voglia di “emergere” dimenticando che fanno parte di una squadra nata e votata per dei motivi particolari. Il plebiscito che li ha fatti trionfare ha un motivo specifico. E non deve essere dimenticato, anzi deve essere il punto di partenza di ogni decisione.
    E’ la mia personale idea, forse anche sbagliata.

    Ora basta scrivere, esco e…..cerco.

    Fabrizio

    • MAURO

      Caro Fabrizio,sono d’accordo con te ma credo che questa sensazione di calma che arieggia non porti a nulla di buono.
      Ad oggi non si e’ fatto ancora nulla di concreto a parte l’incontro con Missiato e Fornasier(quasi fotocopia di quello con Belliato se non fosse sicuramente per la fiducia che ripongo in piu’ sull’attuale Amministratore).
      Io capisco le grosse difficolta’ che la nuova amministrazione ha e avra’ davanti,ma credo pero’ che una risposta immediata ed urgente al problema “inquinamento scuole primaria e materna” doveva darla subito anche con brevi interventi non esonerosi dal punto di vista economico(tipo semaforo e modifica della cordonata di catenelle che costeggia la scuola con transenne chiuse).
      Questi interventi potevano essere dei segnali che ci potevano far capire le intenzioni dell’amministrazione.
      Non avevano detto in campagna elettorale che sarebbero intervenuti immediatamente se fossero stati eletti o mi sbaglio?????
      Capisco anche la difficolta’ economica in cui si trova il nostro Comune ,ma credo che se Belliato ha sforato x due anni il patto di stabilita’ per motivi “validi” (secondo lui), credo che di fronte al nostro grosso problema d’ inquinamento che riguarda la salute dei nostri bambini e cioe’ il futuro del nostro paese ,lo sforamento ulteriore dovrebbe essere fatto ulteriormente(piu’ validi motivi di questi….!!!! stiamo parlando di salute x 500 bambini da 1 a 10 anni).

      • genitorispresiano

        Beh, Mauro, speriamo che qualcuno tra gli attuali amministratori legga questi commenti ogni tanto e, magari, ci dica come vanno le cose.

        Ciao, Fabrizio

      • MAURO

        Una precisazione,quando ho scritto dell’incontro col Sindaco missiato e Fornasier ,intendevo Cristian Fornasier e non Barbara Fornasier l’altro Consigliere eletto.
        Scusate l’inesattezza.

  95. mauro

    Carissimi amici, ho come l’impressione che qui si siano addormentati tutti,blog compreso….sara’ per il detto aprile dolce dormire???? Sembra che ci siamo adagiati,sono convinto che se fosse stato eletto ancora Belliato saremmo gia’ andati avanti con riunioni e proteste.
    Sembra che perche’ sia stato eletto Missiato tutto sia stato risolto invece piu’ che un incontro fatto in comune(tra l’altro quasi fotocopia di quello con Belliato a parte se non fosse per la stima che provo sia x Missiato che x Fornasier sicuramente anche piu’ sensibili al problema)non abbiamo ottenuto altro.Spero sia solo una mia impressione ma vedo che per la sicurezza ad oggi non si e’ fatto ancora nulla.

    • genitorispresiano

      Caro Mauro,

      si dice che chi si scotta con l’acqua calda poi ha paura anche dell’acqua fredda……..certo e’ che “vigileremo”.

      Io darei ancora un po’ di tempo ai nuovi amministratori per districare bilanci e patto di stabilita’.

      L’ultimo trasloco che ho fatto mi ha lasciato scatoloni in giro per casa per mesi………..

      Fabrizio

  96. ivan

    Allora come vanno le cose? Dopo tutto quel clamore pensavo che si movesse qualcosa è vero sono passate solo due settimane ed il nostro sindaco è tutti i giorni in comune a parlare dei problemi di tutti ma riuscirà a combinare qualcosa? Certo che, purtroppo, con una amministrazione di sinstra, anche se doveva essere una lista civica, nel nostro territorio al momento di chiedere fondi chi sarà disposto a darli considerando che viviamo in un territorio leghista e principalmente legato alla destra? Non voglio denigrare la persona di Missiato e di nessun altro membro del consiglio comunale ma, come forse ricordate successo all’incontro con Sernagiotto, se il comune non ha appoggi in provincia e in regione col cavolo che arriveranno fondi…
    Staremo a vedere comunque restiamo uniti e cerchiamo di appoggiare le scielte più giuste di questa amministrazione e di collaborare il più possibile perchè Spresiano diventi un paese vivibele e vissuto cosa che ormai da 10 anni non è più.
    FORZA RAGAZZI!!!

    • genitorispresiano

      Caro Ivan,

      fa piacere leggere le parole di un “sanguigno” come me.
      Certo, anche se la lista Missiato non si possa definire di destra, non credo che si possa definire nemmeno di sinistra. Poi, a dirla tutta, se cosi’ non fosse stato, ci saremmo trovati qualcuno di molto piu’ scomodo al posto di sindaco.

      Gia’, facendo i conti della serva, ed usando il condizionale, probabilmente nasceranno delle problematiche di incompatibilita’ nei confronti di enti gerarchicamente sovraordinati. Il che causerebbe varie problematiche al comune sotto diversi aspetti.

      Vedi, non ho mai partecipato ad alcuna amministrazione ma, da idealista, credo che il Sindaco attuale ricevera’ niente di piu’ e niente di meno di quello che per legge dovrebbe avere.
      Quello che manchera’ sara’, forse, un canale preferenziale, fondi extra, procedure piu’ “spedite”.

      Purtroppo questo e’ il risultato della politica del malaffare, dello scambio di piaceri, dell’inciucio, della disonesta’, dell’inettitudine e, se vogliamo dirla tutta, del tradimento nei confronti del giuramento fatto in fase di insediamento.

      Che provino, intanto, a fare le cose come dovrebbero essere fatte. Se poi va male, almeno potranno camminare a testa alta.

      Fabrizio, idealista irredento

      • Paola

        Sono d’accordo con Fabrizio, non si può sempre inseguire i più “furbi”.
        E’ frustrante pensare che se non hai appoggi in alto non riuscirai a fare niente però bisogna anche iniziare a dare il giusto valore alle cose, compresa l’onestà.
        E poi, cose da fare per dare un segnale di dove stiamo andando ce ne sono.
        Se invece gli appoggi sono più importanti del resto tanto valeva tenerci Belliato. O no?

      • ivan

        Anch’io penso che sia giusto che una amminstrazione di qualsiasi schieramento venga trattata come le altre. Ma come dici tu la politica è sporca e fatta da inciuci e disonestà e, anche se mi ritengo una persona ottimista di natura, credo che in questa situazione politica paesana sarà difficile rispettare quel programma elettorale che la lista Missiato ha proposto, non perchè non sia in grado di farlo ma perchè, purtoppo non ha appoggi a livello provinciale e regionale….
        Comunque, mi ripeto, dobbiamo collaborare affinchè Spresiano cresca e diventi più vivibile e più vissuta.
        FORZA RAGAZZI!!!

  97. fabrizio

    Eccoci qua,
    le elezioni finite, il caldo che (forse) arriva, le ferie gia’ in testa, i gelati di sera dopo cena.
    Abbiamo fatto il nostro dovere di cittadini ed ora abbiamo la coscienza a posto. Giusto.
    Giusto? Giusto!!!!!!!?

    Ma e’ proprio ora che comincia la sfida, ora e’ il momento di uscire e farsi vedere, di parlare, di imparare, di ridere e gioire della vita che viviamo e delle possibilita’ che ci si parano davanti ogni giorno.
    Che vogliamo fare, aspettare altri 5 anni per sentirci, in qualche modo utili?

    Ma no! Rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo insieme. Dove sono finite quelle 140 e passa persone che ogni giorno visitavano questo blog? Non credo fosse solo curiosita’. In quei giorni ho letto parole degne di un filosofo stoico.Dov’e’ andata a finire quella gente?

    Le elezioni non sono state la fine, ma l’inizio.

    Andate fuori, coraggio. Un bel respiro ed aprite la porta…….
    Qualcuno e’ gia’ li’ che vi aspetta.

    Fabrizio

    • Antonio60

      Concordo pienamente, siamo all’inizio di qualcosa di nuovo che va alimentato con proposte ed iniziative.
      Rimettiamoci al lavoro !!

      ANtonio

  98. genitorispresiano

    Scrivo solo per esprimere un pensiero da cittadino; piu’ che altro riporto un’emozione avuta attraversando piazza Rigo a piedi.Per la prima volta, infatti, non ho provato ansia ed apatia passando accanto al comune ma ho “sentito” che, se avessi voluto, sarei potuto entrare anche solo per dare un’occhiata o per fare due chiacchere.
    D’altronde il Comune e’ anche un po’ casa nostra, vero?

    Colgo l’occasione per augurare Buona e Serena Pasqua a tutti coloro che “sbirciano” ogni tanto nel nostro blog.

    Fabrizio

  99. ivan

    ATTENZIONE: NOTIZIA BOMBA!!! 28 MARZO 2010 BLOCCATI I LAVORI DI RESTAURO DELLA PIAZZA DI VISNADELLO A CAUSA DEL RITROVAMENTO DI UNA COPPA DELL’INTER!!! IL SINDACO CRISTIANO BELLIATO NELL’OSSERVARE IL REPERTO INCIAMPA E RESTA TRAUMATIZZATO PER IL 70%. IL MEDICO CURANTE GLI CONSIGLIA MASSAGGI DI TERAPIA PRESSO CENTRO SY THAI A LOVADINA DI SPRESIANO!!!!

  100. Paola

    Da fonti molto vicine a Belliato mi è appena giunta notizia che l’uomo è DISTRUTTO!

    Ma che si credeva, che tutti gli Spresianesi fossero servilmente inchinati?

    • genitorispresiano

      Secondo me non sa nemmeno chi siano gli spresianesi…..

      Fabrizio

  101. genitorispresiano

    Finalmente ieri, dopo l’inverno buio e freddo, a Spresiano è arrivata la Primavera………..

    Fabrizio

  102. Paola

    Tanto per confermare la “caratura” del personaggio, Belliato è uscito dal Municipio e se ne è andato senza salutare nessuno, senza degnare di uno sguardo nè Missiato nè Callegari!!!

    • Fabrizio

      Forse è stato proprio questo il punto debole di Belliato; un totale distacco dalla realtà dei cittadini, la sua superiorità ostentata in tutte le occasioni, la convinzione del “so tutto io”, il ridurre ai minimi termini qualsiasi argomento per trattarlo solamente sotto il profilo economico (perchè solo i soldi contano…).

      Non esiste persona al mondo che non ci possa insegnare qualcosa; se ti consideri arrivato, beh, allora non hai capito niente.

      Io porto l’occorrente per lo Spritz comunque….e la tromba!

    • ivan

      ale oh oh ale oh oh!!!!!
      vai con la ola!!!

  103. Paola

    TUTTI IN PIAZZA A SPRESIANO, DAVANTI AL MUNICIPIO.
    DALLE 19:00 IN POI SI BEVE!!!!

  104. genitorispresiano

    Gli Spresianesi hanno fatto capire che c’era bisogno di un cambiamento e lo hanno dimostrato con una presenza alle urne del 71,80% in netta controtendenza rispetto al resto del paese.

    Di seguito i risultati:

    Lista Missiato: 43,98%
    Lista Callegari: 31,33%
    Lista Belliato: 24,68%

    Da parte nostra i più sinceri auguri a chi si troverà ad amministrare il nostro paese, sui banchi della maggioranza e minoranza, affinchè il bene dei cittadini ritorni , dopo tanti anni, ad essere il fulcro e la priorità delle decisioni a venire.

    In bocca al lupo

  105. Paola

    MISSIATO SINDACO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • ivan

      Belliato a CASA SEMPRE E COMUNQUE!!!!
      PRENDI LE TUE VALIGIE E VAI!!!!
      STASERA BAEA TOSATI!!!

  106. Paola

    BELLIATO E’ ANDATO A CASA!!!!!!!!!!!!!!!!!

  107. Paola

    ancora 24 ore prima dell’esito finale, incrociamo le dita…

    • ivan

      grande!!!!! vota antonio!!!!
      Speriamo di fare sta benedetta “BAEA”!!!!

      • genitorispresiano

        Sapete una cosa…….la BAEA la facciamo lo stesso, a maggior ragione se vince lo PSICOCAPELLONE.
        Rifugiamoci nella realta’ alcool-alternativa!!!!!
        Fabrizio

      • Paola

        io spero ancora… sono fiduciosa

    • ivan

      Speriamo bene… con tutti sti ca… di voti che ha preso la lega la vedo brutta!!!! Teniamo duro. BELLIATO A CASA SEMPRE E COMNQUE!!!

  108. Mauro

    MITICO……

  109. luca

    anch’io mi aggiungo per il brindisi. Oggi è stata una giornata meravigliosa e si respira aria di cambiamento. Sono e voglio essere ottimista.
    chiudo la serata con una scena del principe De Curtis mentre interpreta il candidato alle elezioni.

  110. Fabrizio

    Oggi a Spresiano splende il sole…

    Speriamo che sia di buon auspicio

    • Ivan

      Speriamo che questo sole, dopo l’inverno appena finito, sia sintomo di rinnovamento. Dopo 5 anni di freddo e gelo comincino 5 anni di sole e caldo e soprattutto di vita.
      In bocca al lupo ragazzi.

  111. Paola

    Cosa dite, come atto scaramantico ci diamo già appuntamento (luogo e ora) per una bella “BAEA”?

  112. christian

    Negli USA un manager raggiunge il massimo della sua carriera a 40 anni, in Italia invece a 40 anni sei considerato a mala pena una persona matura…ma ci rendiamo conto che è proprio questo modo di vedere le cose che ci sta portando ad essere sempre più indietro…

    • genitorispresiano

      Sara’ forse perche’ in Italia se sei una persona “qualunque” nessuno ti assume, oppure ti da’ responsabilita’, dato che ti sei appena laureato (e forse hai un master) ma hai gia’ 35 anni?
      E, purtroppo, chiedi ancora i soldi ai tuoi per la benzina o la pizza?
      Sara’ perche’ siamo pieni di gente che ha intrecciato cosi’ tanti “legami” negli anni sulle poltrone che il loro pensionamento a “soli”, diciamo, 55 anni porterebbe ad uno squilibrio in meccanismi cosi’ complessi e poco chiari che tutti i tramacci andrebbero a farsi benedire?
      Per che cosa, dare lavoro ad un giovane puro e con degli (scomodi) ideali?

      Non ci possiamo paragonare agli Stati Uniti.
      E comunque, come dimostrato in questi giorni a Spresiano ed in Italia, non e’ l’eta’ anagrafica che qualifica un candidato ma il suo modo di ragionare ed agire; troppo spesso, cioe’, di “altre epoche”.

  113. Paola

    BELLIATO A CASA SEMPRE E COMUNQUE!!!!

    Peccato però che se “va a finire che un voto andrà a missiato ed un voto andrà a callegari” alla fine Belliato riavrà il nostro Comune.

    Io, invece, vedo in Missiato la persona giusta per riappropiarci del nostro territorio, sensibile, sempre pronto all’ascolto anche di chi ha poca voce.

    Vedo nella squadra di Missiato persone con competenze diverse e fondamentali. Penso che abbiamo bisogno di gente che sappia leggere un bilancio, che abbia competenze in materia di salute, che si sappia occupare (finalmente) di cultura, che abbia una grande esperienza nel sociale e nel volontariato, che conosca bene le problematiche della sicurezza, che sappia difendere il territorio ed il lavoro e, non ultimo,che comunque abbia già avuto esperienze nell’amministrazione di un comune!

    Credo che geometri ed architetti (se pur bravi) non siano la nostra priorità!

    • christian

      Missiato è anche lui un Geometra o Sbaglio?
      Serve solo BUON SENSO e voglia di fare glielo posso garantire!!!
      Io credo semplicemente che per fare il sindaco bisogna avere certe attitudini e attitudini e in questo momento non credo che Missiato sia la persona giusta per questo tipo di ruolo.
      Ritengo infatti che come nel lavoro ci sono persone maggiormente portate a ricoprire ruoli commerciali piuttosto che contabili e così via, la figura di sindaco deve avere caratteristiche ben chiare non basta la sensibilità e il dialogo che sono sono comunque essenziali, serve anche maggiore grinta, personalità e dialettica, perchè dobbiamo ricordarci che ci saranno molte lotte con regione, provincia e regioni dove bisogna essere pronti, preparati e carismatici.
      E POI SINCERAMENTE SI PARLA SEMPRE CHE I GIOVANI SONO IL FUTURO IO CREDO CHE INVECE OGGI RAPPRESENTINO ANCHE IL PRESENTE.

      • Paola

        sbagli

      • genitorispresiano

        Nemmeno io sono d’accordo;

        per servire i cittadini puoi essere un Contadino (VEDI ZERO BRANCO)oppure uno scienziato, l’importante e’ avere BUONSENSO ed ONESTA’.

        Fabrizio

  114. Mauro

    Al di la’ della scelta del voto tra Callegari e Missiato, che reputo persone oneste e corrette, se Belliato perde le elezioni anche se sono astemio giuro che faccio na “BAEA” per festeggiare……

  115. alessandro lorenzi

    ore 19.15, sto cenando con i miei piccoli e mia moglie tranquillo e in via croda granda sento passare un auto con megafono che incita i cittadini ad andare a sentire Belliato questa sera dove spiegherà finalmente come farà la tangenziale(!!!)…..
    neanche 10 minuti dopo passa sempre in via croda granda (che di solito è tranquilla a parte stasera)un ‘ altra auto che incita a votare luca callegari….
    io e mia moglie ci guardiamo e ci vien da dire….ma siamo tornati ai tempi dei nostri nonni con le propagande del regime?

    un saluto a tutti

    P.S:comunque con tutti i commenti che ho letto da quando ho scritto l’ ultima volta nel blog ho ancora piu’ casini per la testa(compresa mia moglie)va a finire che un voto andrà a missiato ed un voto andrà a callegari

  116. genitorispresiano

    Cristiano,

    non esistono domande stupide, esistono solo risposte stupide.

    Pecora docet

    Fabrizio

  117. ivan

    correggo… le domande sono stupide e le persone sono solo ignoranti.
    Scusate ma c’è differenza

  118. ivan

    Ciao a tutti. Voglio darvi in anteprima una notizia. Ho saputo che il dottor Cristiano Belliato ha dato una risposta alle domande presentate dal comitato genitori. Volete sapere quale? Ha detto che le domande sono state fatte da persone stupide ed ignoranti che non si possono permettere di chiedere ad un sindaco di esporsi, ad esempio, sul problema del nucleare. Come sempre alle domande non da risposte. Ed io rispondo che se un sindaco non riesce a dare una risposta anche semplice a delle domande poste dai cittadini è meglio che prenda, come si dice in dialetto, “e so strasse e ch’ el vae fora dai pié”.
    BELLIATO A CASA SEMPRE E COMUNQUE!!!!

  119. Mauro (Comitato Genitori Spresiano)

    Cara Paola,una delle nostre intenzioni nel creare questo blog era proprio questa ,far si che le persone discutano tra loro perche’ e’ grazie al confronto che si riesce a creare qualcosa di costruttivo.
    A nome del Comitato ringrazio persone come te e quelli che scrivono,perche’ date senso ed importanza al nostro impegno.
    Spero che la futura Amministrazione tenga conto della nostra REALE esistenza per fare in modo che si possa creare quel dialogo che serve per costruire qualcosa assieme con le idee di tutti per il bene dei nostri figli e dei Cittadini del Comune di Spresiano.
    Un caro saluto Mauro Durante

  120. Paola

    Vorrei ringraziare di cuore il Comitato Genitori per lo spazio che ci viene dato in questo blog per il dibattito sulle prossime elezioni, senza porre censure e senza preconcetti.
    Io la trovo un’esperienza molto bella e pregnante avere l’opportunità di potermi confrontare con altri miei compaesani su argomenti così importanti.
    Con tutti gli impegni quotidiani che ognuno di noi ha, spesso è molto difficile trovare il tempo (e superare la stanchezza) per uscire la sera ed andare ad una riunione; spesso non abbiamo l’occasione di fermarci in piazza e vedere le locandine che pubblicizzano eventi vari (consigli comunali, rappresentazioni teatrali, manifestazioni, …); a volte vorremmo scambiare qualche idea/parere su un problema del nostro comune con altri compaesani ma non sappiamo dove/come incontrarli.
    Non so se è una cosa fattibile, ma mi piacerebbe molto che questo blog diventasse la “piazza di Spresiano”, mi piacerebbe che venisse creata un’area discussione che più in generale ci permettesse di tenerci in contatto, dove poter vigilare sulla maggioranza che ci governerà ma anche spronare l’opposizione, dove la programmazione di un evento culturale/sportivo potesse essere pubblicizzato, dove venisse segnalato un consiglio comunale di particolare interesse, dove far nascere nuove idee e proposte per la nostra comunità, dove, al di fuori dei partiti, si potessero incontrare le “persone”……
    Grazie ancora.

  121. Paola

    Si dice che i politici siano lo specchio della società. Io credo, piuttosto, che ci siano molte brave persone di buon senso e civili che invece non hanno voce; questa politica gridata non dà spazio alla correttezza, al rispetto, al senso comune: troppo complicato e per niente “produttivo”. Forse è impresa titanica, ma dobbiamo cercare noi, dal basso, di far risalire la politica vera.
    Per ritornare alle candidature locali, vedo che ognuno ha delle proprie “verità oggettive” in cui si riconosce,anche se mi pare comunque che ci sia spazio per il confronto civile. Una cosa però mi sento di dire: credo che vada riconosciuta, a Missiato un’onestà e correttezza assolutamente senza secondi fini se non il bene del paese. E’ vero, non ha grandi capacità comunicative ma, sinceramente, mi sono stufata di questi grandi “comunicatori” bravissimi nel promettere di tutto e di più ma che con altrettanta abilità tutto fanno tranne che gli interessi della comunità, politici che ci promettono qualsiasi cosa, persino la miracolosa guarigione dal cancro a scadenza mandato! Personalmente, non se ne può più degli “imbonitori”, ormai sembra che per far funzionare le cose ce li dobbiamo avere a tutti i livelli politici, anche nei nostri piccoli comuni.
    Ma perché non ricominciamo dalle “brave persone” e non dai “bravi comunicatori”?

    • christian

      Il problema è che tutti sono sempre super impegnati e nessuno ha voglia di confrontarsi con il giudizio del pubblico e della gente…che come si può facilmente vedere è sempre pronto a criticare negativamente gli intenti di chi prova a cambiare qualcosa! Io credo che bisogna fare invece un applauso a tutti coloro che hanno messo la faccia, l’impegno e molto altro per cercare di cambiare qualcosa a Spresiano. Sia Missiato che Callegari sono brave persone come i loro candidati. Bisogna però capire che le parole non bastano bisogna scendere in campo e cominciare a fare qualcosa, come questo comitato sta facendo egregiamente. Così si cambiano le cose, altrimenti ognuno ha cio’ che si merita, e vedrete che se non saremo uniti e cercheremo di votare un solo candidato i voti si disperderanno a favore del solito Belliato. Io la mia idea ce l’ho e si sintetizza in una semplice considerazione: “Ci vogliono idee nuove e giovani!”

    • edoardo

      ricominciamo dalle persone brave in tutti gli aspetti… fare il sindaco è impegnativo, posso assicurarvelo…

      • Paola

        E’ vero, è molto impegnativo, richiede tempo, TANTO TEMPO e come questo si possa conciliare con una libera professione non lo so (non mi ripeto, rimando al mio commento del 21 marzo).

      • christian

        Più che tempo (che ne serve comunque tanto) serve preparazione e competenze…e poi il Sindaco a mio parere deve essere solo la punta di diamante di una squadra che deve essere il vero motore di tutta l’amministrazione…quindi è fondamentale che per essere un ottimo diamante deve avere precise attitudini personali

      • Paola

        Probabilmente il problema è solo mio.
        Io se dovessi essere la persona di riferimento di un gruppo e non avessi nessuna esperienza in materia avrei serie perplessità di poter acquisire le necessarie competenze (e svolgere al meglio il mio incarico) senza dedicarci molto del mio tempo.
        Per contro, è anche vero che Belliato ha fatto per tanti anni il Sindaco senza dedicarci tempo!

  122. luca

    Anch’io sono rimasto dai toni agressivi di queste ultime settimane e questo mi fa capire che il vero confronto forse non c’è stato ma invece c’è stata la necessità (sintomo di debolezza?) di aggredire l’avversario a tutti i costi.Tornando sulla questione della tangenziale vi confesso che la vicenda è veramente da letteratura di genere pliziesco per come si sono svolti i fatti e per l’esito finale.Mi rimangono tre cose: 1) dopo 5 anni avremmo potuto avere forse l’avvio del cantiere e la realizzazione di un’opera che dava “respiro” al capoluogo, 2) c’è stata una amministrazione comunale che con un comportamento a dir poco schizofrenico ha prima avviato il progetto e poi (poco tempo dopo) la affossata, caso forse unico!, 3) i costi di questa progettazione sono stati sostenuti dalla tasse dei cittadini (e quindi anche dalle mie) ma da chi verranno risarciti?.
    Al di là di tutto sostengo che un’amministratore debba sempre essere motivato da un forte spirito di servizio nei confronti dei propri cittadini (tutti). Il tempo ci permetterà di verificare tutto questo, ovviamente auspicando un cambiamento di rotta.

  123. alessandra

    non mi piace questa campagna elettorale… si è perso qualcosa. Sono delusa dai toni di tutti, dalla carta che ogni giorno cestino perchè subissata da propaganda elettorale varia, ma continuo a credere che la politica sia un nobile ideale. Mi dà fastidio quando sento i soliti luoghi comuni sulla “carega” sulla politica sporca e sul dover accettare compromessi. Tutto ciò allontana i cittadini dalla partecipazione e disillude i nostri giovani a credere ed impegnarsi nella politica. Fare veramente politica, quella con la P maiuscola, è una grande fatica, un grande impegno, una lotta continua anche con se stessi. Ne so qualcosa. Basta con queste scaramucce continue, facciamo un salto di maturità. In fondo, già essere in tre amici a bere insieme qualcosa è fare politica. Forse intendo questo valore in modo troppo platonico. Ma non dimentichiamo mai che governanti e governati sono le due facce della stessa medaglia. Siamo come in un ologramma…

    • genitorispresiano

      Ciao Alessandra.
      Hai proprio ragione, la politica, quella vera, va rispettata.

      Il problema e’ che non ne esiste piu’. E non siamo noi cittadini ad averlo voluto, ma una classe politica che puzza di vecchio (ad ampio spettro) e che spesso rinnega la Costituzione stessa.
      Non dobbiamo essere noi a fare il salto di maturita’, ma coloro che ricoprono due, tre e piu’ cariche politiche con stipendi d’oro e vantaggi inenarrabili (come le pensioni dopo pochi anni di legislatura). Il salto di maturita’ dovrebbero farlo coloro che controllano l’informazione, coloro che giocano con la vita dei cittadini per permettere all’amico di togliere qualche metro di ghiaia in piu’.
      Il salto di maturita’ dovrebbero farlo coloro che aprono centrali a CARBONE nel 2010!!!!!!, quando tutto il mondo installa pale a vento e pannelli fotovoltaici.
      Il salto di maturita’ dovrebbe farlo chi approva il MILLEPROROGHE in tutta fretta.
      Il salto di maturita’ e’ una chimera.
      Come dici tu, l’unica cosa che ci e’ rimasta e’ trovarci con qualche amico a bere qualcosa, fare partire nuove idee e sinergie. Arrangiamoci, che si fotta la politica. Lasciamo che si scannino, voliamo bassi tra il pavimento e la polvere. Magari non gli diamo fastidio.

      Fabrizio

  124. Rispondo a Paolo. Missiato è in consiglio comunale dall’aprile 2005 (forse maggio) dopo il rifiuto della candidata sindaco Borsoi e, credo, del signor Beni a sedersi nelle sedie dell’opposizione. Non è facile fare opposizione. Poco tempo da dedicarci, ti consegnano i documenti a ridosso dei consigli, non ti considerano neanche, su qualsiasi cosa ti chiudono la bocca. Sarebbe bello che il nuovo eletto avesse invece rispetto delle minoranze in quanto comunque rappresentano una buona parte dei cittadini.
    Fare opposizione dev’essere abbastanza frustante, sopratuttto se non sei pratico delle materie trattate e delle normative. Bisogna sempre informarsi se lo si vuole fare bene. E bisogna avere, sopratutto con Belliato, le palle quadre o ti massacra ogni volta. Ne ho visti tanti di consigli comunali e scrivo le cose per cognizione.
    Non mi ricordo come è andata la storia della tangenziale nel 2005, quindi non posso dire niente a riguardo. So solo che Luca ha un po’ indagato ed è venuto fuori quello che sapete. Bello è che poi il pd esce con un articolo dicendo che la bocciatura della tangenziale è colpa di Belliato e Callegari. Callegari? Ma cosa centra, se è candidato sindaco in questo momento e non ha mai fatto politica attiva prima? Va a capirlo.
    Credo che in politica ci sia posto anche per i giusti, ma bisogna essere uagualmente scaltri e preparati o ti bruciano subito. Corretto o no, in questo periodo storico funziona così.
    L’idea di una lista solo civica è stato un grande sogno, forse è mancato il coraggio, forse si realizzerà in futuro.

  125. Giorgio

    Come diceva la canzone di Cotugno(rivista..):
    ” Voglio andare a vivere……ad Arcade, aaaah aaaah, aaaaah aaaaah!”

    Ma perche’ non si sono candidati quelli che scrivono su questo blog?
    Sarebbero stati la scelta logica di fronte alle schifezze che stanno accadendo.E penso che molti li avrebbero votati. Almeno loro sono stati capaci di far uscire la gente dalle case anche con a pioggia. E gratuitamente inoltre!

    Io tifavo per Missiato ma mi sono reso conto che per i giusti non c’e’ posto in politica.
    Ci sguazzano bene, invece, volponi come il colluso Belliato e l’interessato CalleFava.

    Essere o non essere, votare di qua o votare di la’….
    Faccio prima ad emigrare!
    Voglio andare a vivere ad Arcade, aaaaaah aaaaah, aaaaah aaaaaah.

  126. scusa paola, ma forse non hai capito bene. Alla Lista Missiato hanno aderito il pd in ultima battuta, un fuoriuscito della pdl (deluso perchè non lo hanno fatto candidato sindaco) e i consiglieri di minoranza. Alla lista di Luca hanno aderito i fuoriusciti della Lega con il gruppo Spresiano Sicura, il pdl, l’udc e l’adc, i gruppi civici Spresiano c’è e Cittadini di Spresiano. La seconda lista, lo ripeto, l’ha fatta Missiato. E sono assolutamente d’accordo con Ivan che Riccardo, da buona persona quale è, è stato messo in prima fila perchè gli altri o erano già compromessi o non ne avevano il coraggio. Si è messo addosso una croce… e sono d’accordo con voi BELLIATO A CASA SEMPRE E COMUNQUE. MA NON SOLO LUI…

  127. ivan

    Mi sono dimenticato.
    BELLIATO A CASA SEMPRE E COMUNQUE

  128. Paolo

    Una domanda.
    Quando l’amministrazione Belliato, nel 2005, ha espresso parere negativo sulla variante al P.R.G. che avrebbe permesso la realizzazione della tangenziale (e quindi prima che venisse autorizzato l’ampliamento della cava Borgo Busco), Missiato era o no in consiglio comunale?
    Perché non ha avuto niente da ridire?
    Perché io, comune cittadino, sono stato messo a conoscenza di tutto ciò solo nel 2010 da parte di Callegari, ultimo arrivato sulla scena politica di Spresiano?
    Mi dispiace, ma non basta garantire la propria costante presenza fisica in Comune se poi i fatti veramente importanti ti passano sotto il naso…
    Posso solo augurarmi anch’io che Belliato vada a casa, ma come Sindaco, pur nel rispetto di tutti, preferisco una persona più attenta, determinata e giovane di Missiato.

    • Paolo

      Dimenticavo.
      Aggiungo anche che a Spresiano è ora di finirla con l’influenza di certe persone DEL PASSATO che, stando dietro le quinte, vogliono imporre il proprio candidato di fiducia, e se non riescono nell’impresa invece di fare un passo indietro creano spaccature che rischiano di portare alla riconferma di Belliato – ogni riferimento a Gionco è puramente voluto…

  129. Paola

    Sinceramente,per quello che ho capito di questa storia,io sarei molto più sintetica di Edoardo e riassumerei così: alla lista Missiato hanno aderito i fuoriusciti della Lega, parte del PDL (per Ivan: ecco il motivo del depliant PDL-Missiato), tutto il PD e gruppi/liste civiche varie di orientamento destra e sinistra. Il rimanente PDL e “Spresiano c’è” hanno dato vita alla lista Callegari.
    E’ di questo che non riesco a capacitarmi: ma se la grande maggioranza si ritrovava attorno a Missiato perchè ci si è ostinati a creare una seconda lista??? non è stato valutato l’effetto “dispersione voti”??? se c’era da “turarsi” il naso su qualcosa non era meglio farlo piuttosto che condannarci ad altri 5 anni di Belliato??? O ci sono altri interessi??? Scusate ma alla fine mi ritorna sempre questa domanda!!! (e magari invece è solo la conseguenza di superficialità e inesperienza…)

    • ivan

      Paola volevo informarti che quel volantino che ho citato è stato causa di una denuncia proprio del Pdl di Spresiano nei confronti di coloro che lo hanno fatto stampare. Voglio farti sapere inoltre che, nella lista Missiato c’è una persona che conosco e che era schierata con il Pdl ma è come una bandiera al vento ed essendo stato rifiutato dal gruppo principale pur di prendere la “cadrega” si è appoggiato al gruppo politico opposto. Comunque è anche vero che tutte le liste civiche erano riuscite a convogliare le proprie forze, ma c’è sempre chi vuole essere la “prima ballerina” e questo, ne sono sicuro, ha portato Missiato insieme ai suoi prodi a prendere una strada autonoma. Poi diciamocelo, Missiato mette solo la faccia in uno schieramento che non rispecchia le sue ideologie, secondo me è uno strumento in mano ad altri. Ho tutta la mia stima per Riccardo Missiato ma ho forti dubbi nella sua possibilità di contrastare quella volpe di Belliato.

  130. Non saprei da dove cominciare, perchè è veramente successo di tutto in questi mesi. Cerco di farla breve, dicendo che non è Spresiano c’è e Luca Callegari che hanno voluto fare una seconda lista, ma Missiato insieme con i consiglieri di minoranza e il pd. Perchè? Per quanto riguarda i consiglieri perchè, secondo loro, non erano stati considerati abbastanza quando si stavano intavolando trattative e perchè erano stati posti veti su alcune persone (che poi, guarda caso, non si sono candidate), il pd perchè Luca non poteva rappresentare una garanzia. Da loro era stato fatto un altro nome, che non ha accettato e loro si sono distaccati dalle trattative. Creando anche un certo disaccordo al loro interno. Eravamo a un passo da un accordo storico per Spresiano, veramente.
    Da quando è uscita dal cilindro la candidatura du Riccardo, abbiamo tentato altre volte di riunire la lista, ma l’unica condizione era che Missiato restasse candidato sindaco e Luca eventualmente vice. Adesso, secondo voi, chi tra i due poteva meglio rappresentare un’alternativa valida a Belliato? Perchè, insomma, li avete visti anche voi gli incontri a tre. Ho grande stima di Riccardo, non scherzo, però non lo vedo portato per questo ruolo. Lui sì poteva essere un buon vice che raccoglie le istanze dei cittadini e fa da collante con il sindaco. Non lo vedo sempre vincente leggere la parte, come fosse un copione, o salvarsi in corner dicendo di non essere preparati e promettendo di informarsi. Ammiro l’umiltà, l’ho sempre ammirata, ma se ti trovi in una consulta di sindaci o chissà in quale altra situazione, cosa ti inventi? Ti mangiano vivo. Il mondo della politica non ammette purtroppo debolezze. Devi essere portato a rivestire un certo ruolo, non è da tutti. Certo poi la squadra è importante, su questo non si discute.
    Secondo voi Belliato di chi ha paura? Nei giornali fa scrivere continuamente che la sfida sarà tra lui e Missiato, anche se poi lo tratta con sufficienza e arroganza. Perchè? Perchè cerca di sminuire sempre più la figura di Luca, che è l’unico che può tenergli testa. E’ una cosa palese, la tira fuori continuamente in ogni articolo. Fateci caso se vi capita.
    Non so cosa dirvi per il resto. Mi sento sinceramente la coscienza a posto, anche se tanti mi hanno quasi tolto il saluto o mi guardano con sospetto, perchè uno delle mie idee (che ritengo sminuente definire di centro-sinistra), appoggia un candidato sindaco appoggiato anche da partiti di centro-destra. Certo rospi ne ho mandati giù, ma perchè mi fido di Luca e mi ha chiesto fiducia. Quando abbiamo cominciato con Spresiano c’è non ci interessavano le posizioni politiche, ma un percorso condiviso per cambiare la politica a Spresiano.

  131. Paola

    Da semplice cittadina (che da sempre vive e lavora a Spresiano) verrei capire una cosa da Edoardo.

    L’esigenza di buttare fuori Belliato penso sia una priporità per molti Spresianesi. Da quello che ho visto e sentito, mi pare che la gran parte delle forze che rappresentano questi cittadini si siano coalizzati nella lista Missiato. Credo sia facile intuire che per fare questo, vista la trasversalità delle forze politiche presenti, sia stato fatto un’encomiabile sforzo di sintesi. Penso sia stato dato spazio a tutti ma sicuramente TUTTI avranno dovuto RINUNCIARE a qualcosa per raggiungere l’obiettivo. Alla fine, mi pare ne sia uscito un programma equilibrato e di molto buon senso, che finalmente apre uno spiraglio nella possibile egemonia di Belliato.

    Quello che invece non capisco è perchè Callegari e “Spresiano c’è” non abbiano anche loro fatto come tutti gli altri. Perchè il BENE DI SPRESIANO non è stato più forte di incomprensibili (per me) personalismi o cos’altro??? CHE SENSO HA AVERE UN’ALTRA LISTA (con un programma simile), sostenuta da POCHI GRUPPI e che, temo, DISPERDERA’ IL VOTO degli Spresianesi???

    Non vorrei dire, ma probabilmente alla notizia delle 2 liste Belliato e i suoi hanno stappato spumante, felici di questo bello ed inatteso regalo!!! Spero solo che fra una settimana non saremo qui a chiederci perchè per pochi voti ci dobbiato tenere Belliato per altri CINQUE ANNI!!! Non per essere pessimista, ma dell’impegno (anche economico!) che state mettendo in questa campagna elettorale temo di non essere (purtroppo) molto lontana dalla realtà!

    Comunque, come dice Mauro, BELLIATO A CASA sempre e comunque

    • ivan

      La battaglia è ancora aperta… anch’io ho dei forti dubbi che il nostro “amato sindaco” possa perdere la sua “cadrega” anche perchè questo continuo dannarsi e accusarsi tra le liste sta portando i cittadini ad una confusione tale. Ultima da prendere in considerazione il volantino di “Missiato Sindaco” con a fianco Gerolimetto del PDL che dice votate “Missiato Sindaco”… Scusatemi ma ad appoggiare Missiato non c’era il PD? e il PDL non appoggiava Callegari? Mah!!! Comunque la cosa che mi da più fastidio è che le due liste siano divise. Avendo lo stesso programma si sono separati solo per egoismo. Mi dispiace. Dovremmo lottare uniti per fare crescere il nostro paese ed invece ci scorniamo per avere una sedia. Ragazzi c’è da svegliarsi!!! Comunque come dice mio fratello BELLIATO A CASA SEMPRE E COMUNQUE!!!!!

  132. L’unica cosa che posso dire è che “Spresiano c’è”, gruppo di cui faccio parte, ha sempre lavorato e speso tante energie per una lista unica. Purtroppo il nostro messaggio non è stato capito e il nostro lavoro non ha portato i frutti sperati. Non per colpa nostra comunque. Ci sarebbe tanto da raccontare…

  133. luca

    anch’io pensavo, e mi illudevo, che una lista civica unica unita su grandi temi e con un accordo politico che comprendesse persone con idee politiche diverse, potesse essere la vera alternativa per Spresiano.
    Non capito molte cose e rimango ancora delle mie convinzioni. So di certo che dopo il 28 marzo i temi che il comitato genitori ha portato avanti saranno da me sostenuti con forza e convinzione e soprattutto “senza sconti” per la nuova Amministrazione comunale.

  134. alessandro lorenzi

    ma perchè non si sono messi d’ accordo tempo addietro e non hanno fatto una lista unica cavolo! essendo il nostro comune a turno secco, vi immaginate se Doctor Porsche vince?! diventerà ancora più spaccam….. verso tutti e per buttarlo giù ci servirà solo un golpe!
    Parlo con Missiato e mi convinco di Missiato, parlo con Callegari e mi convinco di Callegari….ARGHHHHH
    ne vanno di mezzo i NOSTRI FIGLI!!!!!
    a una settimana dal voto uno dei due dovrebbe abdicare…

    • Paola

      Hai ragione, la vera possibilità di buttare fuori Belliato ce l’avrebbe data una lista unica alternativa. Qualcuno ci spiegherà perchè non è stato fatto!

  135. Giorgio

    Da quello che capisco dobbiamo scegliere tra il protettore dei cavatori san Cristiano, il protettore degli artigiani san Luca e il protettore dei cittadini san Riccardo

  136. Su questo mi trovi perfettamente d’accordo. Credo tanti lo pensino, speriamo non ci siano sorprese sgradite a tutti.

    • mariangela

      Comunque credo che in queste elezioni le appartenenze a sinistra, destra o centro non abbiano alcuna importanza per il paese di Spresiano ma vista la realtà locale si debba guardare più al candidato sindaco come persona e a ciò che propone realmente di fare x il paese e magari senza troppo chiasso, mettersi pure in discussione. Penso che questo potrebbe aiutare nella scelta finale del candidato più consono al nostro territorio.

  137. Mauro

    Al di là di chi vince o chi perde il mio slogan è: BELLIATO A CASA…..e spero che molti la pensino come me.

  138. Scusate l’intromissione, ma vorrei fare alcune osservazioni al commento di paola. So che posso essere tacciato di essere di parte, ma ci sono considerazioni oggettive da fare. Spresiano soffre sicuramente di problemi di urbanistica e di viabilità, su questo credo siamo tutti d’accordo. E allora mi chiedo: chi deve lavorare perchè vengano risolti questi problemi? Se sono persone che non conoscono la materia vengono tacciate di incompetenza, se sono persone preparate professionalmente invece vengono sospettate o di fare i propri interessi o di fare scempi. La vicenda della tangenziale negata a Spresiano, che riguarda da vicino il comitato genitori e l’inquinamento delle scuole elementari (e del paese in generale), non sarebbe forse neanche venuta fuori se Luca Callegari non avesse una certa professionalità nel campo e non avesse indagato un po’ più a fondo. Non sono qui comunque per fare campagna elettorale, ma solo a rivendicare l’importanza della competenza anche nella politica, che va comunque sempre unita a una certa dose di umanità, onestà e serietà. Tanta salute a tutti, che alla fine questa conta.

    • Paola

      Neppure io voglio entrare nella campagna elettorale ma mi preme solo precisare che la mia considerazione non riguarda affatto la professionalità e la competenza delle persone (non ho elementi per dubitare). Faccio un’altra considerazione. Io ho fatto sia la dipendente che l’imprenditrice che la libera professionista. Quello che cambia in questi diversi modi di esprimere le proprie competenze non sono nè la professionalità nè l’impegno, quello che cambia è la libera disponibilità del proprio tempo. Quando sei un libero professionista la tua attività dipende solo da te, appena ti “distrai” o non ti rendi disponibile il mercato è crudele, ti volta le spalle, e recuperare quello che perdi spesso non è possibile.
      Quando vedo un insieme di liberi professionisti (geometri ed architetti) disposti a gestire un Comune, mi spiace, è più forte di me, ma mi chiedo: come mai?
      In ogni caso approvo lo slogan di Mauro!

  139. alessandro lorenzi

    l’ importante è però che i due contendenti anti Belliato non si annullino a vicenda a favore del terzo grosso incomodo….i programmi sono simili, io sono indeciso….

    • Paola

      Credo che per decidere bisogna andare al sodo: ci mettiamo nelle mani di un libero professionista (geometra) circondato da geometri ed architetti? ancora lo scempio edilizio nel nostro futuro? oppure no?

    • genitorispresiano

      Forse leggendo le risposte che i candidati hanno dato ai quesiti da noi presentati vi potete fare un’idea piu’ accurata.

      Considerato il periodo caldo noi non ci schieriamo pro o contro nessun candidato perche’ vogliamo essere equidistanti da qualsiasi logica politica.
      Inoltre vogliamo che sia molto chiaro che il nostro impegno e’ sempre stato a favore del benessere dei bambini e non nasconde nessun secondo fine. Le nostre azioni ce ne danno atto.

      Ci fa molto piacere notare che in questo spazio chiunque possa esprimere le proprie idee e considerazioni, che non sono mai state, e non verranno mai, censurate.

      Grazie per la visita

  140. Mauro

    La gente dovrebbe capire che personaggi come questo “Sindaco” andrebbero allontanati per sempre dalla politica e non continuare a fare i propri interessi sulle nostre spalle e sul nostro paese che ormai e’ diventato un gruviera pieno di enormi buchi fatti per ingrassare le tasche dei cavatori e di chi si prende le mazzette permettendo certi abusi. Parlo da Spresianese DOC nato e vissuto in questo povero paese ormai divenuto allo sbaraglio per colpa LORO…
    Certamente l’incapacita’ al dialogo di questa Amministrazione ha portato ad una disinformazione dei cittadini di Spresiano e di conseguenza ha permesso un assoluto monopolio del territorio, altro che DEMOCRAZIA sventolata da Belliato……

    • mariangela

      Quello che più mi dà fastidio, oltre alle bugie, è l’arroganza che ostentano verso noi cittadini. Non hanno un minimo di moralità. sono degli sciacalli intorno ad una preda intenti a spartirsi i bocconi più succulenti.Speriamo che ai posti di comando questi individui abbiano i giorni contati e che la gente il 28 marzo faccia la cosa più giusta, MANDARLI A CASA!!!

  141. genitorispresiano

    Gia’, ieri sera e’ emerso in modo molto chiaro a tutti chi/cosa sia il sindaco.
    Non solo nel caso della bretella, ma anche nei confronti di cittadini ed associazioni che non chiedono altro se non una possibilita’ di dialogo con l’amministrazione.
    Avete mai notato che Belliato risponde a tutte le domande che gli vengono poste solamente sotto il profilo economico?
    Il profilo umano/sociale, non viene nemmeno preso in considerazione.
    Quindi cosa ci aspettiamo da una persona cosi’?
    Che faccia bene i suoi conti, e quelli di chi lo “supporta”.

    Credo che ieri sera molta gente si sia resa conto di chi sia Belliato.

    Per me rimane la soddisfazione di non aver creduto,a ragione, a questo personaggio.

    P.s. Magra anche la figura degli “urlatori” della sua lista che hanno dimostrato la stessa incapacita’ di dialogo e considerazione delle altrui idee.
    Come dire “tale padre…..”

    Fabrizio

  142. Mauro

    Carissimi, dopo ieri sera (terzo incontro dei tre candidati sindaci) purtroppo e’ venuta fuori la verita’ che noi tutti temevamo…Il nostro Sindaco (che comunque non definirei tale)ha nascosto a tutti noi ,raccontandoci per anni un sacco di fandonie ,che lui aveva fatto di tutto per la costruzione della bretella famosa che avrebbe dirottato il traffico pesante dalle nostre scuole purtroppo invece e’ stato proprio lui a non volere la bretella proprio x agevolare la vendita del terreno adiacente alla cava di via Busco e per agevolare il suo ampliamento.
    Proprio un comportamento VERGOGNOSO E SCANDALOSO
    Veramente un bel esempio di primo cittadino…. non ho parole.
    SINDACO SI VERGOGNI

  143. mahdi brahimi

    Nonostante le cattive condizioni meteorologiche in quel giorno, i genitori hanno manifestato con successo
    dimostradosi con maschere e portando nelle mani le lenzuola bianche sotto gli ombrelli .
    Auguriamo che il messaggio è stato ricevuto agli interessati e cercare di affrontare le cose prima che peggiorano.

    GRAZIE

    • genitorispresiano

      Gia’, hai proprio ragione; e’ stata una bella prova di solidarieta’ e serieta’ da parte di tutti.
      Come dici tu, speriamo che gli interessati(…….) abbiano capito.
      Nel caso non l’avessero fatto, beh, noi siamo sempre qui!

      Grazie a te, e continua a seguirci.

  144. genitorispresiano

    Grazie Luca per la segnalazione. Riportiamo di seguito i dati del 2000 da compensare degli aumenti successivi e dello sforamento del patto di stabilita’:

    GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
    (13/05/2000)
    Indennità di funzione mensile dei sindaci

    Comuni fino a 1000 abitanti 2.500.000
    Comuni da 1.001 a 3.000 abitanti 2.800.000
    Comuni da 3.001 a 5.000 abitanti 4.200.000
    Comuni da 5.001 a 10.000 abitanti 5.400.000
    Comuni da 10.001 a 30.000 abitanti 6.000.000
    Comuni da 30.001 a 50.000 abitanti 6.700.000
    Comuni da 50.001 a 100.000 abitanti 8.000.000
    Comuni da 100.001 a 250.000 abitanti 9.700.000
    Comuni da 250.001 a 500.000 abitanti 11.200.000
    Comuni oltre 500.001 abitanti 15.100.000

  145. luca

    Per farsi un’idea dei compensi. Attenzione sono dati riferiti al 2000!

    http://www.merateonline.it/dossier/archivio2000/dossier_compensisindaci.htm

  146. fabrizio

    Ho potuto ascoltare i tre candidati sindaci alla chiesetta dei Giuseppini. L’incontro era stato organizzati dai regazzi del CitofonO a cui vanno i miei complimenti per l’ottimo lavoro svolto, non solo in questa occasione.

    Devo pero’ comunicarvi il mio sgomento quando ho sentito i vaneggiamenti dell’attuale sindaco di Spresiano. Quello che mi stupisce di piu’ e’ che nessuno (me compreso) gli abbia risposto per le rime. Per cio’ che mi riguarda ero troppo scioccato!

    Come fa un sindaco ad ammettere candidamente che non puo’ essere presente in comune perche’ deve fare fronte ad altri impegni professionali (Direttore amministrativo Ascopiave S.P.A., gestione di attivita’ immobiliari) giustificandosi cosi’:” Non posso mica vivere con lo stipendio da Sindaco!”
    Ma come si fa a dire una cosa del genere! Cosa dire dell’operaio che con 1200 euro al mese deve far sopravvivere se stesso e famiglia? E il pensionato che “vive” con la minima? E poi nessuno credo abbia puntato la pistola alla testa di Belliato per costringerlo a diventare primo cittadino.

    Da sbellicarsi quando il nostro paladino dei laureati e dei revisori dei conti ha risposto alla domanda di una delle ragazze del citofono riguardo le energie alternative che il comune potrebbe adottare e fare conoscere ai cittadini (come fanno i comuni confinanti al nostro e moltissimi altri).
    Il primo cittadino ha farfugliato qualcosa sui certificati bianchi che, secondo lui, non sono economicamente renumerativi e poco flessibili per i comuni. Peccato che questi certificati bianchi non abbiano niente a che fare con amministrazioni e privati ma vengono dati ai distributori di energia elettrica e di gas naturale virtuosi (vedi qui: http://titano.sede.enea.it/Stampa/skin2col.php?page=eneaperdettagliofigli&id=66 ).

    Questo individuo che vorrebbe essere ancora sindaco non sa nemmeno che esiste il conto energia, sfruttato da privati e grosse societa’ (Benetton, Impregilo, Santander etc.) che danno enormi vantaggi economici. Un privato con soli 3 KW di impianto guadagna 25 mila euro al netto del costo dell’impianto in vent’anni, non immette 25 tonnellate di CO2 in atmosfera e utilizza la corrente che produce. Quanti m2 potrebbe dedicare questa amministrazione al fotovoltaico? Perche’ la fantasmagorica scuola di Visnadello non possiede pannelli fotovoltaici, solari termici?

    Per non parlare della Pedemontana; a quanti incontri a riguardo sono stati invitati i cittadini spresianesi, quante serate informative ha organizzato il comune? Meglio tenere tutto a tacere, tanto se decidono di espropriare il tuo terreno mica puoi rifiutare, no?

    E poi smettetela di sbandierare sta benedetta bretella: esiste solo un “assolutamente non vincolante” protocollo di intesa comune-provincia, che reca al suo interno solo due date: quelle di nascita del sindaco e di Muraro! La bretella costera’ molti milioni (dicono 22!!) che nessuno ha oppure sa dove trovare. Verra’ realizzata non prima di 5/8 anni, e nel frattempo la Pedemontana avra’ portato su Via Pio X 4.000 auto in piu’ ogni giorno, 365 giorni all’anno!!!!!

    Come possiamo pretendere che questa persona conduca un comune e faccia gli interessi dei cittadini se vive in un mondo tutto suo, dorato, ovattato in cui, ogni tanto, qualcuno riesce a sgattaiolare tra le maglie della sua “macchina comunale” fino ad arrivare al suo cospetto rovinandogli la giornata con il lezzo del comune mortale?

    Ho ascoltato anche le parole degli altri candidati. Uno e’ stato molto generico e non e’ mai sceso nei particolari, forse non vuole inimicarsi nessuno prima del voto.
    L’altro e’ stato poco incisivo ma almeno ha espresso buonsenso ed umilta’, qualita’ sempre piu’ rara nel nostro comune.

    Mi raccomando spresianesi, non fatevi incantare da un ciuffo di capelli ed uno scintillante orologio al polso……..

  147. brahimi mahdi

    Ringraziamo il vostro interesse per la salute dei nostri figli, e vi incoraggiamo a continuare e noi siamo tutti con voi.
    Abbiamo tutti paura per la salute dei nostri figli, perché essi sono il futuro, ancora una volta di accettare i miei rispetti
    E grande apprezzamento per i vostri sforzi per migliorare la qualita dell’aria.

    • genitorispresiano

      Ci fa piacere che anche tu sia sensibile alla problematica dell’inquinamento e sopratutto che condivida il fatto che i nostri figli sono il futuro.

      E’ grazie a persone come te che riceviamo l’energia per continuare ad andare avanti anche se facciamo molta fatica a “nuotare contro corrente”.

      Torna presto a scriverci e, perche’ no, vieni a trovarci in modo da poter esprimere le tue idee e suggerimenti.

      Il Comitato Genitori

  148. genitorispresiano

    Alle finestre della scuola Primaria sono state appese delle lenzuola bianche fornite da Legambiente. Questa azione si inquadra nel progetto “Mal’aria” insieme a molte altre attivita’.
    Dopo un periodo di esposizione le lenzuola verrano tagliate e consegnate a bambini, genitori ed amministratori per dimostrare quanto grave sia il problema delle polveri inquinanti.
    Credo sia molto importante educare i bambini nel rispetto dell’ambiente; cio’ si ottiene, come sempre, rendendoli coscienti del problema per poi fornire loro gli strumenti per valutare e reagire.
    Se tutti svegliassero “il bambino” che c’e’ in loro…….

  149. nunzio

    spero e mi auguro che i fraintendimenti del 22 dicembre scorso siano rimasti alle spalle con il vecchio anno.
    Penso che siete stati tutti molto chiari ed esaustivi.
    Ora penso che possa bastare, focalizziamoci su i nostri bambini. Il 2010 è iniziato ed i nostri figli continueranno a respirare smog dannoso.
    A marzo ci saranno le elezioni e tutti vedremo se l’amministrazione vincente sarà così sensibile e SERIA (tutte le forze politiche ascoltate lo hanno detto) da prendersi realmente a cuore questo annoso problema. Ciao e buon anno a tutti. Nunzio

    • genitorispresiano

      Caro Nunzio,
      ben detto!
      Hai sempre avuto il dono della sintesi, e quindi accogliamo il tuo invito a concentrarci sui veri problemi.
      Buon anno a tutti.

      Fabrizio

  150. Mauro

    Cari Signori,scusate ma forse mi sfugge qualcosa….non faccio citazioni perche’ non ne conosco a tema…ma scusate,era stato fatto un primo incontro con la vostra lista civica,come del resto abbiamo tenuto incontri con tutte le forze politiche di Spresiano, dopo di che il 22 noi del Comitato abbiamo indetto una riunione RISERVATA per tutti i membri del Comitato Genitori Spresiano per delle verifiche e fare il punto della situazione. A questo incontro si sono presentati 2/3 di voi in veste di ascoltatori(e qui mi e’ venuto il dubbio e di conseguenza la frase “adesso si muovono tutti”) noi per educazione abbiamo chiesto il motivo della vostra presenza e chiaramente non potevamo dirvi” signori e’ una riunione privata e dovete uscire”.
    Sono venuto a sapere che un’altro appartenente ad un’altra lista civica,il sign. Masetto,trovando mio fratello, ha chiesto scusa perche’ non aveva potuto essere presente all’incontro al quale sinceramente nessuno l’aveva invitato.
    Noi non siamo persone che discriminano gli altri, anzi ,pero’ credo che in questo momento tutti si stanno muovendo al fine d’avere riscontri alle prossime elezioni e noi non vogliamo assolutamente essere manipolati,questa e’ stata fin dall’inizio la nostra linea che ci ha portato ad evere un peso importante di fronte alle Istituzioni.
    Mi spiace sicuramente avervi amareggiato con la mia frase che vi assicuro era piu una battuta che altro, certo dovuta a quello che penso di questo momento particolare pre-elezioni,ma non era nulla di personale nei vostri confronti ,ci mancherebbe, anzi ammiro persone come voi che si mettono in gioco per il rispetto del prossimo con sani e buoni valori.
    Senza rancore Mauro.

  151. alessandro lorenzi

    un consiglio a tutti, compreso te edoardo (ciao,ciao!)……
    i problemi di una comunità non hanno colore e non sono di parte ma vanno affrontati da tutti perchè ricadono su tutti anche se rossi, gialli , neri, azzurri, ecc,ecc,ecc

    i campanilismi non servono a niente,

    ciao dalla Lorenzi family

  152. luca

    Buno Anno a voi tutti di pace e serenità.
    Mi pice vedere che c’è stato un chiarimento sulla “famosa” serata
    del 22 dic.
    La chiarezza e franchezza emerse dai vs. ragionamenti vi
    fa onore ed è un buon segnale per tutti coloro che credono
    in un impegno politico e sociale per questa nostra comunità
    alquanto bistrattata e dimenticata in questi ultimi anni.
    Non aggiungo aforismi, citazioni varie perchè non ne sono capace.

  153. Mauro

    Caro Edoardo, io sono la persona che ha detto la frase “adesso si muovono tutti”,questa frase era riferita al fatto che fino adesso le varie forze politiche e varie liste civiche pur sapendo del problema sono restate in silenzio, adesso come per magia si stanno muovendo tutti per ascoltarci e capire a fondo di cosa ci stiamo lamentando noi del Comitato Genitori, ma fino adesso dov’erano e cos’hanno fatto per amplificare questa richiesta d’aiuto!!!!!!
    La legge Scout la conosco anch’io perche’ ne ho fatto orgogliosamente parte e condivido con te il valore di queste parole.
    La riunione da noi organizzata era dedicata ai membri del comitato e non e’ mai stato detto da noi che era aperta a tutti.
    Purtroppo la cosa ha creato nel gruppo piu’ nuovo di noi(i genitori dei bambini dell’asilo) delle perplessita’, perche’ se avevamo detto di stare distanti dalle forze politiche e non essere strumentalizzati si sono trovate di fronte delle persone”estranee” al comitato, che le hanno fatto sentire tali.Il tutto comunque e’ stato chiarito.
    Scusami la franchezza ma credo che la vostra posizione il 22 dicembre era ,secondo me,di curiosita’ e di verifica per vedere come intendevamo muoverci sul fronte politico noi del Comitato.
    Con questo non e’ assolutamente per creare polemica ma ci tenevo a spiegarti le mie motivazioni di quella frase e a darti un chiarimento al (forse) malinteso.
    Con l’occasione ti porgo i migliori Auguri di Buon Anno. Mauro.

    • LUCA CALLEGARI

      Carissimi Fabrizio e Mauro. Saluto innanzitutto. Quanto ha scritto Edoardo e’ stato da me pienamente condiviso e in particolare, lo sottolineo, i passi che riguardano la gentilezza, il rispetto e il dialogo. E quindi preferisco non dilungarmi e ripetermi nelle argomentazioni … cadrebbe tutto in facile retorica. Però ne abbiamo parlato a lungo con Edoardo, di quanto è avvenuto durante l’incontro del 22 Dicembre. Onestamente non nascondo perplessità e amarezza che mi sono rimasti. Spero sia stato un malinteso. Comprendo tuttavia il vostro atteggiamento critico, attento e scettico di fronte ai soliti scenari che si rivelano in prossimità delle elezioni amministrative … condivido pure i vostri sospetti e il fatto che “adesso si muovono tutti”. Ma in tutta sincerità ho trovato la battuta, una tra le varie rivolte a noi, inopportuna e scortese. Trovo altresì ingiusti gli atteggiamenti pregiudizievoli e in ogni caso poco costruttivi. Siamo solo persone/cittadini che si dedicano da tempo al sociale senza blasoni, e cerchiamo con umiltà di conoscere, capire e soprattutto dialogare; abbiamo pensato di occuparci della nostra comunità, ognuno per quello che riesce a dare: “anche una piccola goccia d’acqua contribuisce a riempire il vaso”. Operiamo nella lealtà e nel rispetto reciproco, con i nostri pregi e difetti … a proposito di citazioni, la mia è che “ho il dovere di imparare fino all’ultimo giorno”. Tutto questo e altro ci fanno condividere pensieri e intenzioni. Vogliamo anche rimanere con i piedi per terra perché non siamo soli ne protagonisti. Solo proviamo.
      Poi non lo so. Io non ho il dono dell’ubiquità, non ho la sfera di cristallo, e non sono così presuntuoso da sapere quello che ci aspetta. Inoltre ho tanto da imparare, ma ho entusiasmo, ho fiducia e sono ottimista, perché ho constatato, in questi anni di operatività, che ci sono tante valide persone che invece di lamentarsi sono attive. Solo il fatto di aver potuto conoscere tante brave persone mi rende già ora felice a prescindere da tutto.
      Io non vi giudico cari amici, anche perché non vi conosco come voi non conoscete me, e mi tengo lontano dal farlo per l’educazione che mi è stata proposta. Consiglio di farlo anche a voi. Posso dire che le cause di cui vi occupate mi interessano molto , ho anch’io due figli, e il vostro operato, che in parte ho seguito e condiviso, mi fa ben sperare. Probabilmente avremo modo di conoscerci meglio, sarebbe un piacere.
      Carissimi. Amo la mia famiglia, e quel poco di tempo libero che mi rimane lo dedico al mio amato sport, alla lettura, alla batteria, alle associazioni di volontariato e ai cari amici e famiglie con i quali condivido momenti di ritrovo. Cerco il dialogo e la libertà di pensiero, e sempre più spesso preferisco l’azione alla teoria e alle lamentele.
      Tanti cari Auguri di Buon Anno nuovo.

  154. Edoardo Frassetto

    Ciao a tutti!
    Spero abbiate passato delle buone feste.
    Dopo attente riflessioni (stimolate da buoni bicchieri di vino rosso in altrettanta buona compagnia e qualche dolce) ho voglia di condividere qualche pensiero riguardo alla riunione dello scorso 22 dicembre. Non ho assolutamente niente da insegnare, ma tanto da condividere.
    Vi ringrazio per la possibilità di dialogo che si instaura ogni volta con voi, ma non posso nascondere un po’ di amarezza per alcune situazioni piuttosto imbarazzanti che si sono verificate in quella sede. Non sono qui a puntare il dito contro delle persone, non mi interessa proprio, sono qui solo a rivendicare l’importanza del “modo”. Io penso che con la gentilezza e il rispetto ci si guadagna sempre. Se la nostra presenza era inaspettata e considerata non opportuna, dati gli argomenti, bastava dire “ragazzi, scusate, ma è una riunione solo per appartenenti al comitato” e noi ci saremmo alzati in tutta tranquillità e “amici come prima”. A nostra discolpa posso solo dire che, nella riunione avuta con il vostro “direttivo”, avevamo appositamente chiesto se era una riunione aperta e ci era stato risposto affermativamente. Buona fede, quindi.
    E poi, scusate, ma non siamo tutti abitanti di questo paese? Gran parte di voi poi vi conosco da sempre; chi meglio, perché ho condiviso qualche esperienza (soprattutto di tipo oratoriale), chi meno bene, perché incontrarsi non è sempre facile. E colgo l’occasione per ringraziare quelli con cui sono riuscito a scambiare qualche chiacchiera di conoscenza.
    Ho la buona abitudine di segnare sul mio taccuino le frasi che ritengo significative e allora il buon vecchio Einstein, che non era proprio uno sprovveduto, diceva che “non si può pensare di risolvere i problemi con la stessa mentalità che li ha creati”. Non sento coerente parlare di dialogo e accoglienza se poi si fa fatica a dire con tranquillità le cose più normali.
    Mi è spiaciuto essere accolto con un perentorio “adesso si muovono tutti”. E mi spiace ancor di più aver risposto con un altrettanto perentorio “E’ da tanto che mi muovo”, dettato dal fatto che da tempo mi interesso alla politica (intesa come buona amministrazione) e alle questioni ambientali tramite la cooperativa Pace e Sviluppo. Quindi ho digerito male anche quando mi è stato detto che “ambiente non è solo andare in bicicletta”. Raccontavo di me per sottolineare che all’ambiente ci tengo. Eccome se ci tengo! So bene che “l’ambiente” è un mondo vastissimo, comunque io sono della scuola che piccole scelte personali in favore dell’ambiente sono più efficaci di tante parole al vento. E vi assicuro che girare in bici o a piedi per il paese ti apre una visuale che in macchina non si può avere. Troppa velocità e zero contatti con gli altri.
    Premetto che a me non piace fare proseliti (non lo faccio neanche riguardo al fatto che sono vegetariano) e non sto aspirando a nessuna poltrona. Non posso neanche candidarmi in quanto dipendente comunale, quindi vedete voi. Lavoro eslusivamente per un gruppo civico che all’interno, secondo me, ha persone valide e nelle quali ho riposto tanta fiducia. Siamo partite incontrandoci e non per volere di una singola personalità che cercava di radunare dei sostenitori per puntare in alto. Sto condividendo un percorso, anche se certe scelte mi possono sembrare difficili ed estranee alla mia personalità, tutto in funzione di “un cambiamento”. Cambiamento che per me è “democrazia partecipata”.
    Sono un cittadino di spresiano da sempre e non sono iscritto a nessun partito politico, come credo tutti quelli che fanno parte del vostro gruppo (o sbaglio?). Se mai mi candiderò a qualche elezione (e lo ammetto mi piacerebbe), lo farò sempre ed esclusivamente da “indipendente”.
    E’stata una riunione strana, lo posso dire. Da una parte ho percepito comunque voglia di confronto senza secondi fini (almeno da parte nostra era così), dall’altra ho sentito un sospetto nei nostri confronti che non era nostra intenzione causare. Solo così posso leggere, quando verso la fine riunione, ho sentito “ma cosa ci fanno loro qui?”. Una domanda che meritava una risposta forse all’inizio della riunione, ma che, ripeto, poteva essere formulata in “modo” più sereno. Bastava solo che fosse rivolta al diretto interessato, che in quel caso ero io.
    Tutto quello che ho appena scritto non sminuisce per niente la stima che ripongo nel comitato e nel lavoro che ha fatto in questi anni. Per uno come me che pensa che l’ignoranza è uno dei mali peggiori di questo mondo (anche a livello politico), il vostro lavoro di informazione è importante e speriamo raccolga i frutti sperati. I problemi di cui vi occupati sono problemi di tutti.
    Ringrazio sentitamente coloro del comitato che, come me, ma potrei dire come noi di “Spresiano c’è”, condividono l’idea che valgono più le persone che le ideologie, che considerano il lavoro delle commissioni importante ed efficace (un detto africano dice che “se vuoi andare di fretta, vai da solo, se vuoi andare lontano, vai insieme”), che credono nel valore del dialogo e della trasparenza, che non considerano l’impegno politico-amministrativo come degradante, bensì come un’occasione per crescere e far crescere la cittadinanza e il paese.
    Tanti anni fa ho accettato di far parte di un gruppo che aveva come base la seguente legge:

    1. La Guida e lo Scout pongono il loro onore nel meritare fiducia
    2. La Guida e lo Scout sono leali
    3. La Guida e lo Scout si rendono utili e aiutano gli altri
    4. La Guida e lo Scout sono amici di tutti e fratelli di ogni altra Guida e Scout
    5. La Guida e lo Scout sono cortesi
    6. La Guida e lo Scout amano e rispettano la natura
    7. La Guida e lo Scout sanno obbedire
    8. La Guida e lo Scout sorridono e cantano anche nelle difficoltà
    9. La Guida e lo Scout sono laboriosi ed economi
    10. La Guida e lo Scout sono puri di pensieri, parole ed azioni.

    Letta adesso, dopo venti anni, mi mette ancora i brividi. Con la maturità non ho abbandonato certi propositi e un certo “stile”. Alcuni passaggi sono forse un po’ petestuosi, ma quando si parla di onore nella fiducia, di cortesia, di rispettare la natura, di essere chiari e limpidi nei pensieri, nelle parole e nelle azioni non posso che pensare che sono valori che ancora condivido appieno.
    Che dire ancora? Scusate se sono stato prolisso. Ripeto che non ho niente da insegnare, ma solo mi piacciono i rapporti chiari e puliti e non riesco a stare zitto quando ho pensieri che mi frullano in mente.
    Questo messaggio, prima di essere pubblicato nel vostro blog, è stato letto da Giorgio, Luca, Maurizio e Stefano, che non sono però intervenuti su quello che c’è scritto. Mi sembrava giusto renderli partecipi del fatto che vi avrei scritto, ma me ne assumo tutte le responsabilità.
    Conclusione in gloria con gli auguri per un 2010 di salute prima di tutto, poi di serenità e, perché no, anche di fortuna. Come diceva Eleanor Roosevelt, moglie del più famoso Theodore e promotrice della Carta dei diritti fondamentali dell’uomo, “Il futuro appartiene a color che credono nella bellezza dei propri sogni”. Che aggiungere? Il futuro è nostro.
    Con amicizia.
    Edoardo

    • genitorispresiano

      Caro Edoardo, ti ringrazio per il tuo commento che reputo sincero e doveroso.
      Ho notato il tuo disagio quella serata, forse anche maggiore del nostro.
      Mi specchio in molte delle considerazioni del tuo commento e, sono sicuro, anche gli altri componenti del Comitato Genitori la pensano cosi’.
      Anche noi speriamo di “aver a che fare” con gente come te, perche’ anche noi pensiamo, come dici tu, “che con la gentilezza e il rispetto ci si guadagna sempre”.

      Purtroppo gli altri componenti del tuo gruppo non ci infondono altrettanta fiducia. Prova e’ il fatto che questo commento avrebbe dovuto essere firmato dal vostro “capogruppo” e non da te. Probabilmente era solo tuo l’interesse di chiarire il “malinteso” perche’ ti sentivi “non a posto”.
      Vedi, a inizio incontro e’ stato sottolineato che la serata era solo per appartenenti e sostenitori del Comitato, e sappiamo tutti bene che quella sera voi eravate li in altra veste. E cio’, come hai potuto sentire anche tu a fine incontro, ha generato confusione e diffidenza.

      Io ti auguro di restare come sei, di continuare a scriverci e darci idee, di insegnarci cio’ che hai gia’ provato sulla tua pelle.
      , noi ne faremo tesoro.
      E perdonami, vedo che ti piacciono tanto le citazioni quindi te ne regalo una che ti consiglio di tenere a portata di mano nel prossimo futuro: “Se vuoi veramente conoscere qualcuno, dagli potere”.

      Fabrizio

      • Edoardo

        Di nuovo ciao. Vi posso assicurare che l’interesse di chiarire è un’esigenza di tutti. Mi sono preso in carico di farlo perchè ho una certa dimestichezza con le parole (e anche tempo per farlo con calma). Diciamo che nel nostro gruppo siamo un po’ tutti capogruppo. Teste pensanti a cui piace dialogare. Come ci siamo detti oggi incontrandoci, due chiacchiere di persona saranno benvenute da entrambe le parti. Il vino lo porto io. ancora auguri. edo

  155. Mauro

    Ciao a tutti,ho appreso con tristezza la notizia della scomparsa del Nostro amico Rino Rasera, e volevo ringraziarlo per la sua disponibilita’ e sensibilita’. Noi tutti ne sentiremo la sua mancanza e porgo il mio piu’ sentito cordoglio alla famiglia. CIAO RINO…..Mauro.

  156. genitorispresiano

    Bravi…. Continuate così!! Loro pensano di essere i padroni di tutto e di tutti, solo perchè hanno una carica politica. Non si ricordano però che se stanno lì e grazie ai cittadini che dovrebbero difendere. Qui sta avvenendo l’inverosimile. I bambini sono il nostro futuro. Comunque tutti i nodi tornano al pettine. Alle prossime votazioni, spero che i cittadini di Spresiano pensino a quanto sta accadendo, all’inerzia del Comune difronte a questo grave problema.

    Roberto da Zero Branco.

    • genitorispresiano

      Ciao Roberto,

      benvenuto nel nostro piccolo blog.
      Come dici tu i bambini sono il nostro futuro ed è proprio a loro che noi genitori, ma anche gli amministratori, dobbiamo pensare.
      Per i bambini, infatti, ma anche per tutti i sofferenti di “sindrome da rassegnazione elettorale” noi continueremo, con tutti i mezzi a nostra disposizione, a lottare contro il totale disinteresse che le amministrazioni nutrono nei confronti del vero patrimonio italiano e cioè NOI CITTADINI!

      Come dici tu,inoltre, speriamo che alle prossime votazioni qualcosa cambi (come è successo dalle vostre parti).

      Fabrizio

  157. luca

    salute a tutti , ho potuto leggere un commento dove si chiedono informazioni sui gruppi di acquisto solidale scriveteci a gaspresiano@virgilio.it e visitate :

    http://gasspresiano.wordpress.com/
    http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=92120717991

  158. Antonio Zandonadi

    Ho visto il file di Colfosco. Fabri sei un grande.
    Ciao Toni

  159. mariangela

    Ciao ragazzi, oggi 28/10/2009 tra via San Pio X e via Montello dalle ore 9,00 alle ore 12,30 è transitato un solo camion di cava, vorra dire qualcosa? Avanti tutta siete grandi e questo vostro duro lavoro forse non è stato invano.
    Mariangela

    • genitorispresiano

      Cara Mariangela,

      che bella notizia!

      Effettivamente questa mattina arrivavo da Arcade ed ho notato che due vigili avevano appena fermato un mezzo pesante intimandogli di tornare indietro.
      Non ne conosco il motivo preciso, comunque ci fa piacere.

      Grazie per l’incoraggiamento, niente e’ stato fatto invano anche se e’ servito a far deviare un solo camion (200 macchine!).

      Scrivi ancora, a presto.

      Fabry

  160. Alessandra Roncolato

    che bello! grazie per la fiducia e l’accoglienza!
    l’importante è sognare, credere e quindi agire. Le cose si possono cambiare.

  161. Alessandra Roncolato

    Io mi muovo sempre in bici anche per fare la spesa, andare nei paesi limitrofi per commissioni varie ecc, salvo qualche ragionevole caso in cui devo usare la macchina, o per trasportare i miei figli da qualche parte. E’ diventato uno stile di vita. Quanto al transito in bici dei miei figli, bè, per loro è abitudine: sono sempre andati in bici a scuola, sia alle elementari che alle medie (da Via Trieste). E se piove? c’è l’ombrello, a meno che non diluvi davvero! Del resto è bene che siano educati sin da subito alla consapevolezza dei pericoli ed all’autonomia. C’è anche chi abita un po’ fuori mano, ma quanti invece no!
    Facciamo uno sforzo tutti per una Spresiano su due ruote! Immaginiamo: 100 famiglie in meno che un bel giorno non usano la macchina a Spresiano = 100 o più auto in meno che circolano per le nostre strade…. non è poco!

    • genitorispresiano

      Stuzzicante, sarebbe bello organizzare una giornata, magari il sabato, in cui tutti i bambini vanno a scuola in bicicletta.
      Potremmo chiedere al Dirigente scolastico di autorizzare il parcheggio delle bici nel cortile.
      Si potrebbe anche chiedere la presenza dei vigili per quel giorno in modo da rendere piu’ sicuro il transito……
      Sarebbe un bel segnale per tutti e, come dici tu, un buon esempio per i nostri bambini.
      Troppi se?
      Forse no, ma teniamoci in contatto.
      Grazie ancora, Fabrizio

  162. Alessandra Roncolato

    Desidero esprimere la mia gratitudine e fare i complimenti al Comitato Genitori per la serata di ieri 9 ottobre. Un lavoraccio, preciso, chiaro e approfondito.Un plauso a Manuela, in particolare. Credo che purtroppo (o per fortuna!) molto spesso è dalla base che si muovono nuove forze ed energie allo scopo di migliorare qualcosa nel mondo e, dunque, aspettare che le soluzioni arrivino dall’alto non è sufficiente. Mi interrogo spesso, come abitante di questo pianeta, e anche di Spresiano, cosa posso fare nel mio piccolo per migliorare anche il mondo esterno. E sono giunta alla conclusione che anche ogni piccola costante quotidiana consapevole azione può davvero cambiare il corso degli eventi, specie se si è in tanti.E allora proporrei, per restare in tema, di cominciare anche noi a usare di più la bici e le gambe a Spresiano. Vedo sempre tante persone motorizzate anche per fare poche centinaia di metri e non può valere la scusa del tempo: spesso ci si impiega di più a tirar fuori la macchina e a parcheggiare. Proviamo a cambiare stile di vita, così, poco a poco, giorno dopo giorno. Confido nel movimento sotterraneo ma profondo degli animi quando credono in qualcosa di irrinunciabile e la salute e la sanità dell’ambiente lo sono senz’altro. Questa è la nostra scelta responsabile e personale, senza nulla togliere alla responsabilità di chi ci governa.

    • genitorispresiano

      Grazie, cara Alessandra.

      Fa sempre piacere veder riconosciuti i propri sforzi. Siamo una squadra forte e ben assortita, credo si sia notato.

      Le tue parole mi sono piaciute perche’ sposano un po’ la mia filosofia. Anche io sono un patito del “se fai del bene nel tuo piccolo orticello anche il mondo migliorera’”.

      Condivido anche il pensiero che riguarda il movimento sotterraneo che non deve attendere risposte dall’alto perche’ ,guardiamoci negli occhi, il mondo siamo noi.
      E’ anche vero, pero’, che ci sono amministratori che godono di alcuni benefici, sopratutto economici e di prestigio, sulla nostra pelle. Devono finirla di vessarci, devono vivere le loro vite mediocri in modo da nuocere solo a se stessi.

      La bici e le gambe a Spresiano? Io sono un appassionato del genere. Purtroppo qui a Spresiano pedalare e’ un rischio; hai mai provato ad andare alla scuola primaria oppure alla scuola dell’infanzia in bicicletta? Magari con i bambini al seguito?

      Perdonami lo sfogo, e continua a scriverci per darci nuove idee.
      Abbiamo bisogno anche di te.

      Grazie, fabrizio

  163. Paola Rizzi

    Buongiorno.
    Anche se questo non è un argomento di vs competenza (credo), vi scrivo per sapere da voi come stanno le cose circa la presenza e/o lo smaltimento dell’amianto della Scuola Media di Spresiano.
    Ho visto l’articolo sulla Tribuna del mese scorso ma mi preoccupa ancor di più quanto dicono alcuni professori.
    Secondo loro la situazione non è per niente sicura, l’amianto è ancora in giro e l’aria che respirano i nostri ragazzi è tutt’altro che salubre.
    Cosa si può fare per saperne di più? E’ possibile aggiungere questo argomento all’ o.d.g. del 9 ottobre o quantomeno segnalarlo in quell’occasione?
    Grazie e saluti.
    Paola

    • genitorispresiano

      Ciao Paola,

      hai ragione, non abbiamo voluto trattare questa problematica per vari motivi, non ultimo il risvolto “politico” che essa potrebbe prendere. A noi infatti interessa solo il bene dei bambini e cittadini e VOGLIAMO che sia sempre chiaro che questi sono gli unici motivi che ci spingono ad impegnare le nostre risorse, tempo ed energie.

      Sicuramente ci interessa la verita’ ma, al giorno d’oggi, nessuno ha ancora le idee chiare su cio’ che e’ successo.
      Inoltre sulla Tribuna di Venerdi’ 20 Ottobre e’ stato pubblicato a pagina 26 un’articolo che racconta di un controllo dei Carabinieri per iniziare un’indagine a riguardo.
      Se ti interessa l’articolo posso inoltrartelo via mail.

      Alla fine dell’incontro del 9 Ottobre chiunque potra’ parlare per un tempo (5 minuti) uguale per tutti. Sei la benvenuta.

      Allora a presto,

      Fabrizio

      • Paola Rizzi

        Scusami ma non capisco cosa significa “solo il bene dei bambini”.
        Ho un figlio alle elementari ed una alle medie. Sono preoccupata, e molto, per la salute di ENTRAMBI.
        Su questo problema credo che il risvolto politico sia veramente l’ultimo dei pensieri dei genitori dei ragazzi delle medie.
        Ti sono grata se mi invii l’articolo della Tribuna.
        A presto.
        Paola

      • genitorispresiano

        Cara Paola,

        quel solo non e’ riferito al valore del bene dei bambini, ma al fatto che non abbiamo altri fini.

        Ti posso assicurare che ci sono dei genitori che ci hanno attaccati, qualcuno dicendo anche che abbiamo degli “interessi”!
        Vedi, tanta gente giustifica la propria incapacita’ di agire, mettersi in gioco, trovare del tempo per cercare di risolvere i problemi criticando gli altri e sminuendone i risultati.

        Sono felice del fatto che tu non sia cosi’, quindi la pensiamo alla stessa maniera.

        Presto riceverai l’articolo richiesto.

        Ciao, Fabrizio

  164. luca

    Bravi ragazzi andate avanti così, con la forza e la costanza. Sono con voi e invito tutti i componenti del Gruppo di Acquisto Solidale di Spresiano ad aderire alla vostra iniziativa. Nel frattempo vi segnalo questo sito.
    http://www.lamiaaria.it/previsioni/comune.aspx?id=Spresiano

    • genitorispresiano

      Grazie infinite Luca, fonte di suggerimenti e spunti costruttivi.
      Abbiamo gia’ apprezzato il sito che ci segnali, e’ ben fatto e continuiamo ad avvalercene per tutte le notizie ed aggiornamenti.
      Consigliato a tutti.

      A prestissimo, Fabrizio

  165. nn scappo di sicuro.quelle che dite e’ importantissimo!!!!
    grazie a tutti

  166. mauro durante

    Ciao Gilberto, grazie x la sensibilita’ che dimostri.
    Sono contento che anche tu come noi senta in prima persona questo grave problema che colpisce prima di tutto i nostri bambini.
    Contiamo molto anche sulla tua disponibilita’ e siccome ti conoSco bene non mi scappi…. scherzo ovviamente.
    Un saluto e a presto x gli aggiornamenti,Mauro.

  167. davvero una bella iniziativa per i bambini e non solo visto che l’inquinamento riguarda tutti.Anch’io ho due nipoti che stanno a Spresiano.Sostengo in pieno il vostro progetto.Vi do’ la mia disponibilita’se vi po sso essere utile.
    a presto
    Gilberto Rossi

    • genitorispresiano

      Grazie infinite Gilberto.

      Hai ragione, l’inquinamento riguarda tutti ma, chissa’ perche’, e’ molto difficile spiegarne la pericolosita’ alla gente.
      Purtroppo gli effetti si vedono con il tempo, anni, ed e’ quindi responsabilita’ di tutti intervenire fornendo informazioni ufficiali ed organizzando incontri con gli interessati.
      Non vogliamo sostituirci alla pubblica amministrazione, lungi da noi qualsiasi tipo di coinvolgimento (sopratutto politico); d’altronde pero’, se comuni cittadini come noi da tempo si sforza e dedica tempo e risorse per trovare delle soluzioni al problema, e’ proprio perche’ chi ci amministra ha fallito.

      Se anche tu come noi senti di dover e poter fare qualcosa, contattaci pure ad uno dei numeri della sezione “Contatti”.

      P.S. Tieni le orecchie “sintonizzate” per le prossime iniziative di ottobre

  168. Lisa

    Buongiorno,
    qualcuno di voi ha per caso qualche informazione riguardo allo smaltimento di pannelli di Eternit che sembra essere in corso nei lavori di ristrutturazione delle Scuole Medie di Spresiano. Mi è giunta voce che non si sarebbero rispettate le norme di sicurezza previste in questi casi.

    Grazie, Lisa

    • genitorispresiano

      Ciao Lisa,
      grazie per aver scritto.

      Si, effettivamente i lavori alle Scuole Medie hanno interessato anche la rimozione ed il successivo smaltimento dei pannelli di Eternit.

      Non sei la prima persona che ci contatta per questo problema ed anche noi abbiamo qualche perplessita’ riguardo la gestione dell’amianto.
      Non essendo dei tecnici pero’ non possiamo esprimerci nel merito.

      Vedo di informarmi ufficialmente, controlla il blog nei prossimi giorni.

      A te chiedo di informare tutti i genitori che conosci e di cercare di raccogliere il maggior numero di notizie.
      Se possibile scrivi ad uno dei nostri indirizzi e-mail che trovi nella sezione “Contatti”
      Continua a seguirci on-line e nelle prossime attivita’ “reali” del mese di Ottobre legate al comprensorio scolastico di Spresiano.

      Grazie,

      Fabrizio

      • genitorispresiano

        Cara Lisa,

        come forse avrai potuto leggere nel recente articolo sulla Tribuna, c’è stata una “evoluzione” per ciò che riguarda i lavori presso le scuole medie e di conseguenza il problema dell’amianto.
        Ho anche visto personalmente un volantino in giro che parla della faccenda.

        Come gruppo di genitori non ci siamo occupati di questo problema dato che siamo molto impegnati nell’organizzazione della serata del 9 Ottobre.

        Al di là dei risultati di questa iniziativa, ci fa comunque piacere constatare che altri genitori e cittadini sono sensibili alle problematiche della salute e che profondano il loro impegno nella ricerca di soluzioni.

        A presto, Fabrizio

  169. mauro durante

    ….si li hanno trovati e magari costruendola con la bioedilizia sarebbe costata 2 MILIONI E 600 MILA EURO RISPARMIANDO COSI 2 MILIONI E 400 MILA EURO CIRCA che potevano investire in altro(tipo il nostro problema).E’ ALLUCINANTE CHE PERSONE COME NOI, CHE FACCIAMO BEN ALTRO DI LAVORO,ARRIVIAMO A FARE CERTI RAGIONAMENTI MENTRE LORO CHE SI OCCUPANO SOLO DI QUESTO NO.
    A me sorge un bel dubbio…….forse qualcuno se ne viene a casa con qualche interesse….. magari economico????

    • Fabrizio

      Beh Mauro, vai a sapere come vanno certe cose. Io parto dal punto che siamo tutti bravi e buoni, ma come dice il vecchio adagio, a pensar male…….
      Purtroppo noi cittadini siamo sfiduciati da comportamenti sicuramente poco professionali e qualche volta anche poco morali.
      Condisci il tutto con l’abitudine di prendere tempo cercando di sfiancare la gente che chiede solo che i propri diritti vengano rispettati.
      Ma quanto meglio era una volta quando la vita del paese era decisa da tutti insieme, magari in una piazza gremita e non come ora in consiglio comunale senza interpellare chi quelle decisioni le subira’; basta che uno alzi la mano, la cordicella si tende e tutte le altre, come per magia, salgono!
      Sicuramente fare da amministratore non e’ un compito semplice, su 10MILA abitanti qualcuno lo farai sicuramente scontento.
      E’ pero’ anche vero che candidarsi a sindaco oppure consigliere e’ una scelta libera (nessuna pistola alla tempia) e dovrebbe essere intesa come un sacrificio votato ai cittadini, tutti, non solo ad un’oligarchia.
      Una volta si diceva “prestato” alla politica perche’ alla scadenza del mandato si tornava a fare il lavoro interrotto precedentemente. Ora la politica e’ fine a se’ stessa, tesa all’instaurare alleanze di obbiettivi condivisi tra individui spesso dettate da meri interessi economici utili quando il mandato sara’ finito.
      Si e’ perso il contatto con la realta’ cioe’ la vita vera che e’ quella che NOI viviamo ogni giorno.
      Saro’ sicuramente tacciato di faciloneria ma io credo che in qualsiasi cosa basti metterci solo un po’ di buon senso ed educazione. Mah………..

  170. mauro durante

    Ieri sera su antenna tre il signor sindaco Dott. Belliato ha chiesto pubblicamente scusa alla popolazione per non aver ancora provveduto al rifacimento della sede stradale in via Vittorio V.to a Lovadina di Sresiano( praticamente la strada che passa davanti alla Contarina che tutti noi sappiamo in che condizioni e’). Questo problema era emerso ancora circa inizio anno in una riunione creata da una parte politica dove ogni cittadino poteva portare le varie problematiche e che nella quale noi avevamo portato il problema riguardante l’inquinamento e la sicurezza delle due strade.
    Con questo voglio dire che, per l’ennesima volta, l’Amministrazione Comunale riesce sempre a prendere tempo, come per il nostro problema, prima ti fa’ vedere che ti ascolta(dopo quasi 2 anni)poi ti promette e alla fine non mantiene.
    QUESTA E’ VERAMENTE UNA VERGOGNA IL PRIMO CITTADINO DOVREBBE ASCOLTARE E COMPRENDERE I PROBLEMI DELLA POPOLAZIONE ,SPECIALMENTE SE SI TRATTA DI BAMBINI, E NON FAR TRASCORRERE ANCORA DEL TEMPO PREZIOSO DOPO TUTTO QUELLO CHE HA GIA’ FATTO PASSARE INESORABILMENTE A DISCAPITO DELLA LORO SALUTE.LA COSA E’ VERAMENTE GRAVE ED INTOLLERABILE.

    • genitorispresiano

      Gia’ Mauro, pero’ i fondi ed il tempo per spendere 5 MILIONI di euro per una scuola li hanno trovati…….

  171. alessandro lorenzi

    a mio parere dovremmo cominciare a reimpiazzare vecchie case con aree verdi attrezzate per i tati e aree verdi selvagge per l’ ossigenazione(tipo parco giustiniani),organizzare il pedibus, se possibile.
    incentivare i gruppi di acquisto solidali anche a spresiano,comprare i cibi in zona,car sharing, car pooling,ehh ce ne sarebbe da fare un sacco!!
    penso sarebbe da indire una adunata generale per tutta la cittadinanza di spresiano, visionare una cartina del nostro comune e verificare su di essa le migliorie ecocompatibili immediatamente effettuabili e quelle a medio lungo termine senza spostare semplicemente i problemi(se fanno la tangenziale di spresiano per esempio il traffico si sposta di zona e crea problemi in altri luoghi,meglio pensare ad incentivare veicoli ibridi e a gas come beneficio immediato, studiando soluzioni future con più calma).

    • genitorispresiano

      Caro Alessandro, sono tutte cose che condividiamo e vorremmo realizzate al piu’ presto.
      Servono persone competenti ma sopratutto volenterose.
      Per esempio il Gruppo di Acquisto solidale a Spresiano e’ gia’ realta’, ma progetti come il car pooling/sharing prevedono figure come il Mobility Manager che collabora con le istituzioni e quindi piu’ complessi da realizzare.
      Dopo decenni di svolgiatezza “sociale” dobbiamo risvegliarci da questo letargo e ricominciare ad occuparci di cio’ che ci circonda in prima persona.
      Naturalmente senza farci abbindolare da personaggi mediocri che poco tengono al benessere dei cittadini ma hanno ben’altri interessi.
      Restiamo in contatto, continuamo ad esprimere idee e pensieri.
      Quando e se ci sara’ la possibilita’ di lavorare allora non ci tireremo indietro.

      • alessandro lorenzi

        fatemi sapere chi è il riferimento per i gruppi di acquisto a spresiano, e come fare per poter dare una mano al gruppo genitori se riesco(10 – 12 ore di lavoro al giorno nel no profit e due figli alla scuola materna ed uno in arrivo…)
        intanto pensavo che il don o il comune potrebbero comprare le case in vendita dei Quaglia/Pierantonio Barbon, buttare giù tutto e creare un parcheggio con entrata alla scuola materna sul lato…
        che ne pensate? ho diverse ideuzze ma non essendo amministratore non so se sono realizzabili con il supporto di tutti

  172. Ivan Durante

    E’ giusto combattere per la salute dei nostri figli e state portando avanti la cosa con grande animo e tenacia. Mi dispiace non potervi dare una mano pratica al vostro lavoro perchè in questo momento non ne ho la possibilità. Anche perché so che nessuno dei genitori della scuola materna ha aderito al vostro appello ed io che ho adesso un bambino alla scuola dell’infanzia e tra qualche anno un altro potrei essere d’aiuto. Comunque se posso in qualche maniera… Ho notato una cosa.. dopo la famosa riunione con i genitori nella quale il sindaco ha detto che da lunedì sarebbe cambiato qualcosa. In effetti, se non proprio dal lunedì, i camion dei cavatori hanno cambiato direzione. Ora non passano più per l’incrocio della scuola materna ma ora transitano per via Busco uscendo all’incrocio semaforico di via montello. Sarà un caso? non lo so certo che, io abitando in zona, mi accorgo di questa nuova situazione… Vi terrò informato. Grazie ancora per il lavoro che state facendo per i nostri figli.

    • Fabrizio

      Grazie per le dritte Ivan.
      Non ti preoccupare, non tutti hanno la possibilita’ di aiutare direttamente.
      Anche i consigli e l’opinione di chi ci vede da fuori sono comunque utilissime in quanto punti di vista differenti.
      Tienici informato e torna a trovarci presto.

  173. Antonio Gubellini

    Complimenti per il lavoro che fate, tenete duro e non mollate.
    Facciamo il tifo per voi da Roncade.

  174. Eros Tonini

    Giustissima la battaglia sull’inquinamento, ma attenzione alla carenza di aule che si porrà già quest’anno per scoppiare nel 2013
    vista l’errata programmazione dell’edilizia scolastica del Comune.
    BATTETEVI ANCHE SU QUESTO e “obbligate” il Sindaco ad emettere una ordinanza che blocchi il passaggio dei camion al mattino per due ore dalle 7e30 alle 9e30. L’inquinamento ne guadagnerebbe e soprattutto verrebbe evitato un possibile incidente che solo un miracolo ha per ora impedito. (Uno spresianese doc già rappresentante di classe come voi ora e poi Presidente d’istituto delle medie locali) NON MOLLATE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: